G
GABRIELE, GABRIELLO/A
- Dall' ebraico ghieber=uomo, nel senso del latino vir=virile, uomo forte e el=Dio, ossia =uomo forte con l'aiuto di Dio.
Nel Cristianesimo nome di uno dei tre arcangeli, che apparve alla Vergini Maria.
Gabriele D' Annunzio, massimo poeta dell'epoca moderna.
Mitezza d' animo e timore di Dio si svilupperanno nella donna, mentre maschia forza, fisica e morale, distinguerà I' uomo, che porterà questo nome.
San Gabriele Arcangelo, si festeggia il 24 marzo.
«Non si é mai dato il caso che si sia conquistato un cuore con la forza»(Anonimo)
GABRIO - Derivato da Gabriele.
GADDO - Detto per Gardo, variante di Gerardo.
GAETANO - Proveniente, e quindi originario di Gaeta.
San Gaetano da Thiene, ricorre il 7 agosto.
« Uomo! tu pendoli fra un sorriso ed una lacrima ». (BYRON).
GAIO - Vedi Caio, di cui é una variante.
GALASSO - Vedi Galeazzo, da cui proviene.
GALATEA - Pare derivi dal greco=latte e metaforicamente=candore, tranquillità, serenità di spirito - Alla suddetta etimologia é connesso il simbolo di questo nome.
GALEAZZO - Etimologia incerta: 1a dal latino=armato di Galea; 2a dal tedesco=giocondo, lieto - Nome assai frequente fra i Visconti e gli Sforza.
Le vostre azioni saranno tutte condotte con giocondità e serenità di spirito.
GALILEO - Oriundo della Galilea - Soprannome dato a Gesù Cristo e ai Cristiani e adottato poi nella Cristianità come nome proprio.
Galileo Galilei, celebre matematico e astronomo pisano, creatore del metodo sperimentale e sostenitore del sistema copernicano, scoperse la legge dell'isocronismo del pendolo e inventò il telescopio.
Chi porterà questo nome dovrà lottare molto per aprirsi una via nel mondo, ma alla fine otterrà vittoria.
GANDOLFO - Dal tedesco=lupo guerriero - Wolf=Lupo è uno dei compagni di Wodan o Odino, simbolo della forza teutonica (cfr. Adolfo, Rodolfo) - Spirito indipendente ed avversione alle convenzioni sociali.
GARDO - Contratto da Gerardo o Gherardo.
GARIBALDO - Dal tedesco= lancia audace, e fig.=guerriero audace - Può essere anche un derivato di Garibaldi, cognome di quel grande generale che generosamente e valorosamente contribuì all' indipendenza d' Italia.
GARIMBERTO - Dal tedesco=lancia illustre e quindi=guerriero illustre - Questo come il nome precedente Garibaldo, porta nella etimologia, una forte natura combattiva, che costituirà il lato saliente del carattere di colui che lo porta.
« La guerra é la corroborante cura di ferro dell'umanità ». (J. P. F. RICHTER).
GASPARE, GASPARO, GASPERO - Soluzioni etimologiche varie: 1a dal persiano=stimabile maestro; 2a dal sanscrito =colui che ispeziona; 3a dall' ebraico=padrone - Nome di uno dei Re Magi, quello che simboleggia la razza Ariana.
San Gaspare martire, lo si festeggia l'11 settembre.
Le prime due soluzioni, le più accreditate, stanno a dimostrare grande perizia nel proprio mestiere o professione, non disgiunta dalla tendenza di apportarvi ogni perfezione possibile.
GASTONE - Di etimologia incerta - Pare derivi dal tedesco e secondo alcuni significa: potente; secondo altri: ospite, straniero ed anche guerriero.
San Gastone, la ricorrenza è il 6 febbraio.
La vostra potenza sta nella volontà che guida e controlla l' intelligenza.
«Esagerare la propria forza vuol dire tradire la propria debolezza » (E. DE GIRARDIN)
GAUDENZIO - Dal latino gaudens-colui che gode. - San Gaudenzio, vescovo di Brescia, ricorre il 25 ottobre; San Gaudenzio vescovo e patrono di Novara, il 22 gennaio.
Verso la maturità godrete del benessere che avrete. potuto acquistare coi lavoro intelligente e tenace.
GAVINO - Di etimologia sconosciuta. - San Gavino martire patrono di Sassari, lo si festeggia il 25 ottobre.
GEDEONE - Dall'ebraico=che spezza, che abbatte: e quindi sta a significare forza.
San Gedeone vescovo, ricorre l'8 agosto - ma anche il 1° settembre.
GEGIA - Variante dialettale di Teresa.
GELASIO - Dal greco=colui che ride, sia per gioia come per ironia o dispregio.
San Gelasio I, papa, lo si festeggia il 21 novembre.
Eraclito, filosofo greco, che stimava ogni opera umana degna di riso, fu appunto soprannominato Gelasio.
« I sorrisi derivano dalla ragione, negata al bruto, e sono l' alimento dell' amore ». (MILTON).
GELTRUDE, GERTRUDE - Dal germanico=lancia fedele, vergine guerriera, valchiria. - Santa Geltrude vergine, protettrice dei viandanti, si festeggia il 17 marzo; Un'altra Santa Gertrude (martire?), il 15 novembre.
Sarete le consolatrici dei sofferenti e di coloro che combattono per una giusta causa.
«Piace alle donne di farsi consolatrici, e perciò la migliore maniera di conquistarle é di portare in mostra le proprie afflizioni come una coccarda ». (A. DAUDET).
GEMELLO - Corrispondente al latino Geminus - Nome dato al secondo bambino nato da un medesimo parto. San Gemello martire, lo si festeggia il 10 dicembre; San Gemino, il 4 febbraio.
GEMINIANO, GEMIGNANO - Derivano entrambi dal latino Geminus gemello.
San Geminiano, patrono di Modena, si festeggia il 31 gennaio,
GEMMA =pietra preziosa. - Santa Gemma, ricorre il 12 maggio - Splendore fisico e splendore di virtù.
Il chiamarsi con questo nome significa portare con sé una certa responsabilità rappresentata dal controllo costante del proprio comportamento, che deve sempre avere una perfetta rispondenza col significato.
« La bellezza, senza bisogno di difensori, persuade da sé gli occhi degli uomini ». (SHAKESPEARE).
GENEROSO -- Significato evidente. - San Generoso, si festeggia il 17 luglio; San Generoso abate, il 16 luglio.
La vostra generosità sarà largamente ricompensata.
GENESIO, GENESIO - Dal greco=colui che genera - Soprannome dato a Nettuno, dio dell' Oceano, poiché si credeva che le acque del mare contenessero i germi di tutte le cose.
San Genesio, ricorre il 25 luglio; San Genesio martire, il 25 aprile, protettore dei comici e mimici (vedi Cenni storici, alla fine).
GENNARO - Dal Latino Januarius=gennaio.
San Gennaro, vescovo di Benevento e Patrono di Napoli, ove egli nacque; santo famoso, per il miracolo del ribollimento del sangue; si festeggia il 19 settembre. - Spirito contemplativo.
« La contemplazione é uno sguardo che ha questa virtù: a furia di guardare l'ombra ne fa scaturire la luce ». (VICTOR HUGO)
GENOVEFFA, GENOVIEFFA - Dal celtico=dalle guance bianche.
Santa Genoveffa, patrona di Parigi, che Ella salvò da Attila, la si festeggia il 3 gennaio; é invocata per aver pioggia o sereno.
Il vostro candore significa purezza di cuore.
GENTILE, GENTILOMO, GENTILINA - Nomi frequenti fra gli Israeliti; portano in sé il significato. - San Gentile, martire, si festeggia il 5 settembre.
« Piccoli tratti di gentilezza, piccoli tratti d'amore aiutano a far felice il mondo ». (JULIA A. CARNEY, Little things).
GEPPO - Detto per Giuseppe.
GERALDO - Dal tedesco= dominante con la lancia. - San Geraldo vescovo, lo si festeggia il 10 marzo.
" Non c' é virtù né vittoria più bella di saper comandare e vincere se stessi". (BRANTOME)
GERARDO - Vedi Gherardo. - San Gerardo di Potenza, vescovo, ricorre il 30 ottobre.
GERBERTO - Dal tedesco= lancia splendente. - San Gerberto abate, si festeggia il 13 ottobre.
« Sii leone! se una mano folle ti strappa la criniera, fa finire il gioco e mostra gli artigli ». (F. V. SALLET).
GEREMIA - Dall' ebraico= esaltazione del signore - Uno dei maggiori profeti d'Israele, che predisse la distruzione di Gerusalemme.
San Geremia, si festeggia il 1° maggio.
La predicazione del bene sia il vostro vangelo.
GERMANO, GERMENA - Pare derivi dall'antico tedesco Garaman=armato di lancia. - San Germano vescovo, si festeggia il 28 maggio; Santa Germena martire, il 13 novembre.
La migliore arma è la cortesia.
GEROLAMO, GERONIMO - Vedi Girolamo.
GERSONE - Nome ebraico, non infrequente fra gli israeliti, che significa: pellegrino.
GERTRUDE - Vedi Geltrude.
GERVASIO-A - Dal tedesco=lancia acuta. San Gervasio, ricorre il 17 giugno.
Non con la lancia, ma con l' ingegno acuto forgerai la tua fortuna.
GESÙ - Dall' ebraico=salvezza di Dio, ossia: il Signore salva - Nome del figlio di Dio, mandato in terra per la salvezza degli uomini; il fondatore del Cristianesimo.
"L' idea cristiana ha ammesso il pentimento e ha inventato il perdono: ciò la rende imperitura in un mondo come il nostro". (A. DUMAS fils).
"Il Cristianesimo non è omogeneo; filoni di ottimismo traversano la massa rocciosa del pessimismo, Non è soltanto la religione della redenzione, ma anche quella del regno di Dio. (A. Schweitzer).
"Se come molti credono, viviamo ancora nella giovinezza dell'umanità, allora il cristianesimo è una delle più stravaganze fra le sue idee infantili, che fanno molto più credito al suo cuore che al suo cervello" (Heine)

"E se la religione nostra richiede che tu abbi in te fortezza, vuole che tu sia atto a patire più che a fare una cosa forte. Questo modo di vivere, adunque, pare che abbia renduto il mondo debole, e datolo in preda agli uomini scelerati; i quali sicuramente lo possono maneggiare, veggendo come l'università degli uomini, per andarne al paradiso, pensa più a sopportare le sue battiture che a vendicarle" (Machiavelli)
GESUALDO - Di etimologia incerta; pare significhi=colui che protegge con la lancia; oppure=ostaggio del re.
Avrai la riconoscenza degli infelici e dei disgraziati, che tu hai protetti, consolati, aiutati.
GHERARDO - Dal germanico= la lancia ardita .
San Gherardo, vescovo di Casnad (Ungheria), ricorre il 24 settembre; San Gherardo, patrono di Velletri, si festeggia il 7 dicembre.
Coraggio e ardimento rivolti al bene e alla generosità.
GHITA - Vedi Margherita.
GIACINTO, GIACINTA - E il nome di un fiore conosciuto in mitologia: Giacinto era figlio di Pieio e di Clio, amato teneramente da Apollo e da Zefiro; sennonché Zefiro fu talmente geloso di Apollo che uccise Giacinto; ma questi fu da Apollo convertito in bellissimo fiore profumato.
San Giacinto, si festeggia il 16 agosto; Santa Giacinta vergine, il 30 gennaio .
"Fortificate il vostro carattere che dà splendore alla giovinezza e alla vostra vecchiaia riverenza alla vostra pelle avvizzita e ai vostri capelli bianchi" (EMERSON).
GIACOBBE - Pare derivi dall' ebraico iacob=seguace di Dio - Narra la leggenda biblica che Giacobbe, gemello di Esau, ha da questi comperato con un piatto di lenticchie il diritto di primogenitura - Patriarca degli Ebrei, capo-stipite delle dodici tribù d' Israele - Per il simbolo, vedi Giacomo.
San Giacobbe patriarca, ricorre il 5 febbraio; San Giacobbe vescovo, il 23 giugno.
GIACOMO, JACOPO - Sono i nomi cristiani corrispondenti al nome ebraico Giacobbe, più frequente fra gli israeliti; e hanno lo stesso significato: seguace di Dio.
San Giacomo il Maggiore, uno dei 12 apostoli, si festeggia il 25 luglio, protettore dei cappellai; San Giacomo Minore vescovo di Gerusalemme, si ricorda con San Filippo il 1" maggio; San Giacomo della Marca, il 29 novembre; San Giacomo d' Illaria, patrono dei cuochi, il 27 aprile.
E' impossibile fare l' elenco dei personaggi celebri che illustrarono questo nome - Basti ricordare i due nostri grandi poeti Giacomo Leopardi e Giacomo Zanella, il compositore di musica Mayerheer, lo scrittore filosofo Rousseau, Daguerre inventore della fotografia, Watt inventore della macchina a vapore.
La vostra abilità, la vostra perseveranza, la vostra saggezza coroneranno le vostre più lusinghiere speranze.
GIANNI, GIANELLO, GIANNINO - Fedi Giovanni, di cui sono varianti.
GIGI - Variante di Luigi.
GILBERTO - Dal tedesco=nobile ostaggio. - San Gilberto, fondatore dell' Ordine dei Gilbertini, lo si festeggia il 4 febbraio.
Il tuo nome sarà trasmesso in ostaggio ai più lontani posteri, insieme con la memoria del tuo alto valore.
GILDO, GILDA - Varianti di Ermenegildo, Ermenegilda. - San Gildo, protettore del fonditori, lo si festeggia il 29 gennaio.
GINEVRA - E' la traduzione del tedesco guinever, famosa per i suoi amori con Lancillotto del Lago, celebrati in molti romanzi.
« L' amore é un momento così importante Della nostra vita, che sembra ci conferisca esso solo il pieno diritto alla esistenza". (ENRICO HERTZ).
GINO, GINA -- Variante di Luigino, e talora, di Giovannino e di Angiolino - Però sono così diffusi che possono considerarsi anche come nomi a sé stanti.
Non temete! la fortuna non vi abbandonerà, anche se nel vostro nome esiste incertezza,.
GIOACHINO, GIOVACCHINO - Dall' ebraico -innalzato dal Signore.
San Gioachino, padre di Maria Vergine, si festeggia il 20 marzo; San Gioachino di Siena, il 16 aprile.
Le vostre opere vi innalzeranno ai fasti della celebrità.
GIOBBE - Dall' ebraico=perseguitato - Personaggio biblico, celebre per la pazienza dimostrata nel sopportare le avversità da cui fu colpito.
San Giobbe patriarca, patrono dei tessitori lombardi, si festeggia il 10 maggio.
La vostra forza ed il vostra valore si temprano nei dolori e nelle disgrazie dalle quali uscirete non domo, ma vincitore.
GIOBERTO - Dal tedesco -splendente come un Dio - Bellezza maschile, un po' vanitosa. - San Gioberto abate si festeggia il 6 giugno; San Gioberto Vescovo, il 1° aprile.
"Il vestimento d' ogni alto speranza è la bellezza" (G. D' ANNUNZIO, Laudi).
GIOCONDO, GIOCONDA - Dal latino=allegro, gaio. - San Giocondo, vescovo di Bologna. Si festeggia il 14 novembre.
L' allegria prolunga la vita e dà la salute.
"All'allegria, quando si presenta, dobbiamo sempre aprire porta e portone, perché non arriva mai inopportuna". (SCHOPENHAUER)
"L'allegria è uno stato dell'animo che accresce e sostiene la forza del corpo ad agire: la tristezza è al contrario uno stato dell'animo che diminuisce e ostacola la forza ad agire. L'allegria è dunque cosa buona"(Spinoza).

GIONA - Dall'ebraico = colomba - Nome di un profeta ebraico San Giona profeta, 21 settembre. - Più conosciuto come cognome che é veramente bello e si
gnificativo.
GIORDANO - Dall' ebraico jarad=scendere, scorrere - Infatti Giordano é il nome del fiume di Terrasanta, dove si battezzarono i fanciulli - Anche questo più che nome, é un bel cognome.
San Giordano di Pisa, domenicano, si festeggia il 19 agosto.
GIORGIO, GIORGIA, GIORGINA - Dai greco =agricoltore, coltivatore della terra.
San Giorgio martire, patrono degli eserciti, e dei cavalieri. Si festeggia il 24 aprile - La leggenda rappresenta questo santo sotto le spoglie di un principe a cavallo che uccide un drago e salva da morte una principessa.
Dedicatevi e affidatevi alla terra, l' unico bene che possa dare oggigiorno prosperità e tranquillità - La fortuna vi assisterà.
«Chiunque sapesse far crescere due spighe di grano o due fili d' erba, dove non ne cresceva che uno, sarebbe molto più benemerito dell' umanità e servirebbe molto meglio il proprio paese che non tutta la genia dei politici e dei politicanti messi insieme ». - (SWIFT)
GIOSUE' - Dall' ebraico=salvezza di Dio, ossia : il Signore salva; il Salvatore.
San Giosué patriarca, grande condottiero del popolo Ebreo, ricordato dalla Chiesa il 1° settembre.
"L' universo non é che un vasto simbolo di Dio". (CARLYLE) - Confida in Lui che ti salverà da qualsiasi situazione.
- Giosué Carducci, grande poeta dell' epoca moderna.
GIOTTO - Variante di Angiolotto e di Ambrogiotto Nome dei celebre pittore fiorentino del secolo XIV.
GIOVANNI, GIOVANNA - Dall' ebraico=dono del Signore: San Giovanni Battista, si festeggia il 24 giugno; Santa Giovanna d'Arco, celebrata il 30 maggio, è Santa Patrona della Francia; San Giovanni Evangelista, il 27 dicembre; Santa Giovanna da Orvieto, protettrice delle sartine, il 23 luglio; San Giovanni di Dio, protettore degli infermi e dei librai, l'8 marzo.
E' impossibile, dato lo spazio, elencare tutti gli altri santi, più di duecento, che portarono questo nome, come non é possibile accennare ai vari personaggi storici che lo illustrarono, (ventitre pontefici e una cinquantina fra principi, re ed imperatori).
Il don Giovanni, conquistatore e libertino impenitente, sorto da una vecchia leggenda spagnola, e delineato da Moliére nella commedia "Le festin de Pierre" venne immortalato da Mozart con un' opera musicale in due atti su libretto di Lorenzo da Ponte, che s' impose all' ammirazione di tutti i teatri d'Europa (1787) - Questo nome fu scelto per la graziosa principessa Giovanna di Savoia, quarta figlia del re d' Italia.
La vostra vita è un dono di Dio e voi, per quel senso di equilibrio che regge le umane cose, donerete all' umanità il frutto del vostro ingegno e della vostre fattive attività.
GIOVENALE - Dal latino=giovane. San Giovenale martire, ricorre il 3 maggio.
GIOVITA - Di etimologia sconosciuta. San Giovita martire, ricorre il 15 febbraio.
GIROLAMO - Del greco=sacro nome. - San Girolamo, dottore della Chiesa, si festeggia il 30 settembre, patrono dei bibliotecari; San Gerolamo Miani, ricordato il 20 luglio.
Lascerete una buona memorie di voi e delle vostre opere.
"La stima val più della celebrità, le considerazione più della fame, l' onore più delle glorie". (CHAMFORT).
"La stima non esclude l'amicizia, ma sembra raro che contribuisca a farla nascere"( Roger Martin du Gard)
"Il mondo stima poco quello che paga poco" (Settembrini)
"La ricchezza ci procura tanti amici, ma i nostri infortuni li mette a dura prova" (Aristotele)

GISELLA, GISELDA - Del tedesco=compagna (fedele); secondo altri invece significherebbe: ostaggio, pegno di fede. Santa Gisella, ricorre il 31 maggio.
Questo nome fine e gentile rivela effetto vivo e sincero e fedeltà tenace verso il compagno della vita.
"Accompagnati e uno migliore di te, per lottar con lui con le migliori tue forze. Chi non é più innanzi di te, non può neppur condurti più innanzi". (RUCKERT).
"Grande è la fedeltà della donna soprattutto quando non è richiesta" (Kierkegaard)
"E' la fede degli amanti / come l'araba fenice: / che vi sia, ciascun lo dice; / dove sia, nessun lo sa. / Se tu sai dov'ha ricetto, / dove muore e torna in vita, / me l'addita, e ti prometto / di serbar la fedeltà" (Metastasio)
GISMONDO - Del tedesco=difensore degli ostaggi - Carattere franco: spirito cavalleresco e generoso.
« Le generosità. non ha bisogno di salario: si paga da sé ». (H. DE LIVRY).
GIUDA - Dall' ebraico= celebrato, onorato - Il significato però é in grande contrasto con le gesta di quell' apostolo che tradì per 30 denari il suo maestro Gesù. - San Giuda Lebbeo, lo si ricorda il 28 ottobre.
GIUDITTA - Femminile di Giuda=celebrata, onorata - Secondo le Bibbie, Giuditta liberò le sue patria tagliando la teste ed Oloferne, generale dei babilonesi.
Santa Giuditta, si festeggia il 6 maggio - Simbolo di forza e di coraggio.
GIULIANO, GIULIANA - Vedi Giulio. - San Giuliano, protettore dei viandanti, si festeggia il 12 febbraio; San Giuliano, patrono di Macerata, il 31 agosto; Santa Giuliana, patrona dei formaggiai, il 16 gennaio.
GIULIO, GIULIA -- Di etimologie incerte - Secondo alcuni deriverebbe del greco=imberbe, impubere; secondo altri invece questo nome avrebbe la sua radice in jovis=Giove.
San Giulio, si festeggia il 31 gennaio; Santa Giulia vergine martire, protettrice di Livorno, il 22 maggio.
Non paventate, o giovani, se, passate la pubertà, vi troverete nel mare burrascoso della vita! vi orienterete e troverete subito il porto della quiete e della prosperità.
« La giovinezza considera la vita come oro purissimo; la vecchiaia tien conto della lega ». (J. E. CARPENTER).
"E' come un bel sogno la nostra vita, quando ci svegliamo è già finita"

GIUSEPPE - Dall' ebraico Jasaf=aggiungere, aumentare - Significa: aggiunto alla famiglia. - San Giuseppe, sposo di Maria, si festeggia il 19 marzo; San Giuseppe d' Arimetee, patrono dei seppellitori, fu colui che ottenne de Pilato il permesso di seppellire il corpo del Redentore - Questo nome é reso celebre da personaggi che illustrarono le letteratura (es. Giuseppe Parini, Giuseppe Giusti), la musica (es. Giuseppe Verdi) e da due grandi italiani che servirono la patria con amore e con le loro fattive opere come Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi.
Come il Nilo produce abbondanti raccolti con i suoi aumenti annuali, così le tua famiglia aumenterà, con la figliolanze, la sue forza e la sua potenza.
GIUSTINIANO - Derivato da Giustino - Giustiniano fu il grande imperatore d'Oriente che lasciò una vasta traccia nella storia romana per la raccolta delle leggi, che rappresentano tuttora un prezioso materiale di consultazione per giudici e giureconsulti. - San Giustiniano, si festeggia il 23 agosto - Quanto al simbolo vedi Giusto.
GIUSTINO, GIUSTINA - Diminutivo di Giusto. - San Giusto martire, ricorre il 13 aprile; Sante Giustina da Padova, vergine martire, il 7 ottobre - Per il simbolo, vedi Giusto.
GIUSTO - Dal latino justus=giusto, retto, brobo, onesto. - San Giusto martire, patrono di Lecce, si festeggia il 26 agosto; San Giusto martire, patrono di Trieste, il 2 novembre.
"Se sei povero, non comprare la ricchezze con sacrificio della probità e dell'onore - Sappi attendere, perché la ruota della fortuna gira costantemente e un giorno passerà anche da te" (Anonimo).
GLAUCO - Del greco glaukos=verde turchino e precisamente: del colore del mare - In mitologia: Glauco fu ucciso delle proprie cavalle, rese furiose per opera di Venere, perché egli le aveva rese sterili - Bellissimo nome, anche se gli manca un vero significato. «Glauco » é il titolo di un bellissimo lavoro drammatico di Morselli.
GLICERA, GLICERO - Dal greco Glykera=mite, dolce - E' il nome simbolico delle donne amate e cantate dai poeti lirici latini Orazio e Tibullo.
San Glicero, vescovo di Milano, si festeggia il 20 settembre.
GODEVA o GODIVA - Deriva dall' Anglosassone e significa: dono di Dio - Narra la leggenda ricordata in una famosa novella di Tennyson, che Godeva moglie di Leofric conte di Mercia, donna pietosa e bellissima, allo scopo di liberare la città di Goventry da un gravoso balzello, accettò la ingrata condizione di cavalcare in stato adamitico nella pubblica via - Ma il suo pudore fu rispettato perché gli abitanti all' ora stabilita del suo passaggio si rinchiusero nelle loro case e chiusero tutte le imposte - Uno solo trasgredì alla parola d' ordine degli abitanti di Goventry, ma questi fu immediatamente punito con la cecità.
Lady Godeva é venerata in Inghilterra come una santa.
GOFFREDO - Dall' antico tedesco Gold=Dio e fried=pace, protezione=protetto da Dio - Famoso Goffredo di Buglione che fu il grande capitano della prima Crociata, colui che liberò Gerusalemme dal dominio Turco. - San Goffredo, si festeggia l'8 novembre.
Cammina impavido la tua strada ché giungerai certamente alla meta.
GOLIA - Deriva dall' ebraico e significa: passaggio, trasmigrazione - Questo nome richiama alla memoria quel famoso gigante che venne ucciso in singolar tenzone dal giovine Davide.
GONSALVO - Vedi Consalvo.
GONTRANO, GONTRAMO - Deriva dall'antico tedesco e significa=corvo di guerra. - San Gontramo, ricorre il 28 marzo.
GOTTARDO - Anche questo nome deriva dall' antico tedesco e significa: forte come Dio. - San Gottardo, ricordato il 5 maggio, invocato contro la malattia dei calcoli. - Più conosciuto in oggi come cognome.
GRATO - Il significato sta nell' aggettivo stesso, riconoscente, grato.
Santi Grato e Marcello, si festeggiano il 20 marzo.
"Viene lodato come grato chi narra del beneficio ricevuto; ma colui é più grato che dimentica del beneficio per ricordarsi del benefattore". (LUDWIG BORNE).
"Che cosa invecchia presto? La gratitudine". ( Aristotele)
£Nella maggioranza degli uomini la gratitudine è solo un desiderio velato di ricevere maggior benefici" (Rochefoucauld).

GRAZIA - Dal latino gratia=leggiadria, avvenenza, quindi leggiadra, avvenente, piacevole - Chi porta questo nome festeggia il suo onomastico il giorno della Madonna delle Grazie (2 luglio) - Ma c' é anche Santa Grazia che si festeggia il 16 aprile.
Questo nome gentile rivela una spiccata sensibilità artistica.
«Non é la bellezza che ispira la più profonda passione. La bellezza senza grazia é un uncino senza esca. La bellezza senza espressione stanca ». (EDMERSON)
"La grazia è per il corpo quello che è il buon senso per lo spirito" (RochefoucaulD)
"La grazie è la bellezza in movimento" (Lessing).
GRAZIANO - Vedi Grato di cui e una variante.
San Graziano vescovo di Tolone, si festeggia il 23 ottobre.
GRAZIELLA - Vedi Grazia.
GUELFO - Dall'antico tedesco Hwelf=cagnolino - I famosi Guelfi che provocarono tante lotte intestine nel medio-evo (Guelfi-Ghibellini) sono oriundi appunto dalla Germania superiore, dove avevano vasti possedimenti - Più conosciuto oggi come cognome.
GUERINO, GUARINO, GUERRINO; Dall'antico tedesco werin=il difensore, il protettore - «Guerrin Meschino» é il titolo di un periodico umoristico satirico lombardo che forse in origine trasse l' intonazione dall'antico romanzo cavalleresco del ciclo Carolingio intitolato «Guerrino detto il meschino».
San Guarino, si festeggia il 6 febbraio.
Proteggi gli innocenti e i deboli e la buona stella proteggerà te.
GREGORIO - Dal greco grecorei = vigilare, risvegliare - Significherebbe quindi: il vigilante. - San Gregorio Magno, festeggiato 12 marzo e invocato contro la gotta.
La perspicacia e l' acume saranno i fattori della tua fortuna.
GRISELDA - Pare derivi dall' antico tedesco e significhi: la vecchia eroina - E fu veramente una santa eroina la moglie di quel capriccioso Marchese di Saluzzo che la sottopose a dure ed aspre prove - Simbolo di fedeltà coniugale.
« Una donna senza tenerezza é una mostruosità sociale, ancor più di un uomo senza coraggio». (AUGUSTO COMTE).
GUALBERTO - Dal tedesco waldobert= splendente nel regno. - San Giovanni Gualberto, fondatore della congregazione dei vallonbrosani, ricorre il 12 luglio.
GUALTIERO - Dal germanico Walther=capo dell' esercito - Walter Scoot grande romanziere dell' epoca moderna. San Gualtiero, si festeggia il 22 luglio.
Sarai il capo saggio della tua numerosa famiglia che ti ripagherà dei tuoi sacrifici con l' affetto e la venerazione.
GUGLIELMO - Dall' antico tedesco Willhelm=cormposto di Will=volontà; helm=elmo; significa: colui a cui la volontà serve di elmo, ossia di difesa - Guglielmo Tell grande patriota svizzero che ottenne col suo valore l'indipendenza del suo paese - Guglielmo II, già il kaiser della Germania, detronizzato in seguito al primo grande conflitto mondiale.
San Guglielmo fondatore della congregazione di Montevergine, ricorre il 25 giugno - San Guglielmo di Norwich, protettore dei conciapelli, il 25 marzo.
Persisti con prudenza e tenacia nelle tue imprese e riuscirai; occorre solo volontà ferrea.
«Non ciò che l' uomo sa, ma ciò che vuole, decide del suo valore o no, della sua potenza o della sua impotenza, della sua beatitudine o della sua infelicità». (LINDNER).
GUIA - Questo nome fine e aristocratico fu scelto per la terza figlia della principessa Jolanda e del Conte Calvi di Bergolo.
GUCCIARDO - Anche questo pare derivi dall' antico tedesco e significhi: forte, coraggioso in battaglia. - San Guicciardo, si festeggia il 25 giugno.
« Se v' é qualche cosa più potente della sorte è il coraggio che incrollabile la sopporta » (E. GEIBEL).
"Consiglio che una volta sentii dare a un giovane "Fai sempre quel che hai paura di fare" (Ralph W. Emerson)

GUIDO - Dall' antico tedesco avido=saggio, colto; altri invece lo farebbero derivare dall'antico tedesco Witu=bosco - Abitatore dei boschi.
San Guido, si festeggia il 12 settembre.
"La tua saggezza sia la saggezza dei capelli bianchi, ma il tuo cuore, sia il cuore dell'infanzia innocente". (SCILLER).
"Saggio è colui che si stupisce di tutto" (Gide)
"L'arte di essere saggi è l'arte di capire a che cosa si può passar sopra" (William James)

GUIDOBALDO - Composto dei due nomi vedi Guido e Baldo.
GUISCARDO - La stessa origine etimologica di Guicciardo.
GUSTAVO - Deriva dallo svedese e significa lo scettro del Re - Quattro Re di Svezia portarono questo nome. - San Gustavo martire, festeggiato il 2 agosto.
Avrai nella vita posti di comando e di governo - Presentati con una buona preparazione e con piena coscienza e ti farai onore.

H
HILDA
- Dal tedesco= I' eroica guerriera. - Santa Hilda, ricorre il 17 novembre.

I
IBRAIM
- Variante di Abramo.
IDA -- Di etimologia incerta; pare derivi dal tedesco e significhi: eroina guerriera (vedi Hilda). - Santa Ida, ricorre il 15 gennaio e 13 aprile.
Siate energica col compagno della vostra vita, e ne sarete contenta.
IFIGENIA - Dal greco=donna di razza forte - Ifigenia, figlia di Agamennone e di Clitennestra, doveva essere sacrificata per impetrare il vento favorevole per i Greci. Ma fu salvata da Diano, che la Sostituì con una cerva. - Questa figura mitologica fornì l'argomento a molte tragedie antiche.
IGINO, IGINIO, IGINA - Dal greco = sano, e fig. prospero, rigoroso. - Sant' Igino papa lo si venera l'11 gennaio.
Alla prosperità fisica si accompagnerà la prosperità economica solo se saprai lottare con valore e perspicacia.
« Se avessi creato l' uomo e la donna, li avrei fatti di una forma diversa da quella che è prevalsa: avrei messo la giovinezza alla fine della vita umana. Ci sono insetti che nella loro ultima metamorfosi hanno le ali e non lo stomaco e rinascono in questa forma, purificata per amare un' ora e morire » (A. FRANCE).
IGNAZIO - Varie soluzioni: 1a dal latino ignis=fuoco; 2a dal greco ignatios=figlio.
Sant' Ignazio Loyola, fondatore dell' Ordine dei Gesuiti, ricorre il 31 luglio.
"Più un figlio ha costato lacrime agli occhi della madre e più caro é al suo cuore" (A.DUMAS, padre).
ILARIO - Dal latino hilaris=allegro, lieto. - Sant' Ilario papa, ricorre il 7 gennaio.
Sarai sereno e lieto, e serenità e lietezza apporterai alla tua famiglia.
ILDA --- Dal tedesco Hilda=guerriera. - Santa Hilda, ricordata il 17 novembre.
Sarai gentile, ma sostenuta e dignitosa.
ILDEBRANDO - Dal tedesco Hildebrand=ardimentoso in battaglia. - Ildebrando degli Aldobrandeschi fu un grande papa, conosciuto sotto il nome di Gregorio VII. Sant.' Ildebrando vescovo, ricorre il 22 agosto. Carattere forte e combattivo.
ILDEFONSO - Dal tedesco Hiltifuns=pronto alla battaglia. - Sant' Ildefonso, festeggiato il 23 gennaio. Sarai pronto e risoluto nelle tue azioni.
ILDEGARDA - Dal tedesco, Hildigard=ardimentosa in battaglia, guerriera.
Sant' Ildegarda, viene festeggiata il 17 settembre. - Nome romantico.
ILDEGONDA - Ha la stessa origine etimologica dei nomi precedenti=guerriera, lottatrice. - Nome poco diffuso. - Santa Ildegonda, ricordata il 20 aprile.
ILLUMINATO - Il significato sta nell' aggettivo stesso. Intendesi=illuminato dal Signore - Fra' Illuminato da Rieti fu uno dei primi seguaci di San Francesco. Nome caduto in disuso perché troppo pretenzioso. - Sant' Illuminato di Città di Castello, si festeggia l'8 luglio.
ILO - Pare derivi dal greco Ilios che era l'antica Ilio o Troia, la leggendaria città, che fu assediata per dieci anni e poi distrutta dai greci.
IMELDA - Dal latino Imelda=celeste eroina - Narra la leggenda che Imelda dei Lambertazzi di Bologna volendo morire insieme con l' amante Bonifacio de' Geremei, succhiò il sangue della sua ferita avvelenata per seguirne la stessa sorte. - Questo nome racchiude il simbolo dell' edera: «ove m' attacco muoio».
Santa Imelda Lambertini, domenicana, è ricordata il 12 maggio.
IMMACOLATA - Più che un nome, è un attributo di Maria Vergine. - Si festeggia l' 8 dicembre. - Carattere mite e pio.
INES - Variante spagnola di Agnese - Ines de Castro, donna bellissima, ma infelice, prima amante e poi moglie dell' infante don Pedro di Portogallo, fu fatta assassinare dal re Alfonso IV, padre di suo marito - Donna di amori fatali, distribuirete gioie e dolori agli uomini che vi attraverseranno la vita.
INNOCENTE - Variante di Innocenzo. - Sant' Innocente papa, ricordato il 22 giugno.
INNOCENZO, INNOCENZA -- Dal latino innocens=innocente, incolpevole.
Sant' Innocenzo vescovo, patrono di Tortona, si festeggia il 17 aprile; Sant'Innocenzo di Verona, celebrato il 14 marzo.
Sei destinato a recare nelle questioni pubbliche e private quella nota di serenità che tanto giova ai fini della giustizia.
« Che ci commuove di più dell' aperta innocenza dei fanciulli che é per noi uno specchio? di un viso sincero e di una fronte leale, sulla quale si dipinge ogni pensiero? della pura allegria del cuore, che presenta l' intera anima nella persona e innocente parla dagli occhi? ». (JACOBI).
"Gli innocenti appaiono incapaci, confusi, i colpevoli invece hanno sempre pronta una risposta" (Anonimo).

IOLANDA - Pare sia composto della radice greca ion=viola e della radice germanica land=paese, terra cioè: viola selvatica - Iolanda è la bionda fanciulla castellana della « Partita a scacchi » di Giacosa, vinta in amore dal paggio Fernando. - Bellezza selvaggia, amore sincero e appassionato.
Santa Iolanda, vedova del Duca di Polonia e figlia di Bela IV re di Ungheria, è festeggiata il 1° novembre.
«Una nobile donna è il più bel dono della Divinità. Più insigne é la virtù rappresentata da una nobile donna». (BENZEL STERNAU).
IOLE - Dal greco ion=viola. In mitologia: Iole era figlia di Eurito, desiderata ardentemente da Ercole che voleva sposarla; ma Deianira gelosa del suo amore mandò all' eroe la fatale camicia del centauro Nasso, che gli produsse la morte.
Attendi con fiducia e il tuo sogno si realizzerà - La felicità accompagnerà te sposa, te madre, infine te nonna circondata da una nidiata di nipotini.
IONA - Variante di Giona=colomba - Fu uno dei profeti minori - Nome caduto in disuso. - San Jona, ricorre il 6 agosto.
IONE - Dal greco ion-viola - E' una variante di Iole (vedi questo nome).
IOSE' - Vedi Giuseppe di cui è una variante spagnola.
IPPOCRATE -- Dal greco ippokrates=cavaliere - Ippocrate di Coo fu il più grande medico dell' antichità - Nome caduto in disuso.
IPPOLITO - Dal greco ippotytos=colui che scioglie la briglia ai cavalli - Appassionato alle corse dei cavalli giocherai e vincerai in un primo tempo - Bada però di non correre verso il precipizio come il mitologico Ippolito che fu trascinato per le rupi dai cavalli spaventati dall' apparizione improvvisa del mostro marino.
Sant' Ippolito carceriere, martire, lo si venera il 13 agosto, protettore dei carcerieri (vedi Cenni storici, alla fine).
IRENE - Dal greco cirene=pace - Irene da Spilimbergo fu una celebre poetessa e pittrice del secolo XVI.
Sant' Irene, celebrata il 21 febbraio e invocata per essere preservati dai fulmini.
Voi sarete apportatrice di pace e di serenità nella vostra famiglia.
« Qualunque cosa tu dica, dilla con voce soave, senza irruenza. Tutto è tollerabile forse dalla donna quando avviene soavemente ». (PANZINI).
IRENEO - Dal greco errenaros=uomo pacifico. - Sant' Ireneo vescovo, festeggiato il 28 giugno.
IRMA - Contratto da Irmina, che deriva da Irmin, il Dio dell' antica Germania - Simbolo di forza. - Sant' Irmina, festeggiata il 24 dicembre.
Carattere forte, energia maschia.
« Ciò che mi colpisce è l' impotenza della forza: dei due poteri, la forza e l'intelligenza é sempre la forza che finisce per perdere ». (NAPOLEONE).
ISABELLA - Dall' ebraico e pare significhi: la casta - Isabella di Castiglia, regina di Spagna, protettrice di Cristoforo Colombo. - Beata Isabella, ricorre il 22 febbraio.
Sensibile alle imprese eroiche, dovrete un giorno prestare il vostro fervido entusiasmo ed il vostro valido aiuto per il compimento di un ideale di giustizia.
ISABETTA - Vedi Elisabetta di cui é una variante.
ISACCO - Dall' ebraico=sorriso di Dio - Fu un grande patriarca degli ebrei, figlio di Abramo e di Sara, padre di Esau e di Giacobbe.
Sant' Isacco patriarca, si festeggia il 25 marzo.
ISAIA - Dall' ebraico=salute di Geova, cioè: del Signore - Grande profeta biblico.
Sant' Isaia profeta, ricorre il 6 luglio.
ISIDORO - Dal greco=dono d' Iside, dea egiziana, moglie di Osiride.
Sant' Isidoro vescovo, si festeggia il 4 aprile; Sant' Isidoro di Madrid, agricoltore, protettore dei contadini, ricordato il 15 maggio.
Dedicatevi alla coltivazione della terra che vi darà prosperità fisica ed economica.
ISMAELE - Dall' Ebraico=Iddio esaudì - Figlio di Abramo e di Agar.
Sant' Ismaele vescovo, celebrato il 16 giugno.
ISOLINA - Vedi Isotta di cui è una variante.
ISOTTA - Dall' antico francese isault =dominatrice - Questo nome richiama alla memoria i leggendari amori di « Tristano e Isotta », che fornirono l' argomento alla famosa opera wagneriana. - Carattere forte, spirito indipendente.
ISRAELE - Dall' ebraico=colui che combatte per il Signore. - Il patriarca Giacobbe si chiamava con questo soprannome, tramandato ai suoi discendenti, gli israeliti. - Sant' Israele, ricordato il 13 settembre.
ITALIA, ITALO - Questi nomi vengono di solito scelti per un omaggio alla nostra madre-patria. Sant' Italo martire, festeggiato il 19 agosto.
IVO, IVANOE - Di origine etimologica molto incerta; si danno varie soluzioni: 1a una variante di Giovanni; 2a dall' ebraico= chiarezza del Signore; 3a dall' antico tedesco= arco.
Sant' Ivo bretone (19 maggio o 27 ottobre), era un avvocato tanto caritatevole che fu chiamato l' avvocato dei poveri - Lo stesso fu poi assunto a protettore degli avvocati.
IVONE - Vedi Ivo, di cui è una variante femminile - Nome diventato di gran moda a inizio '900 per la canzonetta popolare dedicata ad Ivone.

J
JACOPO
- E' lo stesso nome di Giacobbe dell' antico Testamento, ed è una variante di Giacomo; vedi questo nome. - San Giacobbe patriarca, 5 febbraio.
JAGO - E' la traduzione spagnola di Giacomo - Santiago, capitale del Cile, prende il nonne da questo santo.

L
LADISLAO
- Di origine polacca; pare derivi da vladislau =glorioso signore, padrone. - San Ladislao, re di Ungheria, lo si ricorda il 27 giugno. Carattere aristocratico e sostenuto.
LALLO, LAO - Vedi Stanislao, di cui sono varianti.
LAMBERTO, LAMBERTA - Da tedesco Lambert= illustre nel suo paese.
San Lamberto vescovo, lo si festeggia il 14 aprile.
La tua fede, la tua generorsità ed il tuo altruismo ti porteranno ad un' alta carica sociale.
«La società esiste per il beneficio dei suoi componenti; non i suoi componenti per il beneficio della società ». (SPENCER).
LANCILLOTTO, LANCIOTTO - Questo come richiama alla memoria l' episodio storico di Paolo e Francesca, da Polenta, immortalato da D' Annunzio nel suo celebre capolavoro drammatico « Francesca da Rimini ».
San Lancillotto, la ricorrenza è il 27 giugno.
LANDO - Vedi Orlando di cui è un'abbreviatura.
LANDOLFO - Dal tedesco Landolf=lupo del paese, apportatore di vittoria.
San Landolfo vescovo, festeggiato il 7 giugno.
Tutte le imprese da voi organizzate e da voi dirette avranno fortuna.
LANFRANCO - Dal tedesco landfrank=liberatore del paese, o della patria.
San Lanfranco, vescovo di Pavia, festeggiato il 23 giugno.
Spirito indipendente e coraggioso, contribuirai con i tuoi scritti e con le tue, canzoni a conferire un maggior prestigio al tuo Paese.
« Una nazione libera può avere un liberatore; a una soggiogata tocca soltanto un altro oppressore ». (E. M. ARNDT)
LAODAMIA, LAUDAMIA - Dal greco laodàmeia=domatrice del popolo - Nome caduto in disuso.
LAPO - Vedi: lacopo di cui è una variante.
LAUDADIO, o semplicemente LAUDA -- Nome israelitico e significa: loda il Signore.
LAURA, LAURO - Pare derivi dal greco layros=esuberante, veemente - Questo nome è reso celebre da Madonna Laura, la bella, creatura, ispiratrice di Petrarca. - Santa Laura, festeggiata il 19 ottobre.
Carattere vivace, mente aperta e sveglia. Lotterai fino ai trent'anni dopo di che ti avvierai verso i sentieri fioriti della felicità e del benessere.
« L' amore è un fuoco temerario e volubile, ondeggiarne e diverso, fuoco di febbre che ora arde e ora declina, e che ci piglia in un punto solo». (MONTAIGNE)
LAVINIA, LAVINIO - Lavinia personaggio dell' « Eneide », sposa di Enea.
LAZZARO, LAZZARINA - Dall'ebraico el'azar=aiuto di Dio. Secondo la Bibbia N.T, Lazzaro, fratello di Maria e di Marta, fu risuscitato da Gesù Cristo il quarto giorno dalla sua morte. San Lazzaro si festeggia 17 dicembre e l'11 febbraio.
Lazzaro, il mendico lebbroso della Bibbia, diede il nome ai Lazzaretti e all'Ordine cavalleresco dei SS. Maurizio e Lazzaro sorto in origine per prestare soccorso ai lebbrosi. Il vostro profondo senso di pietà per le sventure umane vi procurerà la generale stima del popolo.
"La pietà è uno condimento a tutte le virtù che può avere un uomo". (S. BERNARDINO da Siena).
"Far distinguer l'uomo dagli animali può solo la virtù. Se l'uomo non è dotto, che importa questo? Importa ben che sia giusto ed onesto" (Centurie Piacentine)

LEA - Dal latino laea= leonessa. - Santa Lea, si festeggia il 22 marzo.
Come la leonessa difende i maestosi segreti della foresta vergine, così voi veglierete affinchè il vostro focolare domestico non sia contaminato dal profanatori della pace familiare.
« La donna nel paradiso terrestre ha sbocconcellato il frutto dell' albero delle scienza dieci minuti prima dell' uomo, e ha mantenuto poi sempre questi dieci minuti di vantaggio », (A. KARR).
LEANDRO - Dal greco leiandros'=uomo dolce, delicato. Secondo la mitologia il giovane Leandro, amava sì ardentemente Ero, sacerdotessa di Venere, che ogni notte attraversava a nuoto l' Ellesponto per farle visita, mentre ella dall'alto di una torre gli illuminava la via, con una fiaccola. Ma, ahimè, una notte di tempesta senza la fiaccola il bel Leandro annegò, ed Ero si gettò disperata nei gorghi del mare. - San Leandro, lo si ricorda il 27 febbraio.
LELIO - Di etimologia incerta: varie soluzioni: 1a dal greco lalos=arguto, faceto; 2° dal latino laevilius=sinistro, mancino.
La vostra arguzia intelligente vi procurerà qualche fastidio; ma alla fine vincerete su tutto e su tutti.
«Ti voglio dare un consiglio che giova in tutto: quanto più si è seri nella vita, tanto più si ha bisogno di spirito ». (VICTOR HUGO)
LELLO - Vedi Gabriello o Raffaello di cui è una variante.
LENA - Vedi Maddalena di cui è un' abbreviatura. Santa Lena, 12 novembre.
LEONARDO - Dal tedesco leonard-forte come leone. - San Leonardo, festeggiato il 6 novembre.
Usate pure della vostra, forza, ma badate che sia dominata dal vostro cervello e dal vostro cuore se volete conseguire la fortuna che il destino vi riserva.
« Dopo la forza non e' è più nulla di più alto che il suo dominio". (RICHTER).
LEONE, LEONINA - Dal latino leo=leone. - San Leone Magno, ricorre l'11 aprile.
Come il leone é il re della foresta, così voi sarete il capo amato e rispettato della vostra, numerosa famiglia, del vostro sodalizio, della vostra, prosperosa azienda.
LEONELLO - Vedi Leone di cui é un diminutivo.
LEONIDA - Dal greco leonidas=dall'aspetto leonino - Eroico condottiero di Sparta. - Forte di carattere e di membra. - San Leonida martire, la si venera il 28 gennaio; San Leonida, filosofo, il 22 aprile.
LEONILDA - Dal tedesco leonhild=fiera come leone in battaglia.
Santa Leonilda, è ricordata il 17 gennaio.
Il vostro carattere fiero vi alienerà la simpatia di chi non sa comprendervi; ma vi propizierà la considerazione del mondo intellettuale.
«Una donna d' animo generoso sacrificherà mille volte la vita per colui che ama e s' inimicherà per sempre con lui per una questione di orgoglio a proposito di una porta chiusa o aperta: si tratta di un suo punto d'onore». (STENDHAL)
LEONORA, LEONORO - Vedi Eleonora di cui è una variante.
San Leonoro vescovo, festeggiato il 1° luglio.
LEONTINA - Vedi Leonzio di cui è una variante al femminile.
LEONZIO - Dal greco leontios=leonino. - San Leonzio vescovo, lo si venera il 13 gennaio; San Leonzio soldato martire, il 10 marzo.
Ti distinguerai per il tuo aspetto marziale e per la tua fede viva.
LEOPOLDO - Dal tedesco leopold=colui che si distingue in mezzo al popolo per la sua audacia. - San Leopoldo, duca d' Austria, ricordato il 15 novembre.
Il tuo coraggio e la tua saggezza trascineranno la folla verso la conquista di ideali sempre più elevati.
« I popoli sono una cera molle: tutto dipende dalla mano che v' imprime il suggello ». (E. LABOULAYE).
LESBIA - Dall' isola di Lesbo, patria della poetessa Saffo. I martiri di Lesbo sono onorati il 5 aprile. - Nome rarissimamente usato.
LETIZIA - Dal latino laetizia= allegrezza - Antica dea pagana, rappresentata sotto forma di bellissima donna seduta con un bambino in grembo, con un fascio di spighe nella mano destra e una mela nella mano sinistra.
Distribuirete gioia e felicità a quanti vi circondano.
«La donna è per gli uomini un orizzonte ove s' incontrano cielo e terra. Un angelo e un demonio si conciliano in essa, come in nessun altro essere. La donna più soave e più nobile possiede almeno una palata di carbone infernale, ma non ve n' è una così infame che non porti in cuore un cantuccio di paradiso». (LUDWIG BORNE).
LEUCCIO - Dal greco leukos=bianco. San Leuccio vescovo, ricorre l'11 gennaio.
LEVI - Dall' ebraico lavah= attaccarsi ad alcuno - Nome ebraico; figlio di Giacobbe e di Lia, capo-stipite della tribù dei Leviti.
Rinsalderai i vincoli di affetto della tua famiglia.
LIA - Dall' ebraico leah= laboriosa, ma anche affaticata, stanca - Moglie di Giacobbe. - La vostra prodigiosa attività recherà il benessere a voi e ai vostri figli, ma non stancatevi troppo, è deleterio.
«La donna è debole, si dice, e non può sopportare cure ed affanni. Si dovrebbe in amore tener conto delle debolezze e dei difetti. Inesatto! Inesatto! La donna è forte come I' uomo, anche più forte ». (SOREN KIERKEGAARD)
LIBERALE - Uno degli attributi che si davano a Giove quando era invocato per la liberazione dai pericoli. - San Liberale, patrono di Treviso, ricorre il 27 aprile.
LIBERATA - Il significato sta nel participio stesso del verbo liberare.
Santa Liberata di Piacenza, festeggiata il 18 gennaio.
« Le donne sono come la natura, che annega in pochi minuti gli uomini che ha preteso di beneficare per tanti anni ». (UGO FOSCOLO, Epistolario).
LIBERIO - Vedi Liberio di cui è una variante. - San Liberio papa, festeggiato il 23 settembre, e invocato contro la malattia dei calcoli.
LIBERO - Varie soluzioni: 1a dal latino liber=libero, non schiavo; 2a da libare far libazioni, infatti è anche un nome di Bacco, dio del vino. - San Libero papa, festeffiato il 23 settembre.
Il vostro spirito di indipendenza e di superiorità vi allieteranno la simpatia dei pochi che non vi comprendono; ma alfine trionferete.
"La libertà é come la fortuna, dannosa a questo, utile a quello ",. (NOVALIS).
"La libertà non sta nello scegliere
tra bianco e nero, ma nel sottrarsi a questa scelta prescritta" (Adorno).
"La libertà come la carità deve innanzitutto cominciare da casa propria" (James Bryant Conant)
LIBORIO - Dall'ebraico libba or=luce del cuore, ispirazione. - San Liborio, festeggiato il 18 maggio.
LICINIO - Dal latino licinius=dai capelli fluenti - Gens licinia=illustre famiglia romana. - Un San Licinio, è ricordato il 13 febbraio.
Badate che il vostro carattere sentimentale non vi renda schiavo delle donne.
LICURCO, LIGURCO- Dal greco lytcoyrgos=cacciatore di lupi - Illustre legislatore spartano, le cui leggi mantennero il loro vigore per circa sette secoli.
Ai suoi concittadini: "Vivere non è respirare, bisogna agire!" (Licurgo)
LIDA - Pare derivi dalla radice celtica lid=gioia, festa, trionfo - E fu veramente un trionfo quello di Lida Borelli, celebre artista dell' espressione e regina dell'arte muta.
LIDIA - Nome etnografico=originaria dalla Lidia. - Santa Lidia, protettrice dei tintori, la si festeggia il 3 agosto.
Questo nome romantico di fanciulla s' incontra di frequente nelle odi e nei poemi degli antichi poeti latini che con tale pseudonimo cantavano la loro donna amata.
Di carattere mite ed affettuoso, darete gioia al fortunato che impalmerà la vostra mano.
« Quando si scrive delle donne, bisogna intinger la penna nell' arcobaleno e asciugar la pagina con la polvere delle ali delle farfalle ». (DIDEROT, Pensées).
LINO - Pare derivi dal greco linon=corda della cetra, filo di lino - Secondo altri invece trova la sua origine nella radice Ariana lan=risuonare; significherebbe =canzone mesta. - In mitologia: Lino, figlio di Apollo e di Tersicore, inventore dei versi e delle canzoni liriche. - San Lino di Volterra, II papa, successore di San Pietro, celebrato il 23 settembre. - Carattere dolcemente malinconico.
LINA - Può essere una variante di vari nomi: Carolina, Adelina, Angiolina ecc.; oppure il femminile di Lino (vedi questo nome).
Graziosa fanciulla, ben hai ragione di sorridere e di esser lieta - Il destino ha scritto il tuo nome con una penna d' oro. Sarai amata e felice.
San Limo, II papa, viene ricordato il 23 settembre.
« La donna ha questo in comune con gli angeli, che gli esseri che soffrono le appartengono ». (H. DE BALZAC, Eugenie Grandet).
LINDA - Variante di altri nomi come Ermenegilda o Teodolinda; ma può considerarsi anche come nome a sé stante. - Santa Linda, ricorre il 22 gennaio.
Frenate la vostra eccessiva prodigalità se non volete ridurvi alla miseria.
« Non vi è creatura che tanto si esalti per il sacrificio quanto la donna. Essere delicato, s' infiamma per tutto quello che le appare generoso. La donna si allontana dal fianco dell' uomo per ultima, anche dopo la speranza ». (F. D. GUERRAZZI, Beatrice Cenci).
LIPPO - Vedi Filippo di cui è una variante.
LISA, LISETTA - Vedi Elisa di cui è una abbreviatura.
LISANDRO - Dal greco lysarndros=uomo libero - Celebre generale spartano.
Spirito indipendente ed aristocratico.
LIVIO, LIVIA - Dal latino lividus=di colore giallo-scuro, livido - Gens Livia: illustre famiglia romana - Tito Livio: grande storico dell' antichità (59 a. C.).
Le vostre origini modeste non vi impediranno di salire verso la luminosa vetta della celebrità.
« Lo spirito dell' uomo è un giorno fulgido di sole; lo spirito della donna somiglia a una notte illuminata dalla luna; e il giorno più oscuro è più chiaro della notte più chiara. Ma il giorno oscura le stelle e fa terrena tutta la vita, e la notte evoca tutti i mondi, e fa celestiale la vita. Il giorno porta ardore, secchezza e odio, asciugando, illuminando tutto, dividendo le cose più affini, fin nelle loro ombre; la notte porta pace e consolazione e amore, e abolendo tutti i confini, affratella ciò che è nemico e straniero ». (LUDWIG BORNE)
LODOVICO, LODOVICA - Dal tedesco ludwig=glorioso combattente - Questo nome corrisponde a quello di Luigi, e si festeggia lo stesso giorno - Esiste però un onomastico particolare per le femmine che festeggiano l' 11 agosto Santa Ludovica di Savoia. - Mentre la Beata Lodovica Albertoni, è ricordata il 31 gennaio.
Spirito combattivo - Vincerai le aspre battaglie della vita, coprendoti di onori e di ricchezze.
« Ho notato che la Bibbia, quando si tratta di rimproverare agli uomini le loro pazzie o i loro delitti li chiama figli degli uomini, e quando si tratta di sciocchezze o di debolezze li chiama figli delle donne ». (CHAMFORT, Maximes et pensées).
LOLA - Vedi Lorenza di cui è una variante dialettale siciliana - Personaggio di «Cavalleria Rusticana» di Mascagni - Nome di battaglia di molte seducenti farfalline; dispensatrici d' amore.
«La bellezza è la chiave dei cuori; la civetteria é il grimaldello ». (P. MASSON, Les pensées).
LORENZO, LORENZA - Da Laurentium, antica città del Lazio, ora scomparsa, così denominata dal latino laurus= lauro, di cui pare la città fosse ricca.
San Lorenzo martire, patrono di Alba e di Tivoli, è festeggiato il 10 agosto; Beato Lorenzo Giustiniani, primo patriarca di Venezia, il 5 settembre.
Simbolo di pace, di tranquillità, di serenità di spirito.
«Invano è l' eremo, invano il Nirvana, invano sta il chiostro. Mettevano i monaci antichi le sciolte armate attorno alle mura dei conventi: ma Venere ride e penetra. E il beato Angelico da lei toglie i volti soavi. Crollano i conventi dei trappisti e dei buddisti quando tu appari: crollano i sistemi dei filosofi quando tu ridi ». (A. PANZINI, La lanterna di Diogene)
LOTARIO - Vedi Clotario di cui é una variante.
LUCA - Dal latino lux=luce. - San Luca, uno dei quattro evangelisti, 18 ottobre, protettore dei pittori.
Come faro luminoso, rischiarerete lo spirito dei vostri parenti e dei vostri amici ottenebrato dall' errore e dalla ignoranza.
«Sapere e conoscenza sono le gioie e i diritti dell'umanità: sono parti della ricchezza nazionale; spesso un surrogato dei beni che la natura ha ripartito in misura troppo scarsa ». (A. VON HUMBOLDT).
LUCIA - Dal latino lux=luce. - Santa Lucia vergine di Siracusa, invocata per le malattie degli occhi, si festeggia il 13 dicembre - Nome fine e simpatico, si addice a fanciulla buona, gentile e amata per le sue squisite doti - In vecchiaia sarete circondata da una nidiata di nipotini festanti.
« Ho, l'occhio della donna, che potenza! esso turba, invade, possiede, domina; sembra profondo e pieno di promesse e d' infinito ». (GUY DE MAUPASSANT).
LUCIANO - Dal latino lux=luce. - San Luciano martire, ricordato il 7 gennaio.
Il vostro carattere franco ed aperto vi aprirà una strada luminosa nella vita.
LUCILIO, LUCILLA - Varianti di Luciano.
LUCIO - Sempre dalla stessa voce latina lux=luce - Era in antico usato come prenome che i Romani davano ai bambini nati alla prima luce del giorno.
San Lucio martire, festeggiato il 5 marzo. - Per il simbolo, vedi Luciano.
LUCREZIA, LUCREZIO - Pare derivi dal latino: lucrum= guadagno, acquisto.
Santa Lucrezia vergine martire, viene ricordata il 23 novembre. - Gens Lucretia: antica famiglia romana.
L' avidità del guadagno non vi tolga la visuale dello scopo della vita che non si pasce di soli beni materiali.
« Dio di tre cose non ti fidare: del re, del cavallo, della donna. Il re tormenta, il cavallo fugge, la donna é perfida ». (Proverbio arabo).
LUDOVICO - Vedi Lodovico.
LUIGI, LUIGIA - Dal tedesco ludwig=glorioso combattente - Questo nome corrisponde a quello di Lodovico o Clodoveo. - San Luigi Gonzaga, lo si festeggia il 21 giugno.
Supererete le battaglie della vita con disinvoltura, grazie alla fermezza e alla costanza del vostro carattere che vi farà conseguire fortuna ed onori.
« L' aspirazione a una celebrità durevole é la più potente e principale molla dell'anima, é l' origine e il motivo che spinge gli uomini alla virtù, e che guida le azioni che li fa immortali ». (FRIEDRICH DER GROSSER).

M
MACARIO
- Dal greco makarios=potente, felice. - San Macario il grande, festeggiato il 15 gennaio; San macario il giovine, il 2 gennaio, protettore dei ciambellai o offellieri (vedi Cenni storici alla fine).
MACEDONIO - Oriundo dalla Macedonia. San Macedonio, ricordato il 13 marzo.
MACRINO, MACRINA - Varie soluzioni: 1a dal greco makros=lungo; 2a dal latino macer=magro. - Santa Macrina la vecchia, ricordata il 14 gennaio.
L' incertezza nelle tue decisioni ti lascerà sfuggire buoni affari. Osa!
MACROBIO - Dal greco makrobios=di lunga vita. San Macrobio, 13 settembre.
Siate saggio e spendetela bene - La vita è un dono che si deve sfruttare sapientemente.
MADDALENA - Dall'ebraico migdal=torre o presidio di Dio.
Santa Maria Maddalena, così chiamata perché originaria di Magdala, si festeggia il 22 luglio; Santa Maria Maddalena de' Pazzi, il 25 maggio; Santa Maddalena Albrici di Como, il 15 maggio.
Voi sarete il presidio prezioso e invulnerabile del vostro tempio familiare.
« Per far di voi, donne, la meraviglia terribile che voi siete oggi, per farvi diventare la causa indifferente e sovrana dei sacrifizi e dei delitti, ci sono occorse due cose la civiltà che vi ha dato i veli, e la religione che vi ha dato gli scrupoli. Da allora voi siete un segreto e un peccato, e noi vi sognamo e ci danniamo per voi ». (A. FRANCE, Le jardin d' Epicure).
MAFALDA - Questo nome regale appartenne già alla figlia di Sancio iI re del Portogallo e sposa di Enrico I re di Castiglia, la quale salì agli onori degli altari ed è venerata dalla Chiesa il 2 maggio e il 7 agosto - Fu scelto per un'altra regale (ma poi anche sfortunata) principessa, Mafalda di Savoia, terza figlia del re d'Italia.
« Dove ha l' umanità un tempio più bello del cuore della donna?». (Anonimo)
MAFFEO, MAFFIO - Varianti di Matteo.
MAGDA - Accorciatura di Maddalena.
MALACCHIA - Dall'ebraico mal-Akijah=nunzio di Dio. - San Malacchia, festeggiato il 3 novembre. - Sarete il messaggero di buone novelle.
MALVINA - Dal tedesco malwina=amica della giustizia - Secondo altri deriverebbe dal celtico e significherebbe: spirante dolcezza dagli occhi - I due significati si fondono mirabilmente perché se avete lo sguardo dolce e buono siete certamente giusta e proba.
« Una donna bella piace agli occhi, una donna buona piace al cuore: l' una è un gioiello, l' altra un tesoro ». (NAPOLEONE, Pensées)
MANASSE - Dall' ebraico manasseh=che fa dimenticare.
MANFREDO, MANFREDI - Dal tedesco manfred=colui che apporta pace e tranquillità. - Beato Manfredo di Milano, venerato il 27 gennaio.
Operando con saggezza e abilità, assicurerete il benessere e la felicità alla vostra famiglia.
MANLIO / A - Pare derivi dal latino mane= mattino - Era un prenome che gli antichi romani davano ai bambini che nascevano di buon mattino.- Sant' Anicio Manlio, festeggiato il 23 ottobre. - Lavoratore tenace e fortunato.
MANON - E' un diminutivo francese dei nome Maria.
« La donna vuol essere amata senza un perché; non perché é bella o buona o ben educata o graziosa o spiritosa, ma perché é. Ogni analisi le sembra una diminuzione, una soggezione della propria personalità a qualche cosa che la domina e la misura ». (HENRI FREDERIC AMIEL)
MANSUETO - Pare sia una contrazione della frase latina ad manum suetus=assuefatto alla mano altrui. - San Mansueto dei Savelli, vescovo di Milano, celebrato il 19 febbraio.
Il vero segreto della felicità consiste nell'accettare di buon animo gli eventi della vita. Voi quindi sarete felice.
MARA - Dall' ebraico mara=mesta, afflitta - E' usato anche come soprannome di Noemi. - Le vostre afflizioni derivano tutte da un esagerato timore della critica altrui. Scuotete il giogo della soggezione e sarete felice.
« Il broncio delle donne non é altro che una guerriglia, che esse conducono contro la potenza concentrata degli uomini, una guerra nella quale esse vincono sempre ». (LUDWIGE BORNE)
MARCANTONIO - Composto dei due nomi Marco e Antonio (vedi).
MARCIANO - Di etimologia sconosciuta - San Marciano martire, protettore degli armaiuoli, venerato il 4 gennaio.
MARCELLO, MARCELLA - Dal latino Marcellus, diminutivo di Marcus che significa martello - Nome di illustri personaggi romani.
San Marcello martire, ricorre il 16 gennaio; San Marcellino papa, il 26 aprile; Santa Martellina, il 18 luglio.
La vostra costanza funge da leva del destino. Perseverate a martellare e, come la goccia continua scava la pietra (gutta cavat lapidem) così voi vi aprirete il varco verso il trionfo.
"La Bibbia dice che la donna é l' ultima cosa che Dio ha fatto. Infatti deve averla fatta il Sabato sera: ci si sente una mano stanca" (ALEXANDRE DUMAS fils, Pensées)
MARCO - Dalla radice indiana marc=battere, distruggere, donde il sostantivo marcus=martello. - San Marco evangelista, è celebrato il 25 aprile. Ricordando il San Marco di Venezia, non possiamo non ricordare un altro famoso Marco, Polo il grande navigatore Veneziano. Per il simbolo, vedi Marcello.
« Chi sa governare una donna, sa governare uno stato ». (H. DE BALZAC)
MARCOLFO, MARCOLFA - Dall' antico tedesco markulf=il lupo che guarda i confini - Simbolicamente denota Odino, compagno di Wodan, il dio della forza teutonica - Marcolfa é la moglie dell'astuto Bertoldo protagonista del libro di Giulio Cesare Croce « Bertoldo e Bertoldino ».
MARGHERITA - Dal latino Margarita=perla - Una Margherita (di Savoia) fu la prima regina d'Italia, cugina e poi consorte di Re Umberto. - Santa Margherita regina di Scozia, festeggiata il 10 giugno. Margherita martire, patrona di Montefiascone, festeggiata il 20 luglio.
Nota figura di vezzosa fanciulla sublimata dal Goethe nel "Faust".
Siate fiera di portare questo nome che brilla di luce purissima come la perla, e dà gioia a quanti vi circondano.
«I miei soli libri furono gli occhi delle donne e non m' insegnarono che pazzie». (T. MOORE)
MARIA - Dall' ebraico miriam=signora, padrona. Ma altri lo fanno derivare da mariam che vuol dire "amarezza"e in senso traslato "dolore". - Una Maria biblica è la sorella di Mosè.
La grande diffusione di questo nome nel cristianesimo nulla toglie della sua bellezza.
Santa Maria, Madre di Gesù Cristo ( a ragione uno dei nomi più celebrati e usati dal cristianesimo) si festeggia l'8 settembre, giorno della sua natività. Ma in ogni zona d'Italia, esistono tradizioni diverse, principalmente col nome di "Madonna" di... del... ecc. ecc.
Se esiste un nome di donna perfetto, questo é Maria - Nome di dolcezza squisita e soavemente armonioso, conferisce a chi lo porta un senso di distinzione e di bontà. Lo spazio non ci permette di enumerare le donne che illustrarono questo nome; basti pensare che è il nome più diffuso in Italia, seguito da Anna, la madre di Maria.
« Noi guardiamo le stelle per due ragioni, perché sono luminose e perché sono impenetrabili. Ma abbiamo vicino a noi una luce più dolce, un mistero più grande, la donna ». (VICTOR HUGO, Les Miserables).
MARIANNA - Composto di due nomi Maria e Anna. - Santa Marianna di Gesù, festeggiata il 26 maggio.
MARIANO, MARIANA - Nome patronimico di Mario e di Maria. - San Mariano, ricordato il 1° dicembre.
MARINO, MARINA - Dal latino marinus=uomo del mare. - San Marino, fondatore e patrono della repubblica di San Marino, si festeggia il 26 dicembre; Santa Marina, il 17 luglio.
Rude nella forma, ma buono e generoso verso gli infelici, come suole essere la gente di mare.
MARIO - Tipicamente "Romano antico", ma verosimilmente di origine volsca e collegato all'etrusco. Significa "maschio", "uomo forte". A Roma lo si trova a partire solo dal secolo II a.C. e chi contribuì alla sua diffusione fu Gaio Mario.
Nel cristianesimo abbiamo un San Mario martire, lo si ricorda il 19 gennaio.
MARISA - Questo nome che ha raggiunto i fastigi della moda é composto di Maria e Luisa. - Santa Maria Luisa Vanot, delle Orsoline di Valenciennes, viene festeggiata il 17 ottobre.
MARSILIO - Originario di Marsilia.
MARTA - Vedi Maria di cui é una variante siriaca. Santa Marta, ricorre il 29 luglio.
MARTINO, MARTINA - E' un diminutivo di Marte, che è il dio della guerra.
San Martino, protettore dell' esercito e patrono di Lucca e di Belluno, festeggiato l'11 novembre.
"Si vis pacem, para bellum=se desideri la pace tienti pronto per la guerra, e se vuoi farti rispettare dal mondo esercita e allena i tuoi muscoli".
MARTIRE - Questo nome va unito di solito a quello di Pietro in onore di San Pietro martire che si festeggia il 29 aprile. C' é un San Martire degli Abruzzi, ricordato il 23 gennaio.
MARZIALE, MARZIO - Dal latino martialis=consacrato a Marte, dio della guerra.
San Marziale vescovo, ricorre il 30 giugno; San Marzio abate, il 26 agosto.
Celebre poeta latino - Simbolo di sacrificio generoso e produttivo.
MASANIELLO - E' la contrazione di Tommaso e di Aniello. Masaniello fu quel famoso pescivendolo che sollevò il popolo di Napoli contro gli Spagnoli oppressori.
MASO - Vedi Tommaso di cui è un' abbreviatura.
MASSIMILIANO - Contratto da Massimo e da Emiliano - Molti regnanti portarono questo nome, tra cui Massimiliano d' Austria, l' infelice imperatore del Messico. San Massimiliano, ricorre il 12 marzo. Vedi anche il seguente Massimo.
MASSIMO - Dal latino maximus, superlativo di magnus= grandissimo.
San Massimo vescovo di Torino, ricorre il 25 giugno. Statura morale elevatissima.
«L' ingegno é il contrario del denaro; meno se ne ha e più si é contenti». (P. MASSON)
MATELDA - Matilde di cui é una variante - Matelda é la guida gentile di Dante nel paradiso terrestre - Nome gentile che rivela una squisita grazia femminile.
MATILDE - Dal tedesco machtila=forte guerriera. - Matilde Serao nota scrittrice.- Santa Matilde, imperatrice di Germania, festeggiata il 14 marzo, protettrice delle ricamatrici. - Con la vostra tempra e con il vostro ingegno riuscirete a fare grandi cose.
«La natura volle far della donna il suo capolavoro; ma si sbagliò di tono, e lo prese troppo acuto ». (G. E. LESSING, Emilia Galotti).
MATTEO - Dall' ebraico mattiahon=l' uomo consacrato a Gèova.
San Matteo, apostolo ed evangelista, lo si festeggia il 21 settembre. - Carattere mite e ossequiante alle leggi umane e divine.
MATTIA - Vedi Matteo di cui è una variante. San Mattia vescovo, 30 gennaio.
MATURINO - Diminutivo di Matteo (vedi questo nome).
MAUD - E' la traduzione inglese di Matilde (vedi questo nome).
MAURILIO - Vedi Mauro di cui é una variante. San Maurilio vescovo, la ricorrenza è il 13 settembre.
MAURIZIO - Derivato da Maurus=oriundo dalla Mauritania, moro - Fu per una predilezione speciale per questo santo che Casa Savoia istituì nel 1434 l'Ordine militare di San Maurizio, fusosi, poi con quello di San Lazzaro (vedi questo nome). - San Maurizio si festeggia il 22 settembre.
Temperamento caldo e appassionato.
MAURO - Dal latino maurus=oriundo dalla Mauritania, moro. - San Mauro, dell'Ordine Camaldolese, venerato il 15 gennaio. Per il simbolo, vedi Maurizio.
MAX - Traduzione tedesca di Massimo o Massimiliano.
MEDARDO - Dall'antico tedesco math-ard=onoratissimo, festeggiatissimo.- San Medardo vescovo, la sua ricorrenza l'8 giugno.
I vostri successi economici e politici vi procureranno onori e gloria.
MEDORO - Pare derivi dalla stessa radice germanica math=onore, congiunto a heri=guerriero. Significa: colui che combatte per l'onore.
MEFISTOFELE - Dal greco mefistofilo= nemico della luce. E' il nome del diavolo, dio delle tenebre, nella celebre leggenda cantata dal Goethe e musicata dal Boito.
MEINARDO, MEGINARDO - Vedi Mainardo di cui è una variante.
San Meginardo, festeggiato il 26 settembre.
MELANIA - Dal greco melaina=nera. Santa Melania martire, la si ricorda l'8 gennaio. Carattere triste e malinconico.
MELCHIORRE o MARCHIONE - Dall' ebraico melek e or= re della luce - Uno dei tre re Magi venuti dall'Oriente a recar doni nella capanna di Gesù Bambino.
Si festeggia il 6 gennaio festa dell' Epifania.
San Melchiorre, sacerdote d' Antiochia, festeggiato il 28 ottobre.
Colle vostre ingegnose scoperte illuminerete la via del progresso.
MEMO - Vedi Guglielmo di cui é una variante.
MENANDRO - Dal greco menandros-uomo animoso, coraggioso.
San Menandro di Aquila, la sua ricorrenza il 1° agosto.
MENEGHIN - Variante dialettale di Domenico, in uso a Milano dove questo nome simboleggia il prototipo del buon milanese semplice ed arguto nello stesso tempo.
MENICO - Vedi Domenico di cui é una abbreviatura.
MENOTTI - Questo che era il cognome di quel martire Modenese morto sul patibolo per la patria (Ciro Menotti, 1831) venne poi assunto come nome in memoria di lui e in omaggio al suo sacrificio. Ardore patriottico e senso di altruismo.
MENTORE - Dal greco menos=intelligenza, saggezza.
Personaggio dell' Odissea e amico fedele di Ulisse e di Telemaco suo figlio.
« La saggezza non é altro che la scienza della felicità ». (DIDEROT).
MEO - Vedi Bartolomeo di cui é una abbreviatura.
MERCEDE - Nome di origine spagnola introdotto in onore della Madonna della Mercede che si festeggia il 24 settembre.
«Galantemente la donna é stata chiamata la regina della creazione. Questa corona, chi la conosce, la chiama corona di spine ». (M. GOLDSCHMIDT)
MICHELANGELO - Composto dei due nomi Michele e Angelo (vedi questi nomi).
MICHELE - E' il nome di un Arcangelo - Deriva dall' ebraico Micha-el=chi come Dio? cioé nessuno eguale a Dio - Pare sia stato il grido con cui furono cacciati dal cielo gli angeli ribelli.
Per questo motivo è il protettore dei poliziotti.
Il giorno di San Michele, festeggiato il 29 settembre, segna in Lombardia la data dei cambiamenti di casa, come il giorno di San Martino nel veneto.
Il senso ironico della frase «far la vita del Michelaccio» pare derivi dal significato del nome spagnolo miquelito, che era propriamente colui che col pretesto di partecipare al pellegrinaggio a San Michele, andava a zonzo senza lavorare. Tutta la vostra vita é dominata da un senso di orgoglio.
« Beato chi ha tanto orgoglio da non parlar mai bene di sé; e temendo coloro che l' ascoltano, non compromette i suoi meriti con l' orgoglio degli altri". (MONTESQUIEU)
MILLO, MILLA - Vedi Camillo di cui é una abbreviatura.
MILZIADE - Dal greco millos=rosso e aidos=pudore; significa: rosso dalla vergogna - Grande generale ateniese. - San Milziade o Melchiade papa, ricordato il 10 dicembre.
L' esagerato senso di responsabilità delle vostre azioni vi rende dubbioso e perplesso.
MIMMO, MIMMA - Variante di Emilio, Emilia.
MINERVA - Dall' etrusco menerfa=simbolo di intelligenza e di saggezza - E' infatti la dea delle scienze, delle arti e della guerra, e si rappresenta armata da capo a piedi con una lancia in mano e attorniata da strumenti scientifici.
Santa Minerva, la si festeggia il 23 agosto.
MINIATO - Di etimologia sconosciuta. San Miniato martire, ricorre il 25 ottobre.
MINO - Vezzeggiativo troncato di Guglielmo o di Giacomo.
MIRANDA - Dal latino= meravigliosa - Personaggio shakesperiano nel dramma «La Tempesta». - Questo bel nome si adatta a fanciulla dalle forme armoniose e dallo sguardo suggestivo.
«Perché la donna sia bella e perfetta, deve avere trenta bellezze. Tre cose bianche: la pelle, i denti, le mani; tre nere: gli occhi, i sopraccigli, le ciglia; tre rosse: le labbra, le gote e le unghie; tre lunghe: il corpo, i capelli e le mani; tre corte: i denti, le orecchie e i piedi; tre larghe: il petto, la fronte e lo spazio tra i sopraccigli; tre strette: la bocca, la vita e la caviglia; tre grosse: il braccio, la coscia e il polpaccio; tre sottili: le dita, i capelli e le labbra; tre piccole: i capezzoli, il naso e la testa ». (BRANTÔME, Dames galantes, II)
MIRANDOLINA - Diminutivo di Miranda - Protagonista del capolavoro del Goldoni che s' intitola "La Locandiera".
MIRIAM - E' la forma ebraica del nome Maria (vedi questo nome).
MODESTO, MODESTA - Dal latino modestus=modesto, moderato.
San Modesto, lo si festeggia il 12 gennaio.
La modestia esiste finché é taciuta. Il chiamarsi tali é già un segno di immodestia.
"Quasi tutti gli uomini grandi sono modesti: perchè si paragonano continuamente, non cogli altri, ma con quell'idea del perfetto che hanno dinanzi allo spirito, infinitamente più chiara e maggiore di quella che ha il volgo" (Leopardi).
"Nelle persone di capacità limitate la modestia è semplice onestà, ma in chi possiede un grande talento è ipocrisia" (Schopenhauer).
"Solo i poveracci sono modesti" (Goethe).

"Tutti i grandi sono modesti" (Lessing).
MOMO - Vedi Gerolamo di cui é una abbreviatura.
MONALDO - Dal tedesco munald=dominante nella gioia, cioè oltre modo lieto.
San Monaldo, viene festeggiato il 15 marzo.
La vostra letizia é segno di benessere fisico e di serenità di spirito. Sappiate conservarla e irradiarla tutt'intorno. Il mondo ve ne sarà grato.
MONDO - Abbreviatura di Edmondo e Raimondo. - San Mondo abate, 15 aprile.
MONICA - Dal greco monake=solitaria. - Santa Monica, Madre di Sant' Agostino, festeggiata il 4 maggio. Aspirazione alla vita monastica.
MOSE' - Pare derivi dall' ebraico masciah=salvato dalle acque - Secondo altri invece Mosè è sinonimo di Dio. - Legislatore degli Ebrei, della tribù di Levi.
Santi Mosè e Annuania martiri, si festeggiano il 18 gennaio.
MUZIO - Dal latino mutas=silenzioso, muto. - San Muzio martire, 22 aprile.
Non pentitevi mai del vostro silenzio, spesso più eloquente e significativo della parola.

N
NABORRE
- Dall' ebraico=luce del profeta. - San Naborre martire, 12 giugno.
a luce del Profeta vi farà conoscere la verità e il vero scopo della vita.
NANDO - Vedi Ferdinando, di cui é un'abbreviatura.
NANNA - Vedi Marianna, di cui é una variante, NANNI - Vedi Giovanni.
NAPOLEONE - Di etimologia incerta - Varie soluzioni: 1a dal greco napi=valle boscosa e leon=leone; 2a dal celtico nab=figlio e leon=leone, figlio di un leone; 3a dal latino neapolis=napoletano - A giudicare dalle meravigliose gesta del grande imperatore di Francia, si dovrebbe propendere per la seconda tesi.
San Napoleone, in origine San Neopulos, prima della successiva ascesa di Napoleone alla gloria, si festeggiava il 2 maggio, poi la festa venne differita al 15 agosto, genetliaco del Bonaparte - Tempra d'acciaio, coraggio leonino, astuto come una volpe, ambizione sfrenata.
NARCISO - Dal greco narkè=sopore donde la voce narcotico - Si sa infatti che il fiore così chiamato (narkissos) ha un potere antispasmodico, e sonnifero - In mitologia Narciso é figlio di Cefiso e di Liriope, il quale era così bello che tutte le ninfe lo amavano, ma egli non volle corrispondere a nessuna. Narciso un giorno nel rimirarsi in una fonte talmente si innamorò di se stesso che ne morì.
San Narciso, ricordato il 29 ottobre. - Simbolo di vanità e di torpore intellettuale.
NATALE, NATALIA - Dal latino nasci=nascere - Questo nome infatti si sceglie in omaggio alla natività di Gesù Cristo avvenuta l' anno 747 di Roma.
San Natale vescovo, lo si festeggia il 13 maggio; Santa Natalia, il 1° dicembre; Santa Natalia, protettrice dei corrieri, l'8 settembre.
L' avvenire vostro sarà radioso di pace e di felicità.
NATAN - Dall' ebraico natan=dare - Nome israelita.
NATANIELE - Dall' ebraico netan' el=dono di Dio - Anche questo è un nome israelita. - Per il simbolo, vedi Natale.
NAZARIO, NAZARO - Dall'ebraico nazar=consacrare, separare - Significa consacrato a Dio e quindi separato e isolato dagli altri.
San Nazaro martire, lo si venera il 28 luglio.
Simbolo di distinzione e di superiorità intellettuale.
NAZIO - Vedi Ignazio di cui é una variante.
NAZZARENO = oriundo di Nazaret, città della Palestina, dove Gesù Cristo passò la sua prima gioventù - Pare che questo fosse anche il nome degli appartenenti ad una confraternita, che s'imponevano il sacrificio di mantenersi puri, di astenersi dal vino, di non tagliarsi i capelli.
NEANDRO - Dal greco neos=nuovo e aner=uomo: Uomo giovane nel senso del latino homo novus=giovane uomo senza esperienza. Innocenza e dabbenaggine.
"Un uomo senza esperienza è come un bambino che comincia a camminare" (Centurie Piacentine)
NEERA - In mitologia é una delle ninfe amanti del sole.
NELLA - Può essere una variante sia di Giovanella che di Caterinella (vedi Giovanna e Caterina) - Nella è la vedova di Forese Donati, cantata nella «Divina Commedia» - Per quanto derivato, questo diminutivo é tanto diffuso che può considerarsi come nome vero e proprio - Si adatta bene a fanciulla buona e generosa.
« Che cosa é più leggero di una piuma? La polvere. E della polvere? Il vento. E del vento? La donna. E della donna? Nulla ». (Epigramma medievale)
NELLO - Abbreviatura di Leonello, Daniello o Gaetanello.
NENCIO, NENCIA - Varianti dialettali di Lorenzo, Lorenza.
NEREO, NEREA - Dal greco nèo=nuoto - In mitologia è il dio marino, figlio di Oceano e di Tetide, che sposò Doride dalla quale ebbe cinquanta figliole dette Nereidi o ninfe del Mare.
Santi Nereo e Achille martiri, lo si festeggia il 12 maggio; Santa Nerea vergine, il 25 dicembre.
« Le donne sono nell' amore come la morte: vengono, se non son chiamate, e non vengono se sono chiamate ». (CAMPOAMOR, Doloras)
NERINA - Dal greco neo=nuoto - Figlia di Nereo - Sotto questo nome Leopardi cantò una bellissima fanciulla bionda, Maria Belardinelli di Recanati.
Nome fine e gentile. Rivela animo buono e carattere mite.
NESTORE - Dal greco nestor=conduttore, guida, duce - La leggenda di questo personaggio mitologico si confonde con la letteratura - Nell' « Illiade » infatti troviamo un Nestore, re di Pilo, che visse trecent' anni e assistè alla guerra di Troia, coprendosi di onore, e distinguendosi per prudenza, eloquenza e valore.
San Nestòre martire, lo si festeggia l'8 ottobre.
Simbolo di esperienza e di saggezza.
«La tua saggezza non viene tanto dall'intelligenza quanto dal cuore ». (ROSEGGER)
NICANDRO - Dal greco nike=vittoria e aner=uomo, uomo vittorioso.
San Nicandro martire, festeggiato il 15 marzo; San Nicandro abate, il 15 settembre.
Riuscirete felicemente in tutte le vostre imprese.
NICEFORO - Dal greco nikephoros=apportatore di vittoria. - San Niceforo martire, ricordato il 9 febbraio; San Niceforo vescovo di Costantinopoli, il 13 marzo. - Nome caduto in disuso.
NICO - Traduzione slava di Nicola (vedi questo nome). San Nico vescovo, viene ricordato il 31 gennaio.
NICODEMO - Dal greco nikodemos=dominatore del popolo. San Nicodemo, discepolo di Gesù Cristo, si festeggia il 3 agosto.
Sarete un tribuno eloquente, suggestivo e fortunato.
« I padroni del popolo saranno sempre quelli che potranno promettergli un paradiso ». (REMY DE GOURMONT)
NICOLA - Dal greco nikolaos=vittorioso sulla folla. - San Nicola grande santo della Chiesa greca, che lo festeggia il 6 dicembre; detto anche San Nicola di Bari per esservi stati trasportati i resti mortali del santo che ivi si festeggia il 9 maggio; Beato Nicola dei Longobardi, celebrato il 12 febbraio; San Nicola martire, il 13 ottobre.
Eserciterete su quanti vi circondano un alto ascendente che vi procurerà gloria e onori.
" Le moltitudini, e in ciò è la loro bellezza, sono sensibili, profondamente sensibili all' ideale. La folla è una distesa liquida e viva che soffre ai fremiti. Una folla é una sensitiva". (VICTOR HUGO)
NICOLO' - Vedi Nicola di cui é una variante.
NICOMEDE - Dal greco nikomedes=principe vittorioso - La città di Nicomedia prese nome appunto dal suo fondatore Nicomede, re della Bitinia - Nome aristocratico, ma poco usato - Molti martiri cristiani furono immolati nella città di Nicomedia.
NINA - Diminutivo di Giovannina, Annina o anche Caterina - Questo nome, che corrisponde a Ninon francese e a Ninie inglese, conserva una certa qual grazia di sapore agreste - Carattere affettuoso e appassionato.
Santa Nina vergine, viene festeggiata il 14 gennaio.
« La vita della donna può esser ripartita in tre fasi: sognano l' amore, praticano I' amore, rimpiangono l'amore » (Anonimo)
NINO - Anche questo può considerarsi un diminutivo di Giovannino - Corrisponde al Nino spagnolo.
NOE' - Dall' ebraico noac=quiete, riposo - E' il famoso patriarca ebreo che per mezzo dell'arca, costruita per espiazione divina, salvò sé e la sua tribù dal diluvio universale - Secondo una canzonetta popolare, pare sia stato il primo a coltivare la vite e a fare il vino. - San Noé patriarca, protettore degli arsenalotti, è ricordato il 18 novembre. - Vita lunga e serena.
NOEMI - Dall' ebraico no'emi=leggiadra, bella, soave - Secondo la leggenda ebraica, Noemi figlia di Lamec fu l' inventrice dell' arte di filare e tessere - Dispensatrice di gioia, avrete uno sposo che vi adorerà e vi renderà felice.
" L' amata é latte, la sposa burro, la moglie cacio" (LUDWIGE BORNE)
NORA - Vedi Eleonora di cui é un' abbreviatura.
NORBERTO - Dal tedesco Norbert=splendore del settentrione.
San Norberto, viene festeggiato il 6 giugno.
Questo nome aristocratico bene si accoppia a gentiluomo d' Onore.
NORMA - Dal tedesco nordman= figura nordica - Norma è la protagonista del melodramma musicato dal Bellini - Creatura malinconica con accenti di passione e di fascino.
« Riman sempre vero che la donna è la più enigmaticaa creatura! Conoscerla esattamente, voler scandagliare i suoi sentimenti, é un lavoro delle Danaidi, per lo meno un miracolo » (BRACHVOGEL)
NUMA - Dal greco nomao=dirigere, distribuire, amministrare - Numa Pompilio fu il secondo re dell'antica Roma - Nome caduto in disuso.
NUNZIA, NUNZIATA, NUNZIO - Varianti di Annunziata.
Riceverete un buon messaggio.
«L' istinto della donna è uguale alla sagacia dei grandi uomini» (H. DE BALZAC).

O
OBERTO
- Dal tedesco andbert=illustre per le sue proprietà. - Grande storico genovese del sec. XII.
Sant' Uberto, patrono dei cacciatori, si festeggia il 3 novembre. Carattere rigido; sarete rispettato e tenuto dai vostri dipendenti.
« E' provato che una pariglia di buoni cavalli si fa largo e attira gli sguardi meglio di una pariglia di buone azioni ». (C. BINI)
OBIZZO - Da od=patrimonio. - Sant' Obizio di Brescia, celebrato il 4 febbraio.
Nome non comune; però con cognome bene appropriato potrebbe suonare bene (esempio: Obizzo degli Opezzi).
ODDONE, ODDO - Dal tedesco antico Odo, Otto = proprietà, patrimonio e metaforicamente= felicità dell'uomo ricco.
Sant' Oddo, vescovo di Wilton, viene ricordato il 4 luglio; Sant' Oddone abate, il 18 novembre.
Ricordatevi che vostra ricchezza sarà fonte di felicità per i vostri parenti ed amici, più che per voi.
"La ricchezza è una buona serva ma la peggiore delle amanti" (Bacone).
"Non lagnarsi della povertà è difficile, mentre è facile non andare orgogliosi della ricchezza" (Confucio).
"Te ne vai leggero se non hai niente; ma la ricchezza è un peso ancor più leggero" (Goethe).
"Al di sopra di una certa ricchezza non dovrebbe essere permesso di avere una bell'anima... Dico a Voi, accontentatevi di essere molto ricchi, non disprezzateci al punto di volerci fare a noi poveri del bene" (Jean Grenier).

ODERICO - Dal tedesco antico od-rik=grande patrimonio; ricchissimo.
Sant' Oderico da Pordenone, missionario francescano, è ricordato il 14 gennaio.
Sarete più ricco di doti spirituali che di beni materiali - Siatene lieto.
" Una gran ricchezza è una gran servitù ". (SENECA)
ODOACRE - Dal tedesco antico Odowakar=vigile custode del proprio patrimonio - Re degli Eruli che abbatté l'impero di Romolo Augustolo e si fece incoronare re d'Italia - Spirito invadente e conquistatore.
ODORICO - Vedi Oderico.
OFELIA - Nome creato da Shakespeare in "Amleto" per la gentile fanciulla pazza di amore e di dolore, che conferisce una dolce nota patetica a tutto il dramma. - Simbolo di gentilezza e di fragilità femminile.
«La bocca femminile è un fiore, e il pieno sviluppo di questo fiore é la parola: io t' amo ». (ROB. HAMERLING)
OGGERO - Dal tedesco audger=difensore del patrimonio -
Fedele alle tradizioni della famiglia e della patria. Sant' Oggero d' Olanda, lo si festeggia il 10 settembre.
OLAO - E' una variante italiana del nome scandinavo Olaf. Sant' Olaf II, re di Norvegia, si festeggia il 29 luglio.
OLGA - Dal russo olga=la santa. - Sant' Olga, secondo il calendario ortodosso, si festeggia l' 11 luglio. Ma poiché la stessa, nei convertirsi al Cristianesimo si fece battezzare con il nome di Elena, la Chiesa Cattolica festeggia il nome il 18 agosto, giorno di Sant'Elena.
Sbarazzina in fanciullezza, gaudente in giovinezza, santa in vecchiaia.
« Dagli occhi delle donne derivo questa dottrina: esse sono il terreno, i libri, le accademie, donde zampilla il vero fuoco di Prometeo ». (SHAKESPEARE)
OLIMPIA, OLIMPIO - Dal greco olympios=che abita l'Olimpo, cioè: la dimora degli dei. - Sant' Olimpia vedova, festeggiata il 17 dicembre; Sant'Olimpio martire, il 15 febbraio.
Chi porta questo nome è l' idealista che vaga col pensiero nel cielo dei sogni, e trascura la realtà della vita pratica.
« Una donna dice tutta la verità a Dio, quasi tutta la verità al confessore, la metà della verità al suo amico, un ventesimo di verità a colui che ama. Vedete bene che gliene resta assai poca per colui che non ama ». (PIERRE WEBER)
OLINDO - Vedi Olinto.
OLINTO - Pare derivi dal celtico e significhi: tutto fuoco, impetuoso - Non tutti forse sanno che il vero nome del poeta burlone Lorenzo Stecchetti era Olindo Guerrini. - Temperamento caldo e appassionato.
OLIVA, OLIVO - Simbolo di pace. - Sant' Oliva, vergine martire, si commemora il 10 giugno. - Carattere equilibrato e sereno. Avrete certamente fortuna.
OLIVIERO, OLIVIERA - Varie soluzioni: la dal latino olivum=olio e fig.=balsamo; 2a dal tedesco heil e wher=salute e difesa. - Sant' Oliviero, si festeggia il 27 maggio; Santa Oliviera vergine, il 3 febbraio.
Nome diffuso fra gli antichi cavalieri del ciclo carolingio.
Se amate che vostro figlio affidi alla spada la rivendicazione dell' onor suo e della sua famiglia, conferitegli decisamente questo nome cavalleresco.
OMERO - Dal greco omeros=pegno, ostaggio - Altri lo fanno derivare da hòmeros=cieco - Il più grande degli antichi poeti greci, autore contestato dell' «Illiade» e dell' «Odissea», due opere la cui fama mondiale sfidò i secoli.
Il vostro fervido ingegno e la vostra vasta cultura vi porteranno alla gloria.
« Popoli, ascoltate il poeta, ascoltate il sognatore sacro. Nella vostra notte, che senza di lui sarebbe tutta buia, lui solo ha la fronte illuminata ». (VICTOR HUGO)
OMOBONO - Dal latino homobonus=buon uomo. - Sant' Omobono, santo cremonese, protettore dei sarti, festeggiato e invocato il 13 novembre.
Ma è purtroppo simbolo di semplicioneria e di minchioneria.
ONESIMO, ONESIMA - Dal greco onesimo=utile, benefico. Sant' Onesimo vescovo, festeggito il 13 maggio; Santa Onesima martire, il 16 febbraio.
Nome caduto in disuso.
ONESTO, ONESTA - Dal latino honestus=onesto, galantuomo.
San Onesto martire, celebrto il 16 febbraio; Santa Onesta martire, il 18 ottobre.
"In un nome onesto c' é un forte baluardo". (BULWER LYTTON).
"A molti non mancano che i denari per essere onesti" (Carlo Dossi).
"Pribitas laudatur et alget= L'onestà è lodata e muore di fame" (Giovenale)
.
"Ma è un uomo onestissimo! - E che diavolo volete che sia? E' la sola virtù che rimanga alla gente da poco" (Stendhal).
ONOFRIO - Pare derivi dal greco onos=prezzo, mercede e dal verbo phèrein=portare - Colui che dà il giusto compenso. - Sant' Onofrio anacoreta, viene ricordato il 10 giugno.
ONORATO, ONORATA - Ha il significato dell' aggettivo da cui deriva=persona proba e onorata. - Sant' Onorato, vescovo di Milano, festeggiato l'8 febbraio; Sant' Onorato di Vercelli, il 28 ottobre; Sant' Onorata verg. l'11 gennaio.
« Tutti hanno cara la vita, ma il brav' uomo tiene l' onore molto più prezioso della vita ». (SHAKESPEARE)
ONORINA - Diminutivo femminile di Onorio. Sant' Onorina vergine martire, festeggiata il 27 febbraio.
ONORIO, ONORIA - Di etimologia incerta - Pare comunque derivi dal latino honor=onore. - Sant' Onorio vescovo di Brescia, festeggiato il 24 aprile; Sant' Onoria vergine, l' 11 gennaio.
"Gli onori barattati con l'onore finiscono per essere degli òneri". (Anonimo)
ORAZIO - Dal greco orates=colui che vede e fig. il chiaroveggente - Orazio Fiacco grande poeta lirico della latinità.
« La poesia é il perpetuo sforzo di esprimere lo spirito della cosa, di penetrare il corpo bruto, e di cercare la vita e la ragione che lo fa esistere ». (EMERSON)
ORESTE - Dal greco orestes=montanaro, abitatore dei monti e fig.: amante delle eccelse cime - In mitologia: Oreste, figlio di Agamennone e di Clitemnestra, uccise la madre, la quale si era resa complice nell' assassinio del padre; per ordine dell' oracolo si recò poi in Tauride per esser sacrificato e purificarsi dei suoi falli. La leggenda venne immortalata nelle tragedie di Eschilo, Sofocle e di Vittorio Alfieri. - Sant' Oreste martire, lo si ricorda il 13 dicembre.
Membra solide, cervello fino e acuto.
ORETTA - Variante di Laura, Lauretta. Chi non conosce Madonna Oretta legga il «Decamerone » (giornata VI) del Boccaccio.
"Non si può sapere che cos' é una donna, finché non si é vista una donna innamorata". (T. GAUTIER)
ORFEO - Di etimologia sconosciuta - In mitologia figlio di Apollo e di Calliope, suonava la lira con tale dolcezza che gli alberi e i sassi si commuovevano, i fiumi sospendevano il loro corso, e le bestie feroci gli facevano corona per ascoltarlo. - Squisita sensibilità artistica.
ORLANDO - Dal tedesco antico roland=glorioso nel suo paese. - Beato Orlando de' Medici, ricordato il 15 settembre.
Uno dei cavalieri della tavola rotonda cantato nella « Chauson de Roland » e nell' « Orlando Furioso » dell' Ariosto.
Mente aperta, cultura vasta, eloquenza forbita saranno i fattori della vostra gloria.
"La gloria come la luce, é più utile a coloro che ne risentono gli effetti, che a coloro che ne sono rivestiti". (Plutarco).
"La gloria è il sole dei morti" (Balzac).
"Il tempo non si ferma ad ammirare la gloria: se ne serve e passa oltre" (Chateaubriand).
"La più alta forma di vanità è l'amore per la gloria" (G. Santayana).

ORONZIO, ORONZO, ORONTE - Dal greco oro=eccitare. - Sant' Oronzo, patrono di Lecce, si festeggia il 26 agosto. Ma da tempo è un nome caduto in disuso.
ORSO - Dal latino ursus = orso, l' animale feroce che tutti conosciamo.
Sant' Orso di Ravenna, festeggiato il 13 aprile.
La vostra selvatichezza vi renderà ostile a molti; ma non preoccupatevene; le consolazioni vi verranno tutte dalla famiglia.
ORSOLA - Variante femminile di Orso (vedi). - Sant' Orsola, ricorre l'11 ottobre.
ORTENSIO, ORTENSIA - Dal latino hortensis=coltivatore dell' orto - Ortensio, celebre oratore romano. - Sant' Ortensio vescovo, festeggiato l'11 gennaio.
Coltivate bene l' orto e la famiglia e la prosperità entrerà nella vostra casa.
OSCAR - Dal tedesco antico oskar=guerriero di Dio - Oscar é uno degli eroi cantati nei poemi di Ossiam, di cui é figlio.
Sarai chiamato a difendere l' onore tuo e della tua famiglia.
OSEA - Dall' ebraico hoscea=liberazione, salvamento; significa: il salvatore.
Sant' Oséa profeta, festeggiata il 4 luglio. - Nome ormai caduto in disuso.
OSTILIO - Dal latino hostis=nemico - Terzo re dell' antica Roma.
OSVALDO - Dal tedesco antico oswald=potente come Dio - Protagonista del dramma « Gli spettri » di Ibsen.
Sant' Osvaldo, re di Nortumberlania, festeggiato il 5 agosto; Sant'Osvaldo vescovo, il 28 febbraio.
La vostra potenza si tradurrà in felicità per gli umili.
OTTAVIO, OTTAVIA, OTTAVIANO -- Appartiene a quei nomi ordinali che gli antichi romani davano ai loro figli per ricordarne il numero, come Secondo, Quintino, Sesto, Settimo, ecc.
Ottaviano Augusto fu il primo imperatore romano, discendente dalla gens octavia, una delle più illustri famiglie antiche.
Sant' Ottavio martire, festeggiato il 20 novembre; Sant'Ottaviano patrono di Volterra, onorato il 2 settembre.
Sarete fortunato perché potrete usufruire dell' esperienza di chi vi vuol bene.
OTTONE - Vedi Oddone. - Sant' Ottone, patrono di Ariano, festeggiato il 20 marzo; Sant' Ottone vescovo, il 2 luglio. - Nome caduto in disuso.
OTTORINO - Dal tedesco otheri=colui che combatte per il suo patrimonio - Altri lo ritengono un diminutivo di Ottone, Oddone (vedi questo nome) - Ottorino Visconti, personaggio storico del secolo XIV reso popolare dal Grossi col suo romanzo « Marco Visconti ».
Sarete un valoroso difensore delle sacre memorie della vostra famiglia.
« Nessun peso è più grave di quello delle memorie: ed é forse per questa ragione che i vecchi, come quelli che ne hanno tante, vanno con passo molto tardo ed hanno quasi tutti la schiena curvata ». (A. PANZINI)
OVIDIO - Dal latino ovis=pecora. Ovidio Nasone grande poeta latino, autore delle « Metamorfosi ». - Sant' Ovidio vescovo, celebrato il 3 giugno.
Carattere mite e patetico.
"I poeti hanno cento volte più buon senso dei filosofi. Cercando il bello, essi incontrano più verità che non ne trovano i filosofi cercando il vero". (J. JOUBERT, Pensées)

P
PACIFICO
- Dal latino pacificus=pacifico e apportatore di pace.
San Pacifico di Ceredano, lo si commemora il 5 giugno.
« La pace é tal bene che non si può desiderarne uno più caro, né possederne uno più utile ». (SANT' AGOSTINO, De civitate Dei)
PAGANO - Da pago= significa proveniente dal villaggio, che aveva i suoi riti, e quindi dalla Chiesa indicato come sinonimo di infedele, idolatra. - Tuttavia creò un San Pagano, di Lecco, martire, venerato il 26 dicembre.
Oggi Pagano viene usato più come cognome, che come nome.
PALLADE, PALLAMEDE - Dal greco Palamèdes=consiglio sul palmo della mano, chiromante - Antico re di Euba, si dice inventore dei giochi della dama, degli scacchi e dei dadi. - San Pallade eremita, ricordato il 28 gennaio; San Pallade vescovo, il 10 aprile.
"Oh! grande e rara virtù possedere il dono della chiaroveggenza" (Anonimo).
PALMIRA - E' il nome di un' antica città della Siria e significa: città delle palme.
Si festeggia la Domenica delle Palme che ricorda l' ingresso trionfale di Gesù Cristo in Gerusalemme.
Trascorrerete una vita tranquilla, protetta dalla grande ala di un amore sempre sereno.
« Non bisogna domandare mai alle donne quello che non ci possono dare: esse spesso sono sublimi soltanto per sbaglio ». (BARBEI D' AUREVILLY)
PAMFILO, PANFILO - Dal greco pamphilos= amico di tutti. - Panfilo Castaldi, famoso tipografo del Sec XV, di Feltre, si vuole sia l'inventore della stampa a carattere mobili, prima ancora di Gutemberg - (Vedi in "Invenzioni" Tab. 4)
San Panfilo, vescovo di Sulmona, festeggiato il 28 aprile.
« Una delle più grandi consolazioni in questa vita é l'amicizia, e una delle consolazioni dell' amicizia é quella di avere a chi confidare in segreto ». (A. MANZONI, Promessi Sposi)
PANCRAZIO - Deriva dal greco e significa: lottatore.
San Pancrazio martire, festeggiato il 12 maggio.
Spesso gli uomini di più umile origine hanno potuto elevarsi ai posti più alti per mezzo dell' abilità e della volontà. Sono lottatori trionfanti della vita. Coraggio, a voi non mancano i mezzi.
PANTALEONE - Dal greco pantaleon=sempre leone in tutto - Corrisponde alla maschera veneziana Pantalon, che rappresenta il tipo del vecchio eternamente innamorato e costantemente gabbato.
San Pantaleone medico, martire, patrono di Crema, festeggiato il 27 luglio.
« Dopo la forza non c' é nulla di più alto che il suo dominio ». (J. P. FRIEDRICH RICHTER)
PAOLO, PAOLA - Dal latino paulus=piccolo. - San Paolo protettore dei tappezzieri fu uno dei più efficaci propagatori della fede e si festeggia il 29 giugno, giorno di San Pietro. - San Paolo Elbatico, protettore dei bottari, il 1° novembre; San Paolo monaco, protettore dei fornai, l'8 febbraio. -
« Paolo e Virginia » è il titolo di un romanzo di Bernardin de Saint Pierre, capolavoro unico nel suo genere, che descrivendo l' amore di due adolescenti ingenui in un ambiente paradisiaco, fa della sublime poesia.
Questo nome richiama alla memoria i leggendari amori di Paolo e Francesca troncati dalla gelosia sanguinaria di Lancillotto Malatesta fratello di Paolo e marito di Francesca; il che forma oggetto di uno dei più belli episodi della «Divina Commedia» di Dante Alighieri, e di un capolavoro drammatico di Gabriele D' Annunzio: « Francesca da Rimini ».
Questo nome romantico, rivela un animo sensibile ai problemi dello spirito e avido di penetrare i misteri dell'amore.
« Amor al cor gentil ratto s' apprende » (DANTE ALIGHIERI, Vita Nuova)
PAOLINO, PAOLINA - Diminutivo di Paolo. - San Paolino, patrono di Nola, si festeggia il 22 gennaio. San Paolo di Aquileia, l'11 gennaio. - Per il significato ed il simbolo, vedi Paolo.
PARIDE - Dal greco pàris=lottatore, battagliero - Narra la leggenda che Paride, figlio di Priamo, re di Troia, chiamato da Giove a giudicare della bellezza di Giunone, Pallade e Venere, offri a Venere, in segno di preferenza, il pomo d'oro, e questa, gli dimostrò la sua riconoscenza donandogli Elena di Grecia, la più bella donna del mondo allora conosciuto.
San Paride di Teano, festeggiato il 5 agosto.
Simbolo: combattivo, risoluto e sempre vittorioso. Chi porta questo nome continuerà a strappare i successi del suo illustre antico omonimo, in qualunque attività o impresa.
PARISINA - Di etimologia sconosciuta - Moglie di Nicolò III d' Este, fatta decapitare dal marito per i suoi amori incestuosi col figliastro - L' episodio fornì argomento ad un melodramma dei Somma, musicato da Donizetti e ad un'altra opera musicale recentissima del Mascagni.
« L' amore é una goccia celeste, caduta nel calice della vita per temperarne l'amarezza ». (Anonimo)
PARTENNIO - Di etimologia sconosciuta. - San Partennio, martire, protettore dei custodi e maggiordomi, lo si onora il 19 maggio.
PASQUA - Dall'ebraico pesach=passaggio - Infatti gli Ebrei con questo nome ricordavano solennemente l' episodio del passaggio del Mar Rosso - La Chiesa cristiana ha mutuato e conservato lo stesso nome per celebrare la Risurrezione di Gesù Cristo, che ricorre la prima domenica dopo il primo plenilunio di primavera (dal 22 marzo al 25 aprile).
Chi porta questo nome festeggia il suo onomastico il giorno di Pasqua.
"Per andare da questo inondo all' altro, si attraversa un mare; forse per ciò si dà alla culla la forma di una barca". (VENTURA RUIZ AGUILERA)
PASQUALE - Questo nome probabilmente venne introdotto per ricordare la grande solennità della Risurrezione di Cristo (vedi Pasqua).
S. Pasquale, protettore delle ragazze da marito, lo si festeggia il 17 maggio.
PATRIZIO - Dal latino patricius=uomo di nobile stirpe. San Patrizio, apostolo dell'Irlanda, lo si festeggia il 17 marzo.
« La sola, l' unica nobiltà é la virtù ». (GIOVENALE, Satire)
PATROCLO - Dal greco patroclos=gloria della patria. - San Patroclo di Troia martire, festeggiato il 21 gennaio.
« Vero patriottismo non é quello che solo nelle occasioni grandi e solenni si scuote, si scalmana e rodomonteggia; ma si quello che quotidianamente, ordinatamente, instancabilmente procaccia il bene comune, e di ciò non si vanta ». (A. GRAF, Ecce homo)
PELAGIO, PELAGIA - Dal greco pelegios=marittimo, lupo di mare. - Santa Pelagia martire, ricorre il 23 marzo; San Pelagio vescovo, il 25 marzo.
PELLEGRINO, PELLEGRO - Dal latino peragrare=viaggiare, andare in pellegrinaggio. - San Pellegrino, ricordato il 1° agosto.
« La vita é un libro, del quale non ha letto che una pagina sola chi non ha visto che il suo paese natio ». (F. PANANTI, Avventure e osservazioni)
PENELOPE - Dal greco penelope=tessitrice - Infatti, secondo la leggenda, Penelope, moglie fedelissima di Ulisse, di giorno tesseva e di notte disfaceva la tela per prender tempo e sottrarsi ad un secondo matrimonio che avrebbe dovuto contrarre a lavoro ultimato.
Il lavoro e il miglior medico del dolore. Nell' affanno o nel disinganno lavora ostinatamente, e te ne convincerai.
PERFETTO - Dal latino perfectus=completo, perfetto.- San Perfetto, 18 aprile.
«Chi con perspicacia si dichiara limitato è vicinissimo alla perfezione». (GOETHE)
PERICLE - Dal greco pericles=circondato di gloria - Celebre oratore e statista ateniese.
« La gloria é come un cerchio nell' acqua, che non cessa mai d' allargarsi, finché, a furia di spandersi, si sperde nel nulla ». (SHAKESPEARE)
PERPETUA - Dal latino perpetuus=immutabile, perpetuo. Ricorda la famosa domestica di Don Abbondio. - Una Santa Perpetua, è celebrata il 7 marzo.
Non disperarti se ti é contraria la sorte, le disgrazie non ti accompagneranno per molto tempo. Anche la sfortuna come la fortuna spesso si stanca.
PERSEO - Dal greco prethein=incendiare, saccheggiare. Questo eroe mitologico, con lo scudo di Minerva tagliò la testa a Medusa.
PETRONILLA - Vedi Petronia, di cui é una variante. Santa Petronilla, 31 maggio.
Il matrimonio ti procurerà grande felicità.
PETRONIO, PETRONIA - Variante di Pietro - Dal latino peira=pietra - Petronio arbitro delle eleganze, reso popolare nel « Quo vadis » di Sienkiewicz.
San Petronio vescovo e patrono di Bologna, lo si celebra il 4 ottobre. San Petronio vescovo di Verona, il 6 settembre.
Carattere forte, amore duraturo e sincero.
PIETRANTONIO - Composto dei due nomi: Pietro e Antonio (vedi questi due nomi).

PIETRO, PIERA - Da peira=pietra - E' il nome dato da Gesù Cristo all' Apostolo Simone quale simbolo della sua fede, solida come una pietra: «Tu sei Pietro e su questa pietra io edificherò la mia Chiesa». - San Pietro, si festeggia il 29 giugno, ed è il santo protettore dei pescatori. - Pietro detto il banchiere in Alessandria, che mori in concetto di santità, è protettore dei Banchieri. (vedi: Cenni storici, alla fine)
Il tuo matrimonio sarà la pietra basilare di numerosa e fortunata progenie.
« La società e la famiglia sono simili all' arco di un palazzo: tu ne togli una pietra e tutto crolla ». (TALMUD)
PINDARO - Di etimologia sconosciuta. Celebre poeta lirico Tebano.
PINA, PINO - Variante di Iacopo o di Giuseppe.
PIO, PIA - Dal latino pius=ossequiente a Dio - Questo nome richiama il triste episodio di Pia de' Tolomei immortalato dai versi di Dante Alighieri.
San Pio I papa, si festeggia l'11 luglio; San Pio V di Bosco Marengo, il 5 maggio.
« Prega! Non c'è che un vero Dio, giusto nella sua clemenza; in lui tutto finisce, in lui tutto ricomincia ». (VICTOR HUGO)
PIPINO - Dalla radice tedesca bib=muoversi.
« Se vuoi essere migliore, caro amico, viaggia ». (GOETHE, Epigramme)
PIRRO - Dal greco pyrros=biondo, rosso, del color del fuoco - Pirro re dell'Epiro, nemico acerrimo dei romani, riuscì in varie circostanze a vincerli in combattimento, ma con tali sacrifici di uomini e di danaro che le vittorie di Pirro hanno tutt' oggi il significato di vittorie senza gloria e senza vantaggi.
PISANA - Questo nome che era abbastanza diffuso a Venezia, specialmente nel passato, pare abbia riscontro in un senso di devozione e di deferenza verso la nobile famiglia veneziana Pisani, per i benefici da questa ricevuti.
PITAGORA - Nome del grande filosofo e matematico greco che inventò il teorema detto «di Pitagora», e del movimento filosofico pitagorismo.
« La scienza dell' uomo é come l' acqua, che un po' discende dall' alto, e un po' zampilla dal di sotto; cioè un po' informata dalla luce della natura e un po' ispirata dalla divina rivelazione » (BACON)
PLACIDO, PLACIDA - Dal latino placidus=dolce, mansueto. - San Placido martire, si commemora il 5 ottobre. - La dolcezza di carattere é il migliore mezzo per conquistare la volontà altrui - Servitevene ed otterrete quanto desiderate.
PLATONE - Dal greco platys=largo, ampio - Pare infatti che il grande filosofo ateniese, discepolo di Socrate, poi maestro di Aristotele, sia stato soprannominato Platone appunto per l'ampiezza delle sue spalle. - San Platone, festeggiato 4 aprile.
PLAUTO - Dal latino plotus=largo, piatto - Noto il grande commediografo latino Tito Maccio Plauto. - Un San Plauto martire, è venerato il 29 settembre.
Tu stesso devi essere I' architetto della tua sorte; non fidarti di nessun vivente.
PLINIO - Potrebbe derivare dal latino plenus=pieno, grasso - Noto, Plinio il vecchio grande naturalista e storico dell' antica latinità - Il nipote, Plinio il giovane, seguì le sue orme. - Soddisfa i tuoi appetiti con moderazione, sii equilibrato nelle tue azioni, e passerai tranquillamente l' inverno della tua vecchiaia.
POLIBIO - Dal greco polybios=pieno di vita, oppure=di vita lunga, longevo - Grande storico dell' antica Grecia, anche se visse in Roma. Celebri i suoi 40 libri di "Storie".
« La vita, a voler che sia bella, a voler che sia gaia, a voler che sia vita, dev'essere un arcobaleno, una tavolozza con tutti i colori, un salotto dove ballano tutte le streghe. Il sollazzo e la noia, il pianto e il riso, la ragione e il delirio, tutti devono avere un biglietto per questo festino ». (C. BINI, Manoscritto di un prigioniero)
POLICARPO - Dal greco polycarpos=che dà molti frutti, produttivo. - San Policarpo, vescovo martire, festeggiato il 26 gennaio.
"Allo stesso modo che il sole fa rivivere i fiori e i frutti del campo, la prosperità negli affari rallegrerà il tuo cuore". (Anonimo)
POLIDORO - Dal greco polydoros-fornito di molti doni, molte doti - Personaggio mitologico: figlio di Priamo, affidato alle cure di Polimnestore fu da questo trucidato e spogliato delle sue ricchezze.
Sfrutta sapientemente i beni che ti ha elargito la natura.
POLIENTO - Dal greco polyenctos=molto desiderato. - San Poliento, soldato martire, lo si venera il 13 febbraio - « Poliuto », opera musicale di Donizzetti tratta dalla tragedia, "Poliencte" di Corneille. - Ti attende un tesoro a cui tu poco pensi.
"Coloro che reprimono il desiderio, lo fanno perchè il loro desiderio è abbastanza debole da poter essere represso" (William Blake)
POLIMNIA - Dal greco polimnia=molta memoria. Una delle nove muse; presiede alla rettorica e si rappresenta sotto forma di vaga donzella vestita di bianco, con una corona di perle, con la mano destra in atto di gestire e con uno scettro nella mano sinistra.
"La memoria é l' unico paradiso dal quale non possiamo essere scacciati". (J. P. FRIEDRICH RICHTER).
"La memoria si indebolisce... se non la si esercita" (Cicerone).

POLISSENA - Dal greco polyrene=molto ospitale - Figlia di Priamo, venne uccisa da Paride mentre stava per sposare Achille. - Santa Polissena, martire, viene onorata il 23 settembre.
«Chi si comporta gentilmente e cortesemente verso gli stranieri, dimostra d'essere cittadino del mondo». (BACON)
POLONIA - Vedi Apollonia di cui é una variante.
POMPEO, POMPEIA - Varie soluzioni: 1a dal greco pompeys=guida, condottiero; 2a dall'eolico pompus= quinto (sottinteso figlio); vedi Settimio, Ottavio. - San Pompeo martire, ricorre il 10 aprile; Santa Pompeia martire, la si onora il 2 giugno.
Sii il saggio condottiero della tua famiglia e non perdere l' occasione di illuminare ai tuoi figli le opere dei virtuosi.
POMPILIO - Pare sia un diminutivo di Pompeo (vedi questo nome) - Numa Pompilio, secondo re di Roma. - Beato Pompilio Maria Pirrotti, ricorre il 15 luglio.
POMPONIO - Anche questo nome pare sia una variante di Pompeo.
San Pomponio vescovo, venerato il 14 maggio.
PONZIO - Dal greco pente=cinque; il quinto nato (vedi Quintino, Ottavio, ecc.) - Ponzio Pilato fu quel giudice che condannò a morte Gesù Cristo.
San Ponzio, festeggiato il 14 maggio. - Carattere cinico e freddo.
PORFIRIO - Dal greco porfhirios=porpureo, rubicondo. - San Porfirio prete, lo si festeggia il 20 agosto.
"L' allungare i tuoi giorni dipende dalle tue abitudini; non mangiare e non bere eccessivamente e vivrai molto tempo".(detto popolare)
POSTUMIO - Di etimologia sconosciuta. - San Postumio, protettore dei cordari, lo si festeggia il 15 febbraio. - Conduciti con prudenza e giustizia e certamente sarai felice.
POTITO - Di origine sconosciuta. - Un San Potito, si festeggia il 13 gennaio.
Fuggi il vizio, e acquisterai in salute.
PRASSEDE - Dal greco praxis=impresa, faccenda - Significa: attiva - Donna Prassede é la popolare figura dei « Promessi Sposi » di Alessandro Manzoni.
Santa Prassede vergine, celecrata il 21 luglio.
« L'attività é ciò che fa felice l'uomo ». (J. W. GOETHE)
PRIAMO - Dal greco priamos=il riscatto - Ultimo re di Troia - Suo figlio Paride rapì Elena, moglie di Menelao, re di Sparta, il che fu causa di infiniti guai per Troia, che dopo dieci anni di assedio venne distrutta dai Greci. - San Priamo martire, festeggiato il 28 maggio.
« Libertà vo cercando, eh' è si cara come sa chi per lei vita rifiuta» (DANTE ALIGHIERI, Purgatorio, I)
PRIMO - Dal latino primus=primo - Intendesi primo nato; vedi Secondo, Quintino, Settimio, Ottavio). - San Primo, si festeggia il 9 giugno.
Grande responsabilità quella di essere il primo rampollo della famiglia.
PRISCILLA - Diminutivo femminile di Prisco. - Santa Priscilla, 16 gennaio.
« L' amore é un bellissimo fiore, ma bisogna aver il coraggio di coglierlo sull'orlo di uno spaventoso precipizio ». (STENDHAL)
PRISCO - Dal latino priscus=vecchio, antico. - San Prisco patrono di Mirabella Eclano, si festeggia il 15 aprile; San Prisco di Nocera dei Pagani, il 9 maggio; San Prisco, vescovo di Capua, il 1° settembre.
« Saper invecchiare é il capolavoro della saggezza e una delle cose più difficili dell' arte difficilissima della vita ». (F. AMIEL)
PROBO - Dal latino probus=onesto. San Probo, festeggiato il 12 gennaio.
« L' uomo onesto é colui che misura il suo diritto al suo dovere ». (LACORDAIRE)
PROCOLO - Dal latino=spingere avantii. - San Procolo, protettore dei muratori, lo si venera il 1° giugno.
PROCOPIO - Dal greco procopé=progresso, incremento. San Procopio abate, festeggiato il 1° aprile; San Procopio martire, l'8 luglio.
« Quelli che sono perfettamente soddisfatti se ne stanno con le mani in mano e non fanno nulla; quelli che non sono perfettamente soddisfatti sono i soli benefattori del mondo ».(W. SAVACE LANDOR)
PROPERZIO - Varie soluzioni: 1a dal greco properkos= nero davanti, di faccia oscura; 2a dal latino propertius (dal verbo parere= partorire) =il primo nato.
Il primo tuo figlio erediterà tutte le virtù della madre e il valore del padre.
PROSDOCIMO - Dal greco prosdokimos=aspettato. - San Prosdocimo vescovo, lo si festeggia il 7 novembre.
Aspetta con pazienza, e il tuo amore sarà corrisposto in tempo opportuno.
PROSERPINA - Pare derivi dal greco persephone, corrispondente al sanscrito parsa-phana= splendente di luce - Figlia di Giove e di Cerere, fu rapita da Plutone, mentre stava raccogliendo fiori, e trasportata all' inferno.
Simbolo di bellezza suggestiva.
PROSPERO - Dal latino prosperus=felice, fortunato. - San Prospero l' Aquitania, patrono di Reggio Emilia, si festeggia il 25 giugno.
« Più felice dei felici colui che può far la gente felice! ». (A. DUMAS padre).
PROTASIO - Dal greco protasso= preferire, il preferito. - San Protasio, nel martirologio, é ricordato il 19 giugno; ma secondo il rito ambrosiano si festeggia il 17 giugno.
PROTEO, PROTO - Dal greco protos=primo. - San Proto protettore dei pedagoghi, 31 maggio.
Cerca di essere sempre primo fra i primi e sarai sempre stimato e onorato da tutti.
PRUDENZIO, PRUDENZIA, PRUDENTE - Dal latino prudens = prudente. - San Prudente, venerato il 6 aprile; Santa Prudenzia vergine, il 6 maggio.
« I prudenti hanno sempre prevalso sugli audaci ». (T. GAUTIER)
PUBLIO - Pare derivi dal latino populus=popolo - Significa=amico del popolo.
« La grandezza d' un popolo non si misura dal numero, come la grandezza di un uomo non si misura dalla sua statura: la sua misura é la quantità dell' intelligenza e di virtù che possiede ». (VICTOR UGO)
PUCCIO - Variante di Jacopo, Jacopuccio.
PUSICIO - Di etimologia sconosciuta.
San Pusicio martire, protettore degli assistenti delle fabbriche, ricorre il 21 aprile.
"Se vuoi aver buon esito non esser ingiusto con i tuoi inferiori" (Anonimo).

Q
QUINTILIO, QUINTILIA
- Dal latino quintilis=mese di luglio - Cosi si solevano chiamare presso i romani i bambini che nascevano nel mese di luglio, quinto mese dell' anno secondo l' antico calendario. - San Quintilo, ricorre il 19 marzo.
« Più un figlio ha costato lacrime agli occhi della madre, e più caro é al suo cuore ». (A. DUMAS, padre)
QUINTO, QUINTINO - Dal latino quintus=il quinto nato (vedi Ottavio). - San Quinto martire, venerato il 19 marzo; San Quintino, il 31 ottobre.
« Nulla più d' un felice matrimonio incatena al focolare, alla patria e all' umanità - Le scapolo non appartiene a nessuno, é un cittadino del mondo, un ebreo errante senza riposo, sempre in viaggio e senza scopo ». (H. ZSCIIOKKE)
QUIRICO - Variante di Ciriaco. - San Quirico e San Giulitta, patroni di Lonigo, festeggiato il 16 giugno.
QUIRINO - Dal sabino quiris=lancia - Quirites era ii soprannome che si dava ai romani in genere. - San Quirino, si festeggia il 4 febbraio.
« La giustizia senza forza e la forza senza giustizia, sono due disgrazie ». . (J. JOUBERT, Pensèes)

R
RABANO'
- Dal tedesco antico hraban=corvo. - San Rabano Mauro arcivescovo, viene ricordato il 4 febbraio.
« Dove si combattono nobiltà e volgarità, troppo spesso vincerà la volgarità; perché per essa il peggior mezzo non é mai cattivo e il suo scopo è il lucro e non il diritto). (FRIEDRICH RODENSTEDT)
RACHELE - Dall' ebraico rachel=pecorella - Fu la seconda moglie del patriarca Giacobbe. Simbolo di vita contemplativa, ma con slanci verso il prossimo.
Un nome femminile diventato noto in Italia nel periodo fascista: era la moglie di Mussolini.
« Se vuoi comprender la vita, incomincia dal tuo interno: nella calma ciascuno sempre si dice ciò che nessun altro gli dice ». (E. VON FEUCHTERSLEBEN)
RADEGONDA - Dal tedesco antico radagundis=la guerriera perspicace.
Santa Radegonda regina, la si festeggia 13 agosto.
« Combattere se stesso é la guerra più difficile; vincere se stesso è la vittoria più bella ». (FRIEDRICH VON LOGAU)
RAFAELE, RAFFAELLO, RAFFAELLA - Dall'ebraico rafael-Iddio guarisce, risana - E' uno dei tre Arcangeli riconosciuti dalla Chiesa - Il più noto nell'arte, il celebre Raffaello Sanzio pittore del 1500. - San Raffaello, festeggiato il 24 ottobre.
« Continua a navigar tranquillo, anche se si rompe l' albero maestro; Dio, che è la tua guida, non ti dimentica ».(TIEDGE, Urania)
RAIMONDO - Dal tedesco antico ramund=astuto protettore, perspicace.
San Raimondo di Penafort, lo si festeggia il 23 gennaio; San Raimondo Nonnato, il 31 agosto.
Nella protezione dei deboli troverete la gioia della vostra vita.
« Sia colmo di felicità o soffra, il cuore ha bisogno di un secondo cuore - Gioia divisa è duplice gioia; dolore diviso é mezzo dolore ». (TIEDGE, Urania)
RAMIRO - Dal tedesco antico ragiumir=consigliere glorioso. - San Ramiro martire, viene festeggiato il 13 marzo.
« I consigli facili a praticarsi sono sempre i più utili ». (VAUVENARGUES)
"Nessuno accetta consigli, ma tutti sono pronti ad accettare denaro; dunque il denaro vale più dei consigli" (Swift)
RANIERI, RANIERO - Dal tedesco antico reiner= guerriero per volere divino - Nome diffuso presso i Granduchi di Toscana del secolo XI.
San Ranieri, patrono di Pisa, si festeggia il 17 giugno; San Ranieri, vescovo d'Aquila, il 30 dicembre.
«Esser preparati alla guerra è uno dei mezzi più efficaci per conservar la pace». (G. WASHINGTON)
RANUZIO, RANUCCIO - Dal germanico Rag, Rain=consiglio e nutz=utile, cioè: che dà utili consigli - Può anche essere contrazione di Rainalduccio, Rinalduccio.
RAULO - Può essere una variante sia di Rolando che di Rodolfo (vedi questi nomi) - corrisponde al francese Raoul. - San Raulo, festeggiato il 16 agosto.
« L' amore è un fuoco temerario e volubile, ondeggiante e diverso, fuoco di febbre che ora arde e ora declina, e che ci piglia in un punto solo». (MONTAIGNE)
REBECCA - Varie soluzioni: 1a dall' elvetico ribgàh= laccio, rete; 2a dall' arabo Rabaq=legare fermamente, colei che avvince con le sue grazie - Seconda moglie d' Isacco, madre di Giacobbe e di Esau.
" Un' anima che ama e che soffre é in uno stato sublime". (VICTOR HUGO)
REDENTO - Nome essenzialmente cristiano. - San Redento vescovo di Ferentino, festeggiato il 8 aprile - Però molti festeggiano il loro onomastico il giorno di Pasqua.
« L' idea cristiana ha ammesso il pentimento e ha inventato il perdono: ciò la rende imperitura in un mondo come il nostro ». (A. DUMAS, figlio)
REGINA - Due significati: 1° dal latino regina =colei che domina per le sue grazie; 2° dal tedesco rein oregin=consiglio, perspicacia; che dà consigli buoni. - Santa Regilla vedova, 1° luglio; Santa Regina vergine martire, 7 settembre.
Sarete la regina della vostra famiglia e la saggia consigliera dei vostri figlioli.
« Come vento in una gabbia, come acqua in uno staccio, è il buon consiglio nell' orecchio della follia e dell' amore ». (RUCKERT)
REGINALDO - Dal tedesco reginald=colui che domina con i suoi consigli, potente consigliere. San Rinaldo, ricorre il 18 agosto; San Rinaldo, il 7 maggio.
REGINARDO - Dal tedesco: colui che dà arditi consigli - Derivati: Rainardo, Reinardo, Renardo.
REGOLO - Dal latino regulus=piccolo re - La storia romana ricorda Attilio Regolo che sfidò il supplizio per mantener fede alla parola data. - San Regolo vescovo di Arles, è festeggiato il 30 marzo.
REIMERO - Dall'antico tedesco reimer=rein=consiglio e mdr=glorioso, famoso consigliere - Lo stesso come Ramiro.
« Date ascolto al consiglio di chi molto sa; ma sopratutto date ascolto al consiglio di chi molto vi ama ». (A. GRAF, Ecce Homo)
REINARDO, RENARDO - (Vedi Reginardo).
REINOLDO, RAINALDO, REINOLFA - Dal tedesco=consigliere (vedi Rinaldo).
Santa Reinolfa, vergine martire, viene ricordata il 14 luglio.
REMEDIO - Variante di Remigio (vedi questo nome).
San Remedio vescovo, ricorre il 3 febbraio; San Remedio confessore, il 1° ottobre.
Rinomato il santuario di San Remedio in Valtellina, a metri 1800 d' altezza.
REMIGIO - Dal latino remigius, derivato da remex=remigante, vogatore.
San Remigio, viene festeggiato il 1° ottobre.
Navigherete in un mare di guai. Ma poi verrà il sereno e voi godrete il frutto del vostro lavoro, della vostra volontà, della vostra perseveranza.
REMO - E' il fratello di Romolo, fondatore di Roma - Non si conosce l'etimologia.
San Remo vescovo, lo si festeggia il 13 ottobre.
« Il matrimonio è il più santo legame che possono stringere in terra uomo e donna; ma in esso sta anche il più nobile raddolcimento della vita ». (ZSCHOKKE)
REMONDO - Vedi Raimondo di cui è una variante.
RENATO, RENATA - Dal latino Renatus=resuscitato; da renàsci=nascere di nuovo - Nome di origine pagana, ma adottato anche dai primi cristiani per chi si convertiva alla fede - Renato è anche il titolo e il nome del protagonista di un romanzo di Chateaubriand che vi ritrasse se stesso.- San Renato, vescovo di Sorrento, è festeggiato il 6 ottobre ma anche il 12 novembre.
« La vita comincia solo il giorno nel quale si ama. Da quel giorno tutti i ricordi dovrebbero contare. (JULIUS PEDERZANI-WEBER)
RENZO - Variante di Lorenzo (vedi questo nome) - Renzo Tramaglino, protagonista, insieme con Lucia Mondella, dei « Promessi Sposi » del Manzoni.
RESTITUTO - Dal latino Restitutus=restituito, ridonato alla vita, alla salute.
San Restituto martire romano, festeggiato il 29 maggio; Santa Restituta vergine martire, patrona dell'isola d' Ischia, il 17 maggio; San Restituto vescovo di Cartagine, martire, venerato il 9 dicembre.
« L' uomo passa la prima metà della vita a rovinarsi la salute, e la seconda metà a guarirsi ». (JOSEPH LEONARD)
RICCARDO, RICCARDA - Dall'antico tedesco richard=ricco, potente, potentissimo - Riccardo, cuor di Leone, re d' Inghilterra promotore della terza crociata - Fra gli uomini illustri dei nostri giorni è da ricordare Riccardo Wagner celebre musicista compositore. - San Riccardo, re dei Sassoni, lo si commemora il 7 febbraio; San Riccardo vescovo, il 3 aprile, protettore dei carrettieri (vedi Cenni storici alla fine). - Santa Riccarda imperatrice, il 18 settembre.
" Ricordati che la ricchezza può esser buon condimento nel banchetto della vita; ma tristo quel commensale cui essa sia tutt' insieme condimento e vivanda". (A. GRAF)
RICCIARDO - Vedi Riccardo di cui è una variante.
RIUFREDO o RIFFREDO - Vedi Federico, di cui è una variante.
RICHELMO - Dall' antico tedesco Richhelm=potente, difensore.
RICHIERI - Dall' antico tedesco Rikhari composto di rik= potente e hari=esercito - Significa: valoroso guerriero.
RICORDANO - Variante di Riccardo - Ricordano Malespini, celebre cronista fiorentino.
RIMEDIO - Vedi Remedio.
RINA - Può essere un diminutivo di vari nomi come Caterina, Marina ecc.
«L' amore è una pianta di primavera che profuma ogni cosa con la sua speranza persino le rovine dove s'aggrappa ». (G. FLAUBERT)
RINALDO - Variante di Reginaldo; dall' antico tedesco reinald=potente consigliere, scaltro ministro - Questo nome compare nell' «Orlando Furioso» e nella «Gerusalemme liberata» del Tasso, dove Rinaldo è l' eroe del poema.
San Rinaldo, vescovo e patrono di Nocera, lo si festeggia il 9 febbraio.
La vostra saggezza vi meriterà alte cariche sociali.
« Amicizia, amore, pietra filosofale : queste tre cose io sentii lodare e le cercai; ma, ahimèl non le trovai mai ». (HEINE)
RINUCCIO - Contratto da Rinalduccio - Nome in uso nella famiglia d' Este.
RISTORO - Nome di buon augurio - Si ricordi Ristoro di Arezzo, autore della «Composizione del mondo ».
"La tranquillità é una felicità, se è un riposo, se l' abbiamo voluta e l' abbiamo cercata; ma la tranquillità non è una felicità se é la nostra unica occupazione ». (L. BORNE)
RITA - Accorciatura di Margherita. - Santa Rita da Cascia, chiamata la « Santa degli impossibili » per i suoi innumerevoli miracoli, si festeggia il 22 maggio - Moglie di un uomo brutale che la maltrattava, Rita da Cascia lo ricambiava con tanta dolcezza che riuscì a rabbonirlo e a ricondurlo a Dio - Rimasta vedova, entrò nell' Ordine delle Augustine da Cascia.
ln qualsiasi circostanza della vita usate l'arma della vostra squisita dolcezza e ne uscirete sempre vittoriosa.
ROBERTO - Dall' antico tedesco=splendente di gloria - Portano questo nome molti re e principi di Angiò (Re Roberto di Napoli, di Francia, di Scozia).
San Roberto, abate fondatore dell'Ordine dei Cistercensi, si festeggia il 21 marzo; San Roberto di Baviera, il 27 marzo. - Robinson (crusoe), immortalato da De Foe, è un derivato di Robin, diminutivo inglese di Roberto.
« La gloria é l' unica ricompensa di coloro che servono il pubblico, l' unica degna delle anime nobili ». (VOLTAIRE, Eloge historique)
ROBUSTO - Dal latino robustus=vigoroso, gagliardo - Derivati: Robustiano, Robustino. - San Robustiano martire, è venerato il 24 maggio.
ROCAMBOLE - Nome proverbiale per designare persona che inventa avventure straordinarie ed inverosimili. Sono famose "le avventure di Rocambole" dalle azioni "rocambolesche" cioè inverosimili.
ROCCO - Dall' antico tedesco roko e significa: colui che grida o ruggisce come un leone; oppure dallo scandinavo Krokr, che significa: uomo grande e forte.
San Rocco, protettore dei pellegrini è invocato contro la peste, lo si venera il 16 agosto.
«Le cariche dei grandi sono pericolose e non compensano la fatica, la costrizione, l' avvilimento che esse costano ». (GOTTHOLD EPHRAIM, Lessing)
RODOLFO - Dall' antico tedesco Hrold-vulf=lupo glorioso - Nomi di vari re di Borgogna e imperatori di Germania. - San Rodolfo vescovo di Gubbio, si festeggia il 17 ottobre. Un altro Rodolfo è festeggiato il 17 febbraio.
Non vi riuscirà difficile conquistare la gloria; però ricordatevi che...
« un minuto di felicità vale più che mille anni di gloria » (VOLTAIRE)
RODRIGO, RODERIGO - Dall'antico tedesco=ricco di gloria o potente di gloria.
San Rodrigo martire, si festeggia il 15 marzo. - Ultimo re dei visigoti di Spagna.
« La gloria dei mortali non è altro che una gonfiatura di vento ». (BOEZIO, De Consolatione)
ROGGERO - Vedi Ruggero. - San Roggero, vescovo di Cannes, 15 ottobre.
ROLANDO - Vedi Orlando. - San Rolando abate, festeggiato il 28 febbraio.
ROMA - Pare derivi dal greco rome= forza. - Questo, che è il nome della città eterna, si trova non di rado applicato anche a donne, le quali sono ben degne di portare il nome della bellissima città, per la grazia e la eleganza che le distingue.
ROMANO - nativo di Roma; dal greco rome= forza. - San Romano monaco nel Giura, lo si venera il 28 febbraio; Santa Romana, vergine martire, il 3 ottobre. - Questo nome porta con sé un po' di quella forza e di quella grandezza che la genesi storica ci ha tramandato.
ROMARICO - Di etimologia sconosciuta. - San Romarico abate, protettore dei cavallerizzi, si festeggia l' 8 dicembre (vedi Cenni storici alla fine).
ROMEO - Dal latino Romeus=pellegrino che va per devozione a Roma - Si ricordi Romeo Montecchi, l' infelice amante di Giulietta Capuleti che fornì argomento ad un dramma di Shakespeare, che s' intitola « Giulietta e Romeo ».
San Romeo di Livia, si festeggia il 21 novembre. -
Nome romantico che rivela amore sentimentale e cavalleria.
ROMERO - Dall' antico tedesco= glorioso guerriero.
« Non la forza dell' esercito, né la virtù delle armi, ma vigore dell' animo é quello che riporta la vittoria ». (JOH GOTTL FICHTE)
ROMILDA - Dall' antico tedesco=gloriosa combattente.
« Se la donna ha delle virtù virili, bisogna andarsene » (NIETZSCHE).
ROMOLO - Dal latino Romulus, figlio di Rea Silvia (fondatore di Roma). - San Romolo, vescovo di Fiesole, lo si festeggia il 6 luglio.
Questo nome rivela iniziativa e forza conquistatrice.
ROMUALDO o ROMOALDO - Dall'antico tedesco Romuald= protettore glorioso, re glorioso. - San Romualdo, fondatore del famoso convento Camaldoli del Casentino, lo si celebra il 7 febbraio.
"Sarai il re della tua famiglia se educherai i tuoi figli con saggezza".(Anonimo)
ROSA - Dal latino rosa=la regina dei fiori.- Rosa di Lima vergine, entrata nel terz'Ordine di San Domenico col nome di Rosa di Santa Maria - Sua festa 30 agosto; Santa Rosa patrona di Viterbo, venerata il 4 settembre.
Come la rosa è la regina dei fiori, così tu sarai la regina della tua casa e intesserai fili d' oro sulla sorte dei tuoi figlioli.
« Amore genera amore, e anche una rude natura non resiste alla sua forza per sempre. Se a moltissimi uomini fosse andato incontro nell' infanzia e nella giovinezza più amore, essi sarebbero stati in maggior grado umanizzati ».(NIEMEYER)
ROSALIA - Derivato da Rosa. - Santa Rosalia, patrona di Palermo, la si festeggia il 4 settembre (vedi Rosa).
ROSALINDA - Composto di Rosa e Linda (vedi questi due nomi). - Santa Rosalinda, festeggiata il 12 dicembre.
ROSARIO - Nome creato in omaggio alla Madonna del Rosario, che si festeggia la prima domenica di ottobre - Questa festa venne istituita da Gregorio XIII a ricordo della vittoria di Lepanto contro i Turchi (1571).
ROSAURA - Dal latino rosa aurea=rosa d' oro, personaggio goldoniano.
ROSMUNDA, ROSMUNDO - Dall' antico tedesco Rosamund =colei o colui che difende, cavalcando il suo destriero. - Rosmunda, moglie di Alboino, re dei Longobardi, fu dal marito obbligata a bere nel cranio del padre Cunibondo, re dei Gepidi che era stato ucciso da Alboino - Questo episodio storico fornì il soggetto ad una tragedia dell' Alfieri. - Santa Rosmunda vergine, 14 luglio.
RUBEN - Nome biblico; significa: il sole che brilla - Ruben era il primogenito di Giacobbe.
RUFFINO - Diminutivo di Ruffo. - San Ruffino vescovo martire, patrono di Assisi, si festeggia l'11 agosto.
RUFFO - Dal latino rufus=fulvo, biondo. - San Rufo patrizio, vescovo di Capua, 27 agosto.
RUGGERO, ROGGERO - Dall' antico tedesco=lancia gloriosa, guerriero - Questo nome s' incontra facilmente nei poemi cavallereschi. Lo canta anche l' Ariosto nell' « Orlando Furioso ». - San Ruggero vescovo, lo si venera il 15 ottobre.
"Se lungo il cammino incontri degli ostacoli, raccogli tutte le energie, tendi la volontà, affronta gli avversari con serenità e coraggio e riuscirai vittorioso".
RUSTICO - Dal latino rusticus=abitante dei campi. - Santi Rustico e Fermo, ricordati il 9 agosto. - Dédicati alla coltivazione della terra, che ti darà la prosperità fisica ed economica.
RUTILIO - Dal latino rutilus=biondo rosseggiante.- San Rutilio africano, festeggiato il 2 agosto. Ma è nome caduto in disuso.

S
SABATINO
- Significa: nato di sabato. - San Sabatino vescovo, festeggiato il 14 gennaio; San Sabatino martire, il 12 aprile.
"Uscir alla luce di Sabato significa nascere con l' esperienza di una settimana - Approfittatene per essere più avanti dei vostri coetanei".(Anonimo)
SABINO, SABINA - Nome patronimico. Significa= oriundo del paese dei Sabini.
Il ratto delle sabine, ricordato con varie opere d' arte, è uno degli episodi più caratteristici dell'antica storia romana. - San Sabino, patrono di Ivrea, di Sassari, di Fermo, si festeggia il 7 luglio; Santa Sabina, il 30 gennaio; San Savino eremita, il 9 ottobre.
SAFFO - Pare derivi dal greco sophe=dotta - Celebre poetessa di Mitilene in Lesbo, che visse circa 600 anni a C. Circondata da un gruppo di fanciulle aristocratiche, che esercitavano con lei la poesia, la musica e la danza e per le quali nutrì un ardente amore. Nei frammenti di scritti che ci sono rimasti, si coglie un'acuta sensibilità per le forme della natura, ma anche un'amorosa attenzione agli oggetti raffinati.
«Nessuno, in fatto d'ingegno, sa precisamente quanto ne ha: il bello é che ognuno si crede più ricco di quello che è, e che spesso i più poveri sono proprio quelli che sono più soddisfatti del ricco». (STANISLAS DE BONFLERS, Pensees)
SALADINO - Due significati: 1° dall' arabo salaheddin, che significa: potente armato; 2° da Saha-Aldin=santo della fede - Portarono questo nome molti sultani dell' Egitto.
"tutti gli uomini son fratelli, e per soccorrerli non si deve prima domandar prima in cosa credono, ma domandar loro di che abbisognano" (Saladino).
Il suo testamento fu una bella lezione di tolleranza: lasciò in beneficenza ai poveri molti denari, ma senza far distinzione, per i maomettani, cristiani, ebrei.

SALESIO - Vedi Francesco (di Sales).
SALIMBENE - Nome augurativo, che signiflca: cresci di bene in meglio - Fra' Salimbene, famoso cronista parmigiano.
SALLUSTIO - Pare derivi dal latino salus=salute - Grande scrittore latino - San Salustio martire, si festeggia il 2 febbraio.
« La salute e la sanità sono meglio di tutto l' oro; e un corpo ben sano é più di una smisurata ricchezza ». (BIBBIA, Siracida, 30)
SALOME' - Femminile di Salomone; vedi questo nome - Figlia di Erodiade, che, istigata dalla madre, chiese a Erode la testa di San Giovanni Battista.- Santa Salomé, vergine, viene ricordata il 17 novembre.
SALOMONE - Dall' ebraico scelomoh=salute, pace, felicità. Essere incolume, aver pace - Corrispondente al nome tedesco Federico - Salomone, figlio di David, fu ritenuto il più savio di tutti gli uomini. - San Salomone re, 25 giugno.
« Il segreto per viver in pace con tutti, consiste nell' arte di comprender ciascuno secondo la sua individualità ». (FRIEDRICH LUDWIGE JAHN)
SALVATORE - Colui che salva - Chi porta questo nome festeggia il suo onomastico il giorno della trasfigurazione di N. S. cioè il 6 agosto. - Beato Salvatore d' Orta, festeggiato il 18 marzo.
"Se sarete chiamato un giorno a salvare i vostri averi e la vostra famiglia da una grave minaccia, affrontate il pericolo con serenità e coraggio: Iddio vi aiuterà".
SALVI, SALVINO - Pare siano varianti di Diotisalvi - Salvino Armati si dice sia stato l'inventore degli occhiali.
SAMARITANA - Nome poco diffuso - Si ricorda nella Bibbia la Samaritana, convertita da Gesù al pozzo di Sichen.
"Se operi bene e sei prudente, non hai da temere la lingua del maldicente".
SAMUELE - Dall' ebraico Smemù-El=il Signore ha ascoltato (si sottintende la preghiera dei genitori invocanti la nascita di un figlio). - San Samuele, ultimo giudice degli ebrei, lo si ricorda il 20 agosto.
« Dolce è nutrirsi dell' attrattiva del mondo quando cuore e mente sono in fiore; ma più dolce ancora con gli occhi di tuo figlio vedere ancora una volta con freschezza il mondo ». (EMANUEL GEIBEL)
SANCIO - E' il Sancho spagnolo - Portarono questo nome molti re di Castiglia, di Portogallo e di Navarra - Nome immortalato dall' eroe Sancho Panza, scudiero di Don Chisciotte, nel romanzo omonimo di Cervantes. - San Sancio martire, viene venerato il 5 giugno.
SANDRO - Vedi Alessandro, di cui é un' abbreviatura.
SANSONE - Dal latino Samson o dall' ebraico Smiscion che significa: simile al sole - Personaggio biblico, dotato di forza straordinaria. -
Sarai forte, ma bada di non usare la forza a danno dei deboli.
SANTE, SANTO, SANTE, SANTA, SANTINO - Pare derivi dal tedesco sand=verità.
« Chi ha la verità in cuore non ha mai da temere che la sua lingua manchi di forza di persuasione ». (RUSCIN)
SANTORRE, SANTORE - Dal greco xanthos=biondo fulvo - Santore Santorio, medico al quale si attribuisce l'invenzione del termometro e delle bilance dette bascules - Santorre di Santarosa: magnifico eroe che morì nel 1821 combattendo per la libertà della Grecia - Lo ricorda il Carducci nella sua poesia « Il Piemonte ». Questo nome elegante rivela distinzione, di modi e spirito cavalleresco.
SARA - Dall'ebraico sarah=principessa. - Santa Sara, moglie di Abramo e madre d'Isacco, è festeggiata il 9 ottobre; Santa Sara vergine, il 13 luglio.
Non sappiamo per quale motivo ma è anche la Patrona degli zingari.
Sarai la principessa amata e onorata della tua numerosa famiglia.
SATURNINO - SATURNO - Il primo è il diminutivo di Saturno, Dio delle sementi; dal verbo sero=semino. - San Saturnino vescovo di Tolosa, è venerato il 29 novembre. San Saturno è invece patrono di Cagliari.
Dedicatevi alla coltivazione della terra che vi darà prosperità fisica ed economica.
SAUL, SAULLE - Dall'ebraico sciaul=domandato, desiderato - Fu il primo re d'Israele - E' il protagonista dell' omonima tragedia dell' Alfieri che può considerarsi uno dei più preziosi gioielli della letteratura italiana.
"Un' anima si misura dalle dimensioni dei suoi desideri, come si giudica una cattedrale dall' altezza dei suoi campanili ». (G. FLAUBERT, Pensees)
SAVERIO - Nome dell' apostolo delle Indie San Francesco Saverio, che si festeggia il 3 dicembre - E' il protettore dei lunghi viaggi di mare.
Lasciati guidare nel tuo cammino dalla stella della provvidenza.
SAVINO-A - Dal latino Sabinus che significa: proveniente dalla Sabina (vedi il nome Sabino). - San Savino eremita, è venerato il 9 ottobre; Santa Savina vedova, il 30 gennaio.
SCEVOLA - Dal latino scaevola, dim. di scaeva=mancino - E' il soprannome di Caio Muzio patrizio romano, che punì la sua mano destra mettendola sopra un braciere ardente perché invece di uccidere Porsenna aveva ucciso il suo segretario.
SCIPIONE - Dal latino scipio, che significa: verga per appoggiarsi= bastone. Nome molto usato nelle antiche nobili famiglie romane. - Sii il difensore dei deboli e avrai fortuna.
SCOLASTICA - Femminile del latino Scolasticus che indicava nel medio-evo l'ecclesiastico, che insegnava nelle chiese ai chierici. - Santa Scolastica, la sorella di San Benedetto, fondatrice delle Benedettine; festa il 10 febbraio.
SEBASTIANO - Dal greco Sebastos=verando,- augusto, titolo d' onore che si dava agli imperatori romani. - San Sebastiano, uno dei santi più popolari, capitano romano, che venne ucciso per la fede colpendolo con numerosi colpi di frecce; si festeggia il 20 gennaio.
« Saper invecchiare é il capolavoro della saggezza e una delle cose più difficili nell' arte difficilissima della vita ». (F. AMIEL, Journal intime)
SECONDO - Dal latino secundus - Rientra in uno di quei nomi ordinali (Quintino, Settimio, Ottavio, ecc.) che gli antichi romani davano ai loro figli secondo l'ordine della loro nascita. - San Secondo di Asti, é ricordato dalla Chiesa il 29 marzo; ma la Città di Asti di cui è patrono lo festeggia il primo martedi di maggio.
SELENE - Deriva dal greco e significa: luminosa come la luna - Splendente per bellezza e per virtù.
« Alla soave forza della bellezza femminile non può resistere alcuna forza al mondo ». (LENAU)
SEM - Dall' ebraico scem=nome, fama, riputazione - Il primo dei figli di Noè e capostipite delle razze semitiche.
« Felice chi non ha mai conosciuto il sapore della fama, averla è un purgatorio, mancarne è un inferno". (LYTTON)
SEMIRAMIDE - Dall' assirio samuramat=amante dei colombi - Celebre regina dell' assiria - " Semiramide » : opera musicale del Rossini.
« Dio fece nella donna gli occhi, le guance, le labbra e tutte le altre cose dolci ed amabili, ma in quanto al cervello non se ne volle impacciare e lo fece fare al diavolo ». (F. PANANTI, Avventure e osservazioni)
SEMPRONIO - E' un nome di persona immaginaria, che si usa talvolta solo e talvolta insieme con Tizio e Caio per riferirci ad uno qualsiasi - Pare che i tre nomi Titius, Caius e Sempronius siano stati usati in tal senso per la prima volta dal giureconsulto Irnerio nei suoi trattati di casistica.
SENECA - Pare derivi dal latino senex=vecchio - Celebre filosofo romano.
« Nessuno è tanto vecchio da non credere di poter vivere almeno un altro anno». (CICERONE, De Senectute)
SENOFONTE - Dal greco xeno e phone=straniero eloquente. Grande generale e storico ateniese del 400 a. C.
« Molte parole non indicano mai molta sapienza ». (TALETE di Mileto)
SERAFINO / A - Dall' ebraico serafin, plurale di seraf=fulmine e (figuratamente) splendente - I Serafini sono gli Angeli risplendenti della coorte celeste. - San Serafino, è festeggiato il 12 ottobre; Santa Serafina, il 3 settembre.
« Bellezza, amore, voi eravate ai fianchi di Dio nel giorno della creazione - Il culto della Bellezza e dell' Amore riconduce la nostra schiatta diseredata alla sua origine divina ». (F. D. GUERRAZZI, Beatrice Cenci, VI)
SERENO - Dal latino serenus=felice, tranquillo. - San Sereno vescovo, 2 agosto. "La serenità di spirito é il primo gradino per giungere alla felicità".
"Sappi custodire la felicità tua e quella della tua famiglia dagli attacchi della gente invidiosa"
SERGIO - Pare derivi dal latino servare=salvare, custodire - Gens Sergia antica famiglia romana proveniente dalla campagna. - San Sergio papa, 9 settembre; San Sergio grande santo della chiesa ortodossa, lo si festeggia il 25 settembre.
SERVILIO - Dal latino Servilius=appartenente agli schiavi. - San Servilio martire, viene ricordato il 21 febbraio; San Servilio, festeggiato il 23 dicembre.
« Il brutto dell' uguaglianza, é che noi la vogliamo soltanto coi nostri superiori".
"I soli deboli, gli ignoranti, i vigliacchi vivono nell'altrui dipendenza" (Centurie Piacentine)

SERVIO - Dal latino servius=schiavo e propriamente: figlio di schiavo (vedi Servilio).
SESTO - Nome ordinale (vedi Quinto, Settimio, Ottavio ecc. San Sesto martire, viene onorato il 31 dicembre.
SETTIMIO - Anche questo é nome ordinale come Secondo, Quintinio, Ottavio, ecc. - San Settimio protettore di Jesi, festeggiato il 22 settembre.
SEVERINO - Vedi Severo di cui é un diminutivo. - San Severino, ricordato l' 8 gennaio; San Severino delle Marche, festeggiato 8 giugno.
"Sii zelante nella tua carriera e vedrai che la dea fortuna ti sorriderà!"
« Il silenzio é sempre bello e l' uomo che tace é più bello dell' uomo che parla ». (DOSTOJEWSKI)

SEVERO - Dal latino Severus=rigido, austero - Tre imperatori romani portarono questo nome. - San Severo di Cesena, festeggiato il 6 luglio; San Severo, protettore dei conciatori in lana, venerato il 1° febbraio.
"La severità giusta ed equilibrata è il primo passo per conquistare il dominio".
SIBILLA - Dal dorico Sios-Giove, e da bolla=volontà; significa: colei che fa conoscere la volontà di Giove - Infatti Sibille erano le antiche profetesse che predicevano l' avvenire. - Santa Sibilla di Bigossi, festeggiata il 19 marzo.
« La sapienza é una comunione sacra - Soltanto a questa condizione essa cessa d' esser uno sterile amore della scienza, per diventare il modo unico e principale del collegamento umano, e da filosofia è promossa a religione ». (V. HUGO)
SIDONIA, SIDONIO - Oriundo di Sidone, antica città della Fenicia. - San Sidonio irlandese, viene ricordato il 14 novembre.
Questo nome gentile rivela dolcezza e mitezza di carattere, perciò colei che lo porta godrà la simpatia di quanti la conoscono.
SIGFRIDO - Dall' antico tedesco Sicfrid=difensore vittorioso - Sigfrido é un personaggio importante dell' epopea tedesca dei Nibelungi, che fornì argomento a Wagner per la celebre trilogia « L' anello dei Nibelungi », di cui Sigfrido forma la terza parte. - San Sigfrido abate, venerato il 22 agosto.
« Non la forza dell' esercito, nè la virtù delle armi, ma il vigor dell' animo é quello che riporta la vittoria ». (JOH GOTTL FICHTE)
SIGISMONDO - Dall' antico tedesco Sigismunt - Colui che protegge con la vittoria. - San Sigismondo re di Borgogna, invocato contro la febbre terzana, si festeggia il 1° maggio.
"Proteggi sotto il tuo manto, quando sarai giunto in alto, coloro che ti avranno procurato la grandezza".
SILLA - Di etimologia sconosciuta - Dittatore romano nemico acerrimo di Mario (82 a. C.).
« In ogni secolo e in ogni paese si vede che due della stessa professione non vanno mai d'accordo». (GAY, Ecce Homo)
SILVANO, SILVANA - Dal latino Silvanus da Silva=selva, da cui deriva il nome di Silvestre, Selvaggio, abitatore delle selve - Silvano nel tempo romano era il Dio delle selve, dei boschi. - San Silvano, vescovo della Campania, 10 febbraio.
Questo nome armonioso ci sussurra lo stormire delle fronde e ci fa gustare la divina pace delle foreste vergini.
SILVERIO - Vedi il nome di Silvano. San Silverio papa, festeggiato il 20 giugno.
SILVESTRO, SALVESTRO - Dal latino silva=selva (vedi Silvano) - Portarono questo nome due celebri pontefici romani. - San Silvestro abate, fondatore della Congregazione Benedettina dei Silvestrini, si festeggia il 31 dicembre; Beato Silvestro, protettore dei cuochi, 9 giugno (vedi Cenni storici, alla fine).
SILVIO, SILVIA - Dal latino Silvia=selva (vedi Silvano) - La storia romana ci ricorda Rea Silvia, sacerdotessa, madre di Remo e Romolo, quest' ultimo fondatore di Roma - Più recente Silvio Pellico il martire dell' indipendenza Italiana. - San Silvio, festeggiato il 21 aprile; Santa Silvia, il 3 novembre.
« Al cor gentil ripara sempre Amore come alla selva augello in la verdura ». (GUIDO GUINICELLI)
SIMEONE - Dall' ebraico Scimeon-esaudimento, colui che Dio ha mandato per esaudire i genitori - Secondo figlio di Giacobbe. - Simeone, grande sacerdote, che ricevette Gesù dalle mani della Vergine, nella presentazione al tempio, lo si festeggia l'8 ottobre.
Avrai un figlio il cui successo nel mondo ti assicurerà consolazione nella tua vecchiaia.
SIMMACO - Dal greco symmachos-Simmaco - commilitone, alleato. - San Simmaco papa, 19 luglio - Nome molto usato in Roma, nell' era cristiana.
« Di nessun bene si gode il possesso senza un compagno ». (SENECA, Epistole)
SIMONE - Vedi Simeone, di cui é una variante - Nome primitivo dell' apostolo San Pietro - Molti uomini celebri portarono questo nome; basti ricordare Simon Boccanegra, primo doge di Genova, Simon Mago, Simone Bolivar.- San Simone Stilita, viene festeggiato il 5 gennaio; San Simone, figlio di Cleofa, cugino di Gesù Cristo, il 18 febbraio.
SIMPLICIO-A - Dal latino simplex=semplice. - San Simplicio papa, 2 marzo.
« La semplicità é il suggello della vita ». (BOEDHAVE)
SINFLORIANO - Dal greco Sinforos=conveniente, adatto, utile. - San Sinfloriano scultore, festeggiato l'8 novembre. Nome gentile e armonioso.
SINFROSIA o SINFOROSA - Vedi Sinfloriano. - Santa Sinforosa martire, patrona di Tivoli, la si venera il 18 luglio.
«Il mistero dei misteri resterà sempre questo: come mai i disegni di una bocca, la linea di un gesto, la luce di uno sguardo possano agire fra un uomo ed una donna come una forza di attrazione tra sfera e sfera» (E. e J. DE CONCOURT)
SIRO - Oriundo dalla Siria. - San Siro, patrono di Pavia, ricorre il 9 dicembre.
SISTO - Vedi Sesto, di cui é una variante - Può anche derivare dal tedesco Siext= guerriero vittorioso. - San Sisto papa, patrono di Alatri,ricorre il 6 aprile.
« Combattere se stesso é la guerra più difficile; vincere se - stesso é la vittoria più bella ». (FRIEDRICH VON LOGAU)
SMERALDO, SMERALDA - Traduzione italiana dallo spagnolo Esmeralda - Questo nome venne tratto dalla nota pietra preziosa di color verde.- Verde, simbolo della speranza.
"La speranza é un prestito fatto alla felicità". (RIVAROL.)
SOCRATE - Dal greco Socrate=potente, fortissimo - Celebre filosofo greco condannato a morte perché accusato di altruismo (400 a. C.)
"La filosofia é la cognizione di ciò che é - Pensare gli esseri e le cose quali sono, è la più alta legge, il più alto compito della filosofia ». (LUDWIG FENERBACH)
SOFIA - Dal greco sophia=sapienza. - Santa Sofia, vergine martire, 30 aprile - Questa santa è molto venerata anche dalla chiesa ortodossa, che la festeggia con grande solennità il 17 settembre.
« Il vero sapere è essenzialmente armonia ». (A. PANZINI)
SOFOCLE - Dal greco Sophocles=celebre per sapienza - Grande poeta tragico dell' antica Grecia.
"Sapere ove tutti sanno, non é sapere - Il vero sapere comincia dove gli altri non sanno - Perciò la vera scienza é al di là della scienza ». (REMY DE GOURMONT)
"L'uomo ha tutto l'universo davanti, tutta la natura, tutta la sapienza, eppure molti, parlano solo di nulla, mangiano, bevono, respirano, e poi dicono che sono pure infelici"
"Spesso l'uomo ritrae i suoi benefici dai suoi simili, raramente da se stesso"
"Diversi i climi son, ma pressa a poco gli uomini spn gli stessi in ogni loco"

SOFONISBA - Deriva dal fenicio e significa: conservatrice di principi - Famosa regina dell' antica Numidia Occidentale.
Sarai la conservatrice dei buoni costumi nella società.
SOFRONIO, SOFRONIA - Dal greco Sophronos=prudente, saggio, giudizioso.
San Sofronio, viene festeggiato l'11 marzo.
«La saggezza non viene tanto dall'intelligenza, quanto dal cuore». (ROSEGGER)
SOSIA - Nome gentile ed armonioso di origine russa, salito per qualche tempo ai fastigi della moda anche in Italia.
SOSTENE - Deriva dal greco e significa: uomo sano e forte. Santi Sostene e Vittore martiri, sono festeggiati il 10 settembre.
"Sii fiero della tua salute, che val più di cento miniere d' oro". (Anonimo)
SOTERO - Dal greco soter=salvatore. - San Sotero papa martire, 22 aprile.
Questo nome rivela un cuore nobile e generoso.
SPARTACO - Simbolo di sacrificio e di indipendenza - Spartaco che fornì argomento a molte opere d' arte, fu colui che con intrepido valore sollevò gli schiavi contro Roma imperiale.
« Nobile eroe è chi lotta per la patria, più nobile chi lotta per il bene del paese, più nobile ancora chi lotta per l' umanità ». (J. G. HERDER)
SPERANDIO - Nome augurale come Buonaiuto (vedi questo nome).
SPERANZA - Il significato sta nel nome stesso. - Santa Speranza, 1° agosto.
«La speranza non abbandona mai l'infelice che la cerca». (BEAUMONT AND FLETCHER)
SPIRITO - Sostantivo che ha molti significati: sostanza incorporea, anima, intelletto, vita, ecc.
Chi porta questo nome festeggia il suo onomastico il giorno di Pentecoste, in cui lo Spirito Santo discese sugli Apostoli - E' una festa mobile, ricorrendo il cinquantesimo giorno dopo Pasqua.
« Il corpo corruttibile appesantisce l'anima, e questo grave peso curva il suo pensiero e l' attacca alla terra ». (SANT'AGOSTINO, De Civitate Dei)
STANISLAO - Dal polacco stanislaw=gloria dello stato. - San Stanislao vescovo, patrono della Polonia, festeggiato il 7 maggio:
« Uno stato è governato meglio da un ottimo uomo che da un' ottima legge ». (ARISTOTILE, Politica, III)
STEFANO, STEFANIA - Dal greco Slephanos=ghirlanda, corona. - San Stefano protomartire, patrono di Biella, Prato e Rovigo, lo si venera il 26 dicembre; Santa, Stefania, il 18 settembre.
"La vostra corona sarà una corona di figli che vi recheranno gioia, felicità, prosperità" (Anonimo)
STELLA - Dal latino stella, che è un diminutivo di astrum=astro, stella - Ogni donna dovrebbe essere la stella di colui che sarà il compagno della sua vita.
SULPICIO, SULPICIA - Gens Sulpicia, antica famiglia romana. - San Sulpicio martire, viene ricordato il 20 aprile.
SUSANNA - Deriva dall' ebraico e significa: candida come giglio, oppure: gioia e letizia - Simbolo di purezza e di castità. - Santa Susanna martire, 18 gennaio.
«Giglio delle virtù é la castità, che rende gli uomini simili agli angeli - Niente é bello senza la purezza, e la purezza degli uomini si chiama castità - Questa virtù si chiama anche onestà, e il praticarla si chiama onore ». (San FRANCESCO DI SALES, Introduction à La vie dévote).

T
ADDEO
- Deriva dall' ebraico e significa: colui che loda. - San Giuda Taddeo apostolo, cugino di Gesù Cristo, viene venerato il 28 ottobre.
"Di solito si loda per essere lodati". (LA ROCHEFOUCAULD)
TALETE - Dal greco Thalos= fiorente - Celebre filosofo di Mileto a cui si attribuisce la famosa frase « gnosi seauton » =conosci te stesso.
Perseverate nelle vostre azioni, approfonditele e vedrete che poi riceverete il frutto delle vostre fatiche.
TALIA - Per l' etimologia vedi Talete - Talia é la Musa che presiede alla commedia e alla poesia lirica - Si rappresenta sotto l' aspetto di giovane donna coronata d' edera con una maschera in mano. - Nome fine e gentile.
TAMMARO - Non si conosce l' etimologia. - San Tàmmaro vescovo di Benevento, ricorre il 15 ottobre; San Tammaro di Capua, il 15 settembre.
"Non sperare di percorrere il cammino della vita senza sperimentare bene e male". (Anonimo)
TANCIA - Vedi Costanza di cui é una variante volgare - Santa Tancia vergine martire, onorata il 10 ottobre.
TANCREDI - Dal tedesco Tancred = consigliere geniale - Famoso capitano della prima Crociata - Personaggio importante della « Gerusalemme Liberata » del Torquato Tasso.
"Date ascolto al consiglio di chi molto sa; ma sopratutto date ascolto al consiglio di chi molto vi ama ».(A. GRAF, Ecce Homo)
TARCISIO - Di etimologia sconosciuta. - San Tarcisio martire, 15 agosto.
« L' amore é un gran maestro che c' insegna a essere quel che non fummo mai; e spesso in un momento, con le sue lezioni, cambia del tutto le nostre abitudini di vita ». (MOLIÈRE)
TARQUINIO, TARQUINIA - Gens Tarquinia, antica famiglia romana oriunda di Tarquinium, città Etrusca - Tarquinio il Prisco, Tarquinio il Superbo, due re di Roma.
"L' uomo prudente deve vivere prevenuto contro qualunque evento".
TARSILLA - Oriunda di Tarso, capitale della Cilicia. Santa Tarsilla vergine romana, viene festeggiata il 24 dicembre.
"Quando godrai prosperità e onori, ti ricorderai delle disgrazie dei tuoi amici".
TARZIANA, TARZIANO - Non si conosce l'etimologia. -
" La felicità domestica ti sarà cara più che il contenuto di mille miniere d'oro".
TEBALDO, TEOBALDO - Dal tedesco Theobald=audace, oppure: coraggioso in mezzo al popolo. - San Teobaldo, festeggiato il 1° luglio.
«Molte volte più nelle cose piccole che nelle grandi si conoscono i coraggiosi». (B. CASTIGLIONE, Il Cortegiano, I, 17)
TECLA - Pare derivi dal germanico Tecla=luce. - Santa Tecla patrona di Osimo, festeggiata il 23 settembre.
« La luce è per tutti gli occhi: ma non tutti gli occhi sono per la luce ». (FEUCHTERSLEBEN)
TELEMACO - Dal greco Telemacos=colui che combatte da lontano - Figlio di Ulisse, all' età di quindici anni solcò i mari per ricercare il padre che era andato all' assedio di Troia. - San Telemaco, festeggiato il 1° gennaio.
"Combatti l' ozio, perché dove l'ozio signoreggia ivi non riluce raggio di sole".
TELESFORO - Dal greco Telesphoros=colui che raggiunge sicuramente il suo scopo. - San Telesforo papa, celebrato il 5 gennaio.
Arriverai certamente alla vecchiaia; procura di spendere bene la tua lunga vita.
TEMISTOCLE - Dal greco Temistocles=glorioso per la sua giustizia - Celebre capitano Ateniese. - San Temistocle martire, venerato il 21 dicembre.
«Una qualità essenziale della giustizia che dobbiamo agli altri, é di farla prontamente e senza differimenti; farla aspettare é ingiustizia".
TEOCRITO
- Deriva dal greco e significa: eletto dagli Dei - Grande poeta Bucolico - Distinzione di modi ed elevatezza di sentimento.
TEODEMIRO, TEODOMIRA - Anche questo nome deriva dall' antico tedesco e significa: celebre nel popolo. - San Teodomiro, festeggiato il 25 luglio.
" Il grand' uomo é colui che in mezzo alle folle mantiene, con perfetta dolcezza, l' indipendenza della solitudine" (EMERSON)
TEODOLINDA - Deriva dall' antico tedesco e significa: sapienza del popolo; oppure: benefica verso il popolo - Teodolinda fu la moglie di Autari re dei Longobardi.
« Chi dona ai poveri presta a Dio ». (VICTOR HUGO)
TEODORICO - Dall' antico tedesco Theodorich= potente fra il popolo - Teodorico il Grande, re degli Ostrogoti. - San Teodorico vescovo, ricorre il 2 febbraio.
« Quanto maggiore é il potere, tanto é maggiore l'abuso ». (BURKE)
TEODORO, TEODORA - Dal greco Theodoros=dono di Dio. - San Teodoro vescovo di Mira, venerato il 24 gennaio; San Teodoro vescovo di Milano, il 29 marzo; San Teodoro martire, patrono di Brindisi, il 9 novembre; Santa Teodora imperatrice, l'11 febbraio; Santa Teodora vergine, il 1° aprile. - Corrisponde al veneziano Todaro (vedi questo nome).
« Continua a navigare tranquillo, anche se si rompe l' albero maestro; Dio, che é la tua guida, non ti dimentica ».
TEODOSIO - Lo stesso significato etimologico di Teodoro=dono di Dio - Teodosio il Grande, imperatore d' Oriente. - San Teodosio, ricorre il 1° agosto.
"La tua salute é per te il più ricco dono che Iddio ti abbia donato".
TEODULO - Deriva dal greco e significa: servo di Dio. - San Teodulo martire, viene ricordato il 2 maggio.
TEOFILO - Dal greco Theophilos=amico di Dio; oppure: colui che ama Iddio - Noto Teofilo Fòlengo, più conosciuto sotto il nome di Merlin Cocai, che può considerarsi il principe della poesia maccheronica. - San Teofilo, festeggiato il 28 febbraio; altro San Teofilo, il 27 aprile.
« L'amicizia é dei maggiori e più dolci beni che possa avere l' uomo in questo mondo ». (GIROLAMO SAVONAROLA)
TEOFRASTO - Dal greco Theophrastos=interprete di Dio - Celebre filosofo dell'antica Grecia, discepolo di Aristotele.
TEOPISTO - Dal greco significa: fedele a Dio. - San Teopisto martire, viene ricordato il 20 settembre.
«Occorre benedire Iddio tanto per il male quanto per il bene ». (TALMUD)
TERENZIO - Pare derivi dall' antico sabino Terentummolle, delicato - Celebre scrittore comico latino. - San Terenzio vescovo di Luni, festeggiato il 15 luglio; San Terenzio martire patrono di Pesaro, il 24 settembre.
"La delicatezza dei vostri sentimenti commuoverà quanti avranno la fortuna di avvicinarvi".
TERESA - Deriva dall' antico tedesco e significa: amabile e forte; secondo altri invece significa: tenace nell' amore - Questo nome é reso illustre da principesse, sovrane e imperatrici. - Santa Teresa di Avila, patrona della Spagna e riformatrice dell' Ordine delle Carmelitane scalze, si festeggia il 15 ottobre; Santa Teresa del Bambino Gesù, la Santa delle rose, il 3 ottobre.
« Non oro, non pietre preziose possono fare una donna veramente felice, ma soltanto il sentimento d'essere amata, e in questo sono tutte simili, le grandi e le umili, le ricche al pari delle povere ». (KARL GUTZKOW)
TERSICORE - Deriva dal greco e significa: colei che si diletta nella danza - Infatti, Tersicore é la Musa che presiede alla musica e alla danza e si rappresenta sotto forma di giovane donna coronata di ghirlande e circondata di diversi strumenti musicali.
TERZO - Nome ordinale; vedi: Sesto, Settimio, Ottavo, ecc. San Terzo martire, commemorato il 6 dicembre.
TETA - Variante dialettale di Teresa, in uso a Roma.
THIERRY - Vedi Teodorico di cui é il corrispondente francese. - San Thierry abate, si festeggia il 1° luglio.
TIBERIO - Dal latino Tiberis=Teiere, fiume romano, che era considerato come una divinità, quindi significa: consacrato al Dio Tevere - Tiberio, imperatore romano succeduto ad Augusto. - San Tiberio martire, ricorre il 24 aprile.
"La vostra vita é un fiume che passa bonificando o distruggendo - Controllate perciò le vostre azioni".
TIBURZIO - Dal latino Tibur=Tivoli; quindi oriundo di Tivoli. - San Tiburzio martire, sposo di Santa Cecilia, venerato l'11 agosto.
"Sia la tua nutrice la temperanza, tuo medico il lavoro, ed arriverai ad età tarda, esuberante e pieno di salute". (detto popolare)
TIMO LEONE - Dal greco e significa: coraggioso come un leone. - San Timoleone, festeggiato il 19 dicembre.
« Coraggio e modestia sono le virtù meno incerte, perché sono di quella specie che l' ipocrisia non può imitare». (GOETHE)
TIMONE - Dal greco Timao=stimare o temere. - San Timone, ricorre il 19 aprile.
"Procura che la tua condotta sia tale che ti faccia amare, non aborrire dagli uomini : questo é il modo di non aver nemici" (Anonimo).
TIMOTEO - Dal greco Timoteos=ricompensa di Dio. - San Timoteo, 24 gennaio.
"Non abusare del potere che Dio ti dà, e il tuo nome sarà ricordato con entusiasmo". (detto popolare)
TINA - Può essere una variante di Concettina, Giustina, Caterina ecc. - Questo nome fu reso celebre dalla grande artista Tina di Lorenzo.
« Le donne sono il sorriso della natura: nelle due estremità della vita dell'uomo sono il sostegno, nel mezzo della sua vita il piacere ». {F. PANANTI, Avventure e osservazioni). Questa é la vostra missione, Tina!
TIRSO - Di etimologia sconosciuta. - San Tirso martire, ricorre il 28 gennaio.
TITO - Pare derivi dal latino Tueor=difendere - Significa quindi il difensore - Tito, grande imperatore romano, che liberò Gerusalemme. - San Tito vescovo, viene festeggiato il 4 gennaio.
"Difendi sempre i più grandi ideali anche con sacrificio e la tua generosità sarà largamente ricompensata da quel senso di equilibrio che regge le umane sorti".
TIZIANO - Vedi Tito di cui é il patronimico - Tiziano Vecellio celebre pittore della scuola veneziana. - San Tiziano di Oderzo, festeggiato il 15 gennaio; San Tiziano di Brescia, il 3 marzo; San Tiziano di Lodi, il 4 marzo.
TIZIO - Come Sempronio e Caio è usato per indicare una persona qualsiasi (vedi Sempronio) - In mitologia Tizio é un gigante smisurato, figlio di Giove, ucciso a colpi di freccia da Apollo e Diana per avere tentato di violare Latona.
TOBIA - Deriva dall' ebraico e significa: accetto al Signore - Tobia secondo la Bibbia è il simbolo della pietà e del sacrificio. - Santi Tobia, padre e figlio, festeggiati il 12 settembre.
"La pietà è un condimento a tutte le virtù che può avere un uomo" (SAN BERNARDINO DA SIENA)
TODARO - Variante del dialetto veneziano di Teodoro (vedi questo nome) - «Sior Todaro brontolon» é una delle più note commedie del Goldoni.
TOLOMEO - Pare derivi dal greco Ptolemais=bellicoso. - San Tolomeo vescovo, viene celebrato il 24 agosto.
«Uomini di tutte le contrade e di tutte le opinioni, perché ci diamo la caccia, perché c'insanguiniamo interminabilmente? La terra é larga abbastanza, e tutti gli anni è feconda, può nutrirci tutti, ma può anche seppellirci tutti ». (C. BINI, Manoscritto d' un prigioniero)
TOMASO, TOMMASO - Varie soluzioni: 1a dall' ebraico Tomd=gemello; 2a dall' ebraico Tom=innocente, integro - Questo nome e reso illustre da scrittori (Tomaso Grossi), da scienziati (Tomaso Edison); da principi della Chiesa (San Tomaso d' Aquino) e da principi di case regnanti (Tommaso di Savoia, Duca di Genova). - San Tommaso Apostolo, 21 dicembre; San Tomaso d'Aquino, 7 marzo; Beato Tommaso Bellagio di Firenze, protettore dei macellai, 30 ottobre.
«Che ci commove più dell' aperta innocenza dei fanciulli, che é per noi uno specchio? - Di un viso sincero di una fronte leale, sulla quale si dipinge ogni pensiero? Della pura allegria del cuore, che presenta l' intera anima nella persona e innocente parla dagli occhi? ». (JACORY)
TORELLO - Variante di Vittorello. - Beato Torello da Poppi, ricordato il 16 marzo.
TORQUATO - Dal latino Torques=collana - Pare infatti che questo sia stato dato come soprannome a Tito Manlio perché dopo avere ucciso in duello un Gallo, gli tolse la collana d' oro. - San Torquato vescovo, venerato il 31 gennaio.
"Se perseverate con tenacia nei vostri propositi conquisterete una collana di gioie purissime". (detto popolare)
TRANQUILLO - Dal latino Tranquillus=di cui conserva lo stesso significato, e cioè: tranquillo, quieto, calmo. - San Tranquillo abate, ricorre il 15 marzo.
"La tranquillità di spirito é il primo passo verso la felicità". (Anonimo)
TRIFONE - Deriva dal greco e significa: molle, depravato, corrotto. - San Trifone, martire, commemorato il 10 novembre.
Per fortuna dell' estetica e del simbolo, questo nome é caduto in disuso.
TRISTANO - Pare derivi dal latino tristus=serio, severo - Eroe leggendario celebre per i suoi infelici amori con Isotta, moglie del re di Cornovaglia; intorno a questo episodio si sono intessute trame di romanzi e di un' opera musicale di Wagner, molto apprezzata.
« Soave amore! Sempre risogni di nuovo i sogni di una notte d'estate e le fiabe invernali. - Tu intessi le terrestri necessità con aureo scintillio, e c' inganni dolcemente sulla grandezza della nostra offerta - Anche se tu ci metti una corona di spine, tu la cingi d'un incantevole splendor di rosa ». (KARL FRENZEL)
TULLIO, TULLIA - Nome patronimico di Tullo, il quale deriva dal verbo latino tolere=alzare, allevare. Significherebbe precisamente alzato da terra; il che ha riferimento con l' antico diritto che aveva il padre della vita del figlio neonato, il quale era deposto a terra dalla levatrice e non si poteva rialzarlo di là se non quando il padre aveva deciso di riconoscerlo e di allevarlo. Se il riconoscimento non avveniva il bambino veniva esposto sulla pubblica via.
Santa Tullia, viene ricordata il 5 ottobre.
"Non avvalerti dei bassi mezzi per acquistare distinzione. Sarai innalzato senza tale miserevole ed effimero aiuto".
TUTA - Vedi Geltrude, di cui é una variante, in uso nel dialetto romanesco.

U
UALDO
- Dall' antico tedesco Hubald=spirito audace.
Sant' Ubaldo vescovo, patrono di Gubbio, festeggiato il 16 maggio.
« Lo spirito é come l' ingegno: é meglio non averne affatto, piuttosto che non averne abbastanza ». (M.LLE DE SOMMERY, Doutes)
UBERTO, OBERATO - Dall' antico tedesco Huber = spirito precario. - Sant'Uberto vescovo, patrono dei cacciatori, festeggiato il 3 novembre, assieme a Beato Corrado da Piacenza.
« L' anima é cosa che la spada non può ferire, che il fuoco non può consumare, che le acque non possono macerare, il vento di mezzogiorno non può essiccare ». (MAHABHARATA)
UGO - Dall' antico tedesco Hugo=spirito, intelligenza - Questo nome é reso celebre da personaggi celebri che lasciarono una vasta orma nella politica (Ugo il Capeto) e nella letteratura (Ugo Foscolo) - Va ricordato anche Ugo d' Este, figliastro e amante incestuoso di Parisina; questo episodio fornì argomento ad un' opera musicale del Mascagni. - Sant' Ugo vescovo, festeggiato il 1° aprile.
«L' intelligenza serve a tutto e specialmente a mettere in opera la bontà; gli sciocchi vogliono essere buoni, ma non sanno fare ». (CONTESSE DIANE)
UGOLINO - Vedi Ugo di cui é un diminutivo - E' nota la dolorosa storia del conte Ugolino della Gherardesca, condannato a morte per fame, assieme ai suoi figli, dall'arcivescovo Ruggero - Questo episodio fu tratteggiato a vivi colori da Dante nel canto XXXIII dell' Inferno. - Sant' Ugolino martire, lo si ricorda il 13 Ottobre.
UGUCCIONE - Vedi Ugo di cui è una variante. Beato Guccione Ricoveri, si commemora l'11 febbraio.
ULDERICO - Dall' antico tedesco Hulderih=potente nella clemenza. - Sant'Ulderico vescovo, festeggiato il 4 luglio.
«Perdonare ai nostri nemici é una bellissima maniera di vendicarci, e una rapida conquista cesarea, che vince senza colpo ferire». (THOMAS BROWNE)
ULISSE -Corrispondente al nome Odysseus, che ha origine etimologica molto incerta - L' ipotesi più probabile é che derivi dal greco Odyssomai=essere irritato, adirarsi, odiare - L' « Odissea » é il poema di Omero che descrive e canta le peregrinazioni di Ulisse, re d'Itaca, il quale impiegò dieci anni a raggiungere la sua patria dopo aver partecipato all' assedio di Troia.
« Dio ama tre classi di uomini: colui che non s' adira; colui che non cede la sua libertà; colui che non serba rancore ». (TALMUD, Pesachim, 113)
UMBERTO - Dall' antico tedesco humbert=splendido, gigante - Umberto Biancamano del Secolo IX può considerarsi il fondatore di Casa Savoia - Altri principi regnanti della stessa Dinastia portarono questo nome, l' ultimo dei quali il Principe di Piemonte, re d' Italia per un solo mese (re di maggio, 1946)
Beato Umberto, pure di Casa Savoia, lo si festeggia il 4 marzo.
«La grandezza non s'insegna e non s' acquista: é la espressione dello spirito di un uomo fatto da Dio ». (RUSKIN. Modern Painters, III)
URBANO - Dal latino Urbanus=abitante della città - Figuratamente cortese, gentile. - Sant' Urbano papa, 25 maggio; Sant' Urbano martire, 31 Ottobre.
«Chi vive in una grande e popolosa città dovrebbe, se i motti potessero consolarlo, dirsi ogni mattino il seguente verso di Cowper: Dio fece la campagna, l' uomo la città».
URIELE - Deriva dall' ebraico e significa: luce di Dio. Uno dei sette arcangeli.
«Dio é come il vento che passa; si sente dappertutto e non si vede in nessun luogo». (I. NORMAND, Pensees de toutes les couleurs).

V
VALDEMARO
- Deriva dall' antico tedesco e significa: il re celebre - Vedi Vladimiro, di cui é una variante.
VALENTE - Dal latino valere=essere sani e robusti. - San Valente vescovo di Verona, festeggiato il 26 luglio.
«Se stai bene in salute, tutte le ricchezze dei re non potrebbero aggiungere nulla alla tua felicità». (ORAZIO, Epistole)
VALENTINIANO - Variante di Valente. - San Valentiniano vescovo di Salerno, festeggiato il 3 giugno.
VALENTINO, VALENTINA - Vedi Valente, di cui é un diminutivo. - San Valentino vescovo di Genova, 2 maggio; San Valentino vescovo e patrono di Terni, 14 febbraio; San Valentino, vescovo di Verona, 26 luglio; San Valentino martire, pure 14 febbraio - In questo giorno in Inghilterra é molto in uso lo scambio di doni augurali detti appunto valentines fra giovanotti e signorine che si giurano l'eterna promessa di amore. - E' diventata questa usanza del 14 febbraio la festa dei fidanzati. Ma anche fra sposati, i mariti rinnovano con un fiore l'amore per la propria compagna.
VALERIANO - Vedi Valerio di cui é il patronimico. - San Valeriano martire, patrono di Forli, onorato il 14 aprile.
VALERIO - Dal verbo latino valere=essere sani, forti e robusti. - San Valerio vescovo di Sorrento, festeggiato il 16 gennaio; San Valerio vescovo di Luca, il 29 gennaio.
"La salute è meglio di tutto l' oro; e un corpo ben sanoé più di una smisurata ricchezza". (Bibbia, Siracida)
VALFREDO - Deriva dall' antico tedesco e significa: il pellegrino pacifico. - San Valfredo, ricorre il 15 febbraio.
«La pace è un tal bene che non si può desiderarne uno più caro, né possederne uno più utile ». (SANT'AGOSTINO, De Civitate Dei)
VENANZIO - Dal latino Venari=cacciare, il cacciatore. - San Venanzio martire, patrono di Camerino, invocato contro le cadute, si festeggia il 18 maggio.
"Sarai un fortunato cacciatore di donne; però rispetta sempre la maternità".
VENCESLAO - Deriva dal polacco e significa: gloria della corona. - San Venceslao patrono della Boemia, festeggiato il 28 settembre.
«Il più bel destino é di aver grande ingegno e restare oscuri». (BARBEY D'AUREVILLY)
VENERANDO, VENERANDA - Dal latino venerandus=degno di venerazione. - San Venerando di Brescia, ricordato il 25 maggio.
"Se hai tanto amato, sarai anche tanto venerato" (Anonimo)
VENTURA - Vedi Bonaventura, di cui é una variante.
VERA, VERO - Dall'antico tedesco War=protezione, difesa - altri ritengono che derivi invece dal russo e significhi: fede - Difatti il calendario russo festeggia il 17 settembre quattro grandi martiri: Santa Sofia (sapienza); Santa Vera (fede), unitamente a Santa Speranza e Santa Carità.
«Una fede: ecco che cosa é necessaria all'uomo - Disgraziato chi non crede nulla». (V. HUGO, Les Miserables)
VERDIANA - Dal latino Viridis=verde, fiorente. - Santa Verdiana vergine, patrona di Castel Fiorentino, festeggiata il 1° febbraio.
«La gioventù è il paradiso della vita: l' allegria é la gioventù eterna dell' anima».
(I. NIEVO, Confessioni d' un ottuagenario)

VERONICA - Deriva dal greco e significa: la vittoriosa - Veronica fu la pia donna che asciugò sul calvario il viso sanguinante di Gesù Cristo col suo sudario, sul quale rimase impresso il volto del Redentore. - Santa Veronica, patrona delle lavandaie, festeggiata il 4 febbraio; Beata Veronica da Vinasco, patrona delle cucitrici in bianco, il 13 gennaio.
"Molte volte più nelle cose piccole che nelle grandi si conoscono i vittoriosi".
VESPASIANO - Dal latino vesper=sera, nato di sera - Questo nome venne dato alle ritirate costruite lungo le vie e le piazze cittadine in memoria dell'imperatore romano Vespasiano, che aveva imposto una tassa a chi se ne serviva. Rimesse in auge dal fascismo, alla sua caduta, anche i "vespasiani" caddero sotto i colpi di piccone.
VETURIO - Pare derivi dal latino vetus (gen. veteris)= vecchio, antiquato. - San Veturio, festeggiato il 17 luglio. - Sinonimo di pedanteria e di ristrettezza cerebrale.
VICO - Vedi Lodovico, di cui é una variante.
VIDEMARO - Dall' antico tedesco e significa: celebre in mezzo ai boschi. Simbolo di pace campestre.
VIGILIO, VIGILIA - Dal latino Vigil=vigile, vigilante. - San Vigilio vescovo martire, patrono di Trento, 25 giugno; Santa Vigilia, patrona di Livorno, 19 aprile.
VINCENZO - Dal latino Vincens=il vincente, il vittorioso - Questo nome è reso celebre da personaggi che illustrarono la letteratura, come Vincenzo Monti; la musica, come Vincenzo Bellini e la scultura, come Vincenzo Vela. - San Vincenzo martire, patrono di Vicenza, festeggiato il 22 gennaio; San Vincenzo de' Paoli, simbolo di pietà umana, il 19 luglio; San Vincenzo Ferreri di Valenza, onorato il 5 aprile.
"La giornata della tua vita sarà dapprima burrascosa; però cesserà la tempesta, e arriverai vincente alla meta, grazie al tuo fermo carattere e alla tua forza di volontà".
VINCISLAO - Vedi Venceslao, di cui é una variante.
VIOLA - Nome del noto fiore tanto bello quanto modesto. - Santa Viola vergine, festeggiata il 3 maggio.
«La modestia é il solo splendore che si possa aggiungere alla gloria». (DUCLOS)
VIRGILIO - Pare derivi dal latino Virens-verdeggiante - Il più grande poeta della letteratura latina. - San Virgilio vescovo, festeggiato il 5 marzo.
« Dove la speranza tiene banchetto, tutti sono ospiti ». (GAESCOIGNE)
VIRGINIA, VIRGINIO - Dal latino Virgo=vergine - Però non era questo il significato primitivo di Virgines, il quale vocabolo denotava in antico le persone abili al matrimonio, sia uomini che donne.
"Il matrimonio é un' ottima istituzione sociale a condizione che sia sorretto da forte amore, da spirito di tolleranza reciproca e sia completato dalla figliolanza, che a voi - Virginia e Virginio - non mancherà".
VITALE - Dal latino Vitalis=che dà, infonde vita, oppure: che è pieno di vita, vigoroso. - San Vitale che si dice invocato per le conversioni delle donne malfamate, si festeggia l'11 gennaio; San Vitale martire di Ravenna, il 28 aprile; San Vitale martire, con Santa Agricola, protettori dei domestici, si festeggiano il 5 novembre.
«L' intensità della vita si può raggiungere soltanto con la più intensa virtù». (RUSKIN)
VITALIANO - Patronimico di Vitale. - San Vitaliano papa, ricorre il 22 gennaio.
VITO - Di origine etimologica sconosciuta - Noto Vito Bering, grande esploratore che scoprì lo stretto che porta il suo nome fra la Siberia e l' Alasca. - San Vito, lo si festeggia il 15 giugno.
"I Vito sono sognatori di nuovi orizzonti ma hanno anche spirito di sacrificio".
VITTORE - Dal latino Victor=vincitore. - San Vittore papa, festeggiato il 28 luglio - San Vittore martire, il 30 settembre; San Vittore di Damasco patrono di Feltre, il 14 maggio.
"Nelle tue disgrazie non accusare la Provvidenza: ma lavora, ànimati, opera e la fortuna ti farà buon viso". (detto popolare)
VITTORIANO - Patronimico di Vittore. - San Vittoriano, ricordato il 26 agosto.
VITTORINO, VITTORINA - Diminutivo di Vittore.- San Vittorino vescovo d'Assisi, commemorato il 13 giugno.
VITTORIO, VITTORIA - Dal latino Victor=vincitore - Questo nome è reso illustre da molti principi e regnanti di Casa Savoia: da Vittorio Amedeo a Vittorio Emanuele I, II e III re d'Italia. - San Vittorio vescovo, celebrato il 1° settembre; Santa Vittoria vergine martire, il 23 dicembre.
"Radiosi pensieri, illustre azioni, costanza, fedeltà, generosità e nobile onestà sono le gemme degli spiriti superiori ». (THOMAS BROWNE)
VLADIMIRO - Deriva dall'antico tedesco Waldemar=re celebre. - San Vladimiro fondatore della chiesa greco-ortodossa, festeggiato il 15 luglio.
«La clemenza é il segno più bello che fa conoscere al mondo un vero Re». (P. CORNEILLE)
VOLFANGO - Dal tedesco Wolfang=colui che acchiappa o caccia il lupo. - San Volfango, ricorre il 31 ottobre.
VULMARO - Di etimologia sconosciuta. - San Vulmaro, protettore dei carrettieri, è festeggiato il 20 luglio.
WALTER, VALTER - E' una forma inglese del nome Gualtiero.

Z
ACCARIA
- Deriva dall' assiro e significa: il servitore di Geova o di Dio. - San Zaccaria papa, celebrato il 15 marzo.
« Non ci sono che due specie di persone ragionevoli: o quelli che servono Dio di tutto cuore perché lo conoscono, o quelli che non lo conoscono e lo cercano affannosamente ». (PASCAL)
ZACCHEO - Deriva dall' ebraico e significa: puro e innocente. - San Zaccheo, festeggiato il 23 agosto.
«Per il puro tutto è puro; non solo i cibi e le bevande, ma ogni sorta del bene e del male ». (MILTON)
ZAIRA - Deriva dall' arabo e significa: fiorita. -
" Il profumo che emana da voi Zaira é il profumo delle vostre virtù, sì che sembrate fiorita e siete virtuosa".
ZEFFERINO - Dal greco Zephiro=apportatore di vita. San Zefferino papa, ricordato il 26 agosto.
"Che cos' e la vità? E' l' ombra d' un sogno fuggente. La favola breve è finita. Il vero immortal è l' amor (CARDUCCI)
ZELIA - Dal greco Zele=rivale.
"Un nemico tiene più posto nella nostra testa che non un amico nel nostro cuore". (anonimo)
ZELINDA - Dall' antico tedesco Segelinde=scudo della vittoria - Personaggio popolare del teatro Goldoniano.
"Come la fragile navicella é sbattuta dai marosi dell' oceano, cosi tu Zelinda dovrai lottare nel mare burrascoso della vita; però in ultimo entrerai vittoriosa nel porto della prosperità" (anonimo).
ZENAIDE - Pare derivi dal greco e significhi: consacrata a Dio. - Santa Zenaide martire, festeggiata il 5 giugno.
«La credenza in Dio è un istinto naturale dell' uomo, come il camminare sulle due gambe». (GEORGE CHRISTOPH, Lichtenberg)
ZENO, ZENONE - Deriva dal greco e significa: proveniente da Giove, cioe: di origine divina. - San Zeno vescovo, patrono di Verona, si festeggia il 12 aprile e l' 8 dicembre.
ZENOBIO, ZENOBIA - Dal greco Zen=Giove e bios=vita, forza: forza di Giove. - San Zanobi, festeggiato il 25 maggio.
"Non abusare del potere e della forza se vuoi essere benedetto dalle genti".
ZITA - Pare derivi da una radice persiana e significhi: vergine. - Santa Zita domestica e patrona delle domestiche, festeggiata il 27 aprile. - Zita ex imperatrice d'Austria, moglie infelice di Carlo d' Asburgo.
"La vostra verginità intendisi come purezza del senso e del buon gusto artistico". (anonimo)
ZOE - Dal greco Zoe=vita.- Santa Zoe martire, viene onorata il 5 luglio.
"Vi piace la vita? non sciupate il tempo, e sfruttatela sapientemente secondo le vostre inclinazioni. Nulla è così bello che fare ciò che ci piace fare".
ZOILO - Dal greco Zoilos=vivace. - San Zoilo martire, onorato il 24 giugno.
"La vivacità spesso fa prosperare".
ZOSIMO - Dal greco Zosimo=vitale, vigoroso. - San Zosimo, si festeggia il 30 marzo.
"Vivono soltanto coloro che lottano". (VICTOR HUGO)
"Al mondo non c'è che una fede: chi non mangia oggi, sarà mangiato domani" (Esenin).
"Gli uomini sono come gli animali: i grossi mangiano i piccoli, e i piccoli li pungono" (Voltaire).


CURIOSITA'

I PATRONI DELLE VARIE PROFESSIONI, ARTI E MESTIERI
(nell'antica tradizione popolare)

Agricoltori - Sant'Isidoro, il laborioso, di Madrid, nel cui campo comparvero gli angeli ad aiutarlo a guidare l' aratro per giustificarlo delle accuse che gli erano state mosse di ascoltare la Santa Messa ogni mattina prima di iniziare il lavoro. Sposò Maria Torribia che divenne pure santa. Morì il 15 maggio del 1170. Si festeggia lo stesso giorno.
Pedagoghi - San Proto educatore dei Santi Canze, Canziano, martiri in Aquileia sotto Diocleziano. Si festeggia il 31 maggio.
Architetti - Sant' Aquila, architetto giudeo nativo di Ponto, provincia dell' Asia Minore; si convertì con la moglie Priscilla alle prediche di San Paolo in Corinto. Morì martire assieme alla moglie a Roma. Si festeggia l'8 luglio.
Argentieri - Sant' Andronico con la moglie santa Anastasia argentieri, con bottega in Antiochia. Ebbe due figli Giovanni e Maria, che la provvidenza gli tolse alla tenera età di 12 anni. I due santi dopo la morte dei figli, avutane la dispensa, si fecero religiosi e terminarono la loro vita nel deserto di Seeté. Sono festeggiati il 9 ottobre.
Armaiuoli - San Marciano, che, secondo Vittorio Uticense, esercitò la professione di armaiolo in Africa, dove fu martirizzato dai Vandali al principio del secolo V. Si festeggia il 1 gennaio.
Arsenalotti Fabbricanti di navi e barche - San Noè patriarca, all'età di 600 anni fu invitato dal Signore a fabbricare un'arca per salvare sé e la propria famiglia dal diluvio universale. Dopo un anno e dieci giorni di navigazione scese a terra, piantò la vite, e ne bevette il succo ubriacandosi. Così narra la leggenda ricordata da una nota canzonetta popolare. Si festeggia il 18 novembre.
Assistenti delle fabbriche - San Pusicio, assistente delle fabbriche costruite da Sapore II re di Persia nel 230, per aver incoraggiato il titubante Annoia a star fermo nella fede, ebbe strappata la lingua e forato il collo presso il tendine. Si festeggia il 21 aprile.
Attori - San Genesio martire, si festeggia il 25 aprile, protettore degli attori, comici e mimici.
Automobilisti - Guerriero di grande statura, dopo essersi convertito, si mise in cerca di Cristo; gli fu suggerito di offrirsi di portare sulle spalle tutti coloro che avessero avuto bisogno del suo aiuto per guadare un fiume. E' appunto rappresentato con un bambino a cavalcioni sulle sue spalle. Da allora fu invocato da chi doveva intraprendere un viaggio, automobilisti o autisti. La sua festa il 25 Luglio.
Avvocati - Sant'Ivo, avvocato molto caritatevole, nato presso Treguier, studiò all'Università di Parigi e a quella di Orleans. Fu sapiente, pietoso, austero. Fu il difensore ufficiale dei poveri, tanto che venne chiamato «l'avvocato dei poveri». Morì il 19 maggio a Kermantin. Si festeggia lo stesso giorno.
Balie e istitutrici - Protettrice è la madre della Madonna, Sant'Anna, festeggiata il 26 luglio.
Banchieri - Pietro detto il banchiere in Alessandria, fu prima così avaro che nessuno poté avere mai da lui elemosina, ad eccezione di un povero a cui Pietro gettò un pane per liberarsi dall' insistenza che dal povero era stata usata per vincere una scommessa fatta coi compagni. Pietro poi si pentì, e divenne un grande elemosiniere, in seguito a un sogno dove gli parve di essere condannato dal Divin Giudice. Morì in concetto di santo.
Barbieri - Antonio Sammatei, che prima faceva il barbiere ed era molto stimato nell'arte sua, poi si fece cappuccino col nome di fra Francesco da Rivarolo in Toscana, ove visse e morì da santo.
Barcaioli - Sant' Arnaldo Umberto che fu conduttore di barche. Si festeggia il 10 febbraio. Ma hanno anche una santa: Sant'Adelaide festeggiata il 16 dicembre.
Bibliotecari - Patrono San Girolano dottore della Chiesa, si festeggia il 30 settembre.
Bottari o Secchionai - San Paolo Elbatico, fabbricatore di botti. Si festeggia il 10 novembre.
Cacciatori - Beato Corrado da Piacenza, (insieme con Sant' Uberto vescovo). Ricco, amante della caccia; un giorno fece dar fuoco a certi arbusti in cui si era nascosta la selvaggina. Quel fuoco si estese ad una selva vicina, e ne fu incolpato un innocente che là si trovava per caso, e fu condannato a morte. Corrado allora confessò il suo gesto, salvò il condannato, vendette i suoi beni per riparare il danno, e col consenso della moglie, che si fece monaca di Santa Chiara, professò il terz'Ordine Francescano in una grotta presso Nepi in Romagna. Si festeggia il 25 febbraio.
Celebrato come patrono dei cacciatori anche Sant’Eustachio, martire. Viene spesso rappresentato con un cervo che tiene una croce tra le corna, un modello di chiesa, arnesi da caccia e vari cani. Festa 20 settembre.
Calzolai - San Crispino e San Crispiniano fratelli, che di giorno predicavano la fede, e di notte lavoravano da calzolaio per vivere; furono martirizzati per ordine di Rizio Varo in Soisson nel 287 sotto Massimiliano. Sono festeggiati il 25 settembre.
Cappellai - San Giacomo apostolo "il Maggiore" , che si rappresenta in abito da pellegrino con cappello a larghe falde sulla testa. Si festeggia il 25 luglio.
Carbonari - Sant' Alessandro detto "il Carbonaio" perché, dispensati molti suoi beni, esercitò tale professione per vivere più nascosto. Fu eletto vescovo di Comana da San Gregorio. Morì martire nel 270. Si festeggia l' 11 agosto.
Carcerieri - Sant'Ippolito, carceriere di San Sebastiano, e da lui convertito alla fede, per cui morì scarnificato dalle spine su cui fu trascinato da infuriati cavalli alla cui coda era attaccato. Si festeggia il 13 agosto.
Carrettieri - San Riccardo prima di studiare e di essere vescovo di Cicester in Inghilterra verso il 1203, fu carrettiere. Si festeggia il 3 aprile.
Cavalieri - San Giorgio martire, patrono degli eserciti e dei cavalieri. Si festeggia il 24 aprile - La leggenda rappresenta questo santo sotto le spoglie di un principe a cavallo che uccide un drago e salva da morte una principessa.
Cavallerizzi - San Romarico, scudiere alla corte di Teodoberto, poi per vent'anni abate di Remiremont, ove morì nel 1653. Si festeggia l'8 dicembre.
Chirurghi - San Cosmo e San Damiano due fratelli arabi di nascita, che esercitarono la professione di chirurghi. Professarono la Religione Cristiana e per questo furono arrestati dal governatore Lyssia e martirizzati verso il 303. Si festeggiano il 27 settembre.
Ciambellani o Offellari - San Macario « il Giovane » fabbricatore di paste, dolci; poi nel 335 eremita nella Tebaide ove morì nel 395. Si festeggia il 2 gennaio.
Cocchieri - San Vulmaro nato presso Bologna fu carrettiere e poi abate. Morì il 20 luglio 710. Si festeggia lo stesso giorno.
Comici o Mimici - San Genesio che avendo sul palco scenico in Roma ricevuto il battesimo in segno di scherno per deridere i riti cristiani e vituperarli, con immediata conversione alla presenza di Diocleziano, si professò sinceramente cristiano, e dopo vari tormenti fu decapitato. Si festeggia il 25 aprile.
Conciapelli - San Guglielmo di Norwich. Mentr' era ancor fanciullo, frequentava come garzone la bottega di un conciapelli, da dove fu rapito dagli ebrei verso la Pasqua del 1137. Gli stessi messogli un morso in bocca, lo crocifissero, e gli trafissero il fianco, poi legato in un sacco, lo portarono fuori di città per bruciarlo; ma, scoperti, lo lasciarono sospeso ad un albero. In quel posto fu eretta una cappella sotto il nome di San Guglielmo ai boschi. Si festeggia il 45 marzo.
Conciatori in lana - San Severo, nato in un piccolo castello presso Ravenna in cui prima contrasse matrimonio e poi fu nominato vescovo. Nel 347 partecipò al Concilio di Nicea, dove difese strenuamente la fede contro gli Ariani. Nell'anno 824 le sue ceneri furono trasportate a Mayence insieme con quelle della moglie e della figlia. Si festeggia il 10 febbraio.
Cordari - San Postumio fabbricatore e venditore di corde, secondo il Padre Rainaldo continuatore del Baronio. Si festeggia il 15 febbraio.
Corrieri - Sant'Adriano (4 marzo). Imprigionato per la fede in Nicomedia sotto Diocleziano, fu sostenuto e confortato dalla moglie. Adriano ottenne di uscire dalle carceri per comunicare alla moglie il giorno del supplizio. Questa vedendolo comparire, temendo che avesse abiurato la fede, gli chiuse l'uscio in faccia e lo caricò di rimproveri. Poi, chiaritosi l'equivoco, assistette al suo martirio, invitandolo a porgere le mani e i piedi che gli dovevano essere tagliati. Quindi si vestì da uomo per penetrare nelle carceri e confortare i 23 martiri compagni di Adriano che ancor vi giacevano. Si festeggia l'8 settembre.
Cuochi - San Giacomo d'Illaria, fattosi francescano convertito in Bitteto, poco lontano da Bari, fu applicato al lavoro di cuciniere. Dalla vista del fuoco traeva gran motivo per meditare l'inferno. Si festeggia il 27 aprile.
Custodi o Maggiordomi - San Partemio, capo degli eunuchi, e custode dell'appartamento della moglie di Decio, per cui ordine fu martirizzato in Roma verso il 344). Si festeggia il 19 maggio.
Dentisti - Oltre che protettrice dei dentisti Sant'Apollonia, è invocata contro il mal di denti. La sua festa la si celebra il 9 febbraio.
Domestici - San Vitale era domestico di Agricola, che convertì al Cristianesimo. Furono arrestati entrambi per ordine di Diocleziano e martirizzati a Bologna, dove fu eretta una chiesa in loro onore. Si festeggia il 4 novembre.
Domestiche - Santa Zita nacque nel 1211 presso Lucca da una famiglia povera, ma cristiana. A dodici anni andò in servizio presso un signore di Lucca. Era sovente maltrattata, ma ella mai si lamentò e visse sempre come una santa col santo timor di Dio. Morì a 60 anni il 27 aprile 1271. La sua festa si celebra lo stesso giorno.
Esattori o Gabellieri - San Matteo apostolo, uno dei quattro evangelisti. Prima di convertirsi era un esattore. Un giorno si presentò al suo sportello Gesù dicendogli: "Sono io". Matteo, ubbidì alla sua chiamata, si fece suo fervente apostolo e scrisse uno dei quattro Vangeli. La sua festa si celebra il 21 settembre.
Fabbri in metallo - Beato Bonavita, di Lugo in Romagna; fu così caritatevole che si spogliò del proprio abito per cederlo ad un mendicante intirizzito dal freddo. Con il solo segno della croce estinse un incendio che minacciava tutto il suo paese. Si festeggia il 10 marzo.
Facchini - Sant' Aquilino, martire, patrono dei facchini di Milano. Fu da questi trasportato e messo in onore nella chiesa di San Lorenzo in Milano, presso la quale fu dagli eretici Ariani, che egli combatteva con le sue prediche, ucciso con una coltellata al collo, e nascosto in una specie di chiavica alla metà del secolo VII. Si festeggia il 29 gennaio,
Falegnami - San Giuseppe, sposo di Maria Vergine, era di sangue reale discendente da David. Professò I'arte del falegname assistito da Gesù, nella sua fanciullezza. Morì nelle braccia di Gesù e di Maria, e perciò é protettore anche della buona morte. Si festeggia il 19 marzo.
Farmacisti - Sant' Emiliano, medico in Africa, fu uno delle vittime della persecuzione dei vandali, sotto il re Ariano Hunèric. Morì martirizzato con la moglie Dionisia nell'anno 484. Si festeggia il 6 dicembre.
Fonditori - San Gilda fonditore di campane, scozzese, figlio di Canus dei re Brettoni. Più tardi si fece monaco. Morì in Inghilterra nel 512. Si festeggia il 29 gennaio.
Fornai o Panettieri - San Paolo monaco. II compito suo era quello di fare il pane. Fu poi vescovo di Verdun nel 621. Si festeggia l'8 febbraio.
Infermieri - San Giovanni di Dio istitutore dei fatebene-fratelli. Morì l'8 marzo 1550. Si festeggia lo stesso giorno.
Infermi - Patrono San Camillo De Lellis, festeggiato il 17 luglio. E' il protettore degli infermi, degli ospedali e del personale ospedaliero.
Fuoco di Sant'Antonio - Sant'Antonio Abate è il santo invocato per questa fastidiosa malattia che provoca eruzioni nella pelle (grosse vesciche) e accompagnata da dolori articolari. La sua ricorrenza è il 17 gennaio.
Giornalisti - Francesco di Sales, lo si festeggia il 24 gennaio.
Lanaioli - San Celestino dell'Ordine dei Celestini, festeggiato il 19 maggio, è il protettore dei lanaioli, ma anche dei...
Legatori di libri -
Librai - San Giovanni di Dio, nella sua giovinezza fece il libraio prima di consacrarsi a Dio nel soccorrere gli infermi. Morì l'8 marzo 1550. Si festeggia lo stesso giorno.
Macellai - Beato Tommaso Bellagio di Firenze fu macellaio. Discolo in gioventù, fattosi adulto si convertì e si fece francescano conventuale, e fu modello di penitenza. Venne fatto schiavo dai mori e fu riscattato con 500 scudi da Papa Eugenio IV. Morì nel monastero di Rieti, nel 1447. Si festeggia il 30 ottobre.
Maestri di scuola - San Cassiano d'Imola in Romagna, martirizzato dai suoi scolari con gli stili di ferro che allora si usavano come penne per imprimere i caratteri nella cera. Si festeggia il 18 agosto. San Prudenzio che visitò la sua tomba parla del suo martirio.
Maniscalchi - Sant'Apelle, originario d'Egitto, il quale con le tenaglie infuocate che usava per ferrare i cavalli fece fuggire il demonio a lui apparso in forma di femmina seducente. Si festeggia il 14 maggio.
Medici - Santi Cosma e Damiano martirizzati perché - questo l'accusa - curando gli ammalati, li convertivano alla fede. Si festeggiano il 27 settembre.
Mercanti - San Francesco d' Assisi, il Grande Santo dei poveri, nacque nel 1182. Prima di diventare il fondatore dei Minori si chiamava Giovanni e faceva il mercante come suo padre Pietro Bernardone. Fu chiamato "Il povero d'Assisi" perché donò ai poveri tutto il suo patrimonio. Fu istitutore di altri Ordini religiosi e morì nel 1226. Si festeggia il 4 ottobre, anche come Patrono d'Italia.
Minatori - Santa Barbara, martire di Nicomedia, torturata e condannata alla decapitazione che doveva essere effettuata dal proprio padre, durante l'esecuzione fu salvata da un fulmine che colpì il genitore, incenerendolo. Festa 4 dicembre. E' protettrice contro i fulmini, le esplosioni e quindi Patrona dell'Artiglieria e dei Minatori.
Muratori - San Procolo e Sant'Apollonio, ateniesi, venuti in Roma per compiere gli studi sotto Crotone, abbracciarono la fede per opera del vescovo di Terni che morì martire. Essi trasportarono il suo corpo in un oratorio fabbricato da loro stessi su un colle. Morirono anch'essi martiri. Si festeggiano il 10 giugno.
Musicisti o Organisti - Santa Cecilia vergine martire in Roma sotto Alessandro Severo nel 239. Si festeggia il 23 novembre.
Orefici o Gioiellieri - Sant'Eligio molto ammirato per i lavori fatti alla corte di Clotario II e Dagoberto l; poi divenne vescovo di Noyon nel 639. Si festeggia il 25 giugno.
Ortolani o Giardinieri - San Foca martire, presso Antiochia, nel 303 dopo aver alloggiati e ben allevati nella propria casa i soldati che lo cercavano per ordine di Diocleziano, venne ucciso e sepolto nella fossa che si era preparata nel proprio orto. Si festeggia il 5 marzo.
Osti, Albergatori o Bettolieri - Sant' Abramo il patriarca che albergò tre angeli in figura di tre giovani che gli preannunciarono la nascita del figlio Isacco. Si festeggia il 9 ottobre.
Padroni - San Agricola con il proprio servo San Vitale, martiri in Bologna, entrambi affissi con molti chiodi ad una croce. Si festeggiano il 4 novembre.
Pastori - San Domenico che fu detto "da Syles" - Perché, dopo di essere stato pastore, professò l'Ordine di San Benedetto nel chiostro di Syles in Spagna. La madre dell'altro San Domenico, fondatore dell'Ordine dei Predicatori, 200 anni dopo, si raccomandò al santo pastore, per avere felice parto e perciò impose a suo figlio il nome di Domenico. Si festeggia il 20 dicembre.
Pastorelle - Protettrice delle fanciulle che lavorano nei campi come pastorelle, è Santa Bernadette, festeggiata il 16 aprile.
Pellegrini - Il loro patrono è San Rocco SAN ROCCO, patrono dei pellegrini e anche invocato contro la peste. lo si venera il 16 agosto.
Pescatori - San Pietro apostolo, come quasi tutti gli apostoli prima di dedicarsi a predicare il Verbo per il mondo erano pescatori. Si festeggia il 29 giugno.
Pittori - San Luca Evangelista a cui si attribuiscono tante immagini della Madonna e specialmente quella sul monte della Guardia presso Bologna. Si festeggia il 18 ottobre.
Poliziotti - Pare sia stato il grido del Sant'Arcangelo Gabriele a cacciare dal cielo gli angeli ribelli e a far ordine. Per questo motivo è il protettore dei poliziotti. Il giorno di San Michele, festeggiato il 29 settembre.
Ricamatrici - Santa Matilde, che ricamava gli arredi della Chiesa. Nacque da una illustre famiglia verso la fine del secolo IX. Fu molto pietosa. Nel 913 sposò Enrico figlio di Ottone, duca di Saxe, che divenne re di Germania. Rimase vedova nel 936. Fu molto caritatevole verso i poveri. Morì il 14 marzo 968. La sua festa si celebra lo stesso giorno.
Sarti - Sant'Omobono figlio di un mercante di Cremona in Lombardia. Nacque nel secolo XII. Visse con il santo timor di Dio. Professò l'arte del padre. Mori il 13 novembre del 1197 in chiesa al « Gloria in excelsis » della messa. La sua festa viene celebrata lo stesso giorno.
Sartine - Santa Giovanna da Orvieto. Fu domenicana e mori il 23 luglio 1306. Si festeggia lo stesso giorno.
Scultori - San Claudio con i frati Asterio e Leone martiri in Egea nella Cilicia nell'anno 255 sotto Diocleziano. Si festeggiano il 23 agosto.
Tappezzieri - San Paolo apostolo che apprese l'arte di fare tende e padiglioni. All'inizio persecutore dei cristiani, poi si converti e si fece divulgatore della Religione Cristiana per tutti i paesi allora conosciuti. Si festeggia il 29 giugno assieme a San Pietro.
Tessitori - San Giobbe profeta di Idumea, eletto a proprio protettore dei tessitori di seta di Milano. Si festeggia il 10 maggio.
Tintori - Santa Lidia famosa nel tingere cremesino. Fu la prima donna che in Filippi, città dell' Asia, si convertì alle prediche di San Paolo. Si festeggia il 3 agosto.
Tipografi - Sant' Agostino, uno dei più insigni dottori della Chiesa, morto vescovo di Ippona nel 456. Si festeggia il 28 agosto. I tipografi lo hanno eletto loro patrono non perché esercitasse l' arte, che venne inventata circa mille anni dopo, ma perché, per la riproduzione a stampa delle numerose opere da lui scritte, diede molto lavoro alle tipografie.
Vedove - Oltre essere patrona delle madri, balie, istitutrici, Sant'Anna la madre della Madonna è anche la santa delle vedove - Ricorrenza il 26 luglio.
Vetrai - La patrona è Santa Chiara, simbolo di chiaroveggenza, festeggiata il 10 febbraio. Oltre che dei vetrai è patrona degli oculisti e degli ottici.

 

I NOMI PIU' DIFFUSI IN ITALIA NEL 1930

FEMMINILI - 1° Maria 2° Anna 3° Giuseppina 4° Rosa 5° Angela 6° Giovanna 7° Teresa 8° Lucia 9° Carmela 10° Caterina 11° Francesca 12° Anna Maria 13° Antonietta 14° Carla 15° Elena 16° Concetta 17° Rita 18° Margherita 19° Franca 20° Paola
MASCHILI - 1° Giuseppe 2° Giovanni 3° Antonio 4° Mario 5° Luigi 6° Francesco 7° Angelo 8° Vincenzo 9° Pietro 10° Salvatore 11° Carlo 12° Franco 13° Domenico 14° Bruno 15° Paolo 16° Michele 17° Giorgio 18° Aldo 19° Sergio 20° Luciano.

I TEMPI CAMBIANO E ANCHE I NOMI PIU' DIFFUSI CAMBIANO

Per la prima volta l'ISTAT ha presentato nel 2004 un più scientifico monitoraggio, sulla base delle informazioni dei nuovi iscritti all'anagrafe.
Nel 2006 ha replicato il monitoraggio ed è quello nella tabella sotto:


Da notare che i 30 nomi sopra coprono complessivamente
oltre il 51% dei bambini, e il 43 % delle bambine.
Il rimanente tutti gli altri nomi. Che sono oltre 30.000.

Altra curiosità: non tutte le regioni hanno le stesse preferenze.

RITORNO AL CALENDARIO PERPETUO

RITORNO ALLA HOME PAGE



Related news

American pageant review questions chapter 22 respiratory
1 modalidade do atletismo
Cirque du soleil seating plan o2
Arabesque school of dance birmingham show
Chiranjeevi family interview questionnaire
Manu inventa modal fabric
Teeworlds n race modablaj
Serie arqueiro verde online
Malka dubrawsky simple marks summer moda